Consigli Fantacalcio 4a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o saranno delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 4a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della quarta giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 4a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 4a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

NAPOLI – ATALANTA

OSIMHEN: Solo un assist nella goleada contro il Genoa e subito giù i mugugni dei suoi possessori nonostante l’ottima prova offerta, qui l’impegno è sicuramente più difficile ma l’Atalanta concede anche tanto e andare a bonus non è di certo una missione impossibile.

LOZANO: Grazie alle assenze avrà ancora tanto spazio e molto probabilmente ancora titolarità, sta vivendo un ottimo momento e sarebbe davvero un delitto per i suoi possessori non schierarlo. I giocatori nel loro magic moment vanno messi a meno di alternative impossibili da panchinare.

PASALIC & MALINOVSKYI: Che partano dal primo o dalla panca, sulla trequarti o in mediana, poco cambia. Mario per i tempi di inserimento, Ruslan per le sue doti balistiche, sono entrambi elementi molto più pericolosi della media dei compagni di reparto. Non solo, Gosens e Hateboer richiederanno un lavoro extra in copertura sugli esterni, dove i giocatori partenopei dovranno concentrare la fase difensiva. Si potranno allora creare quegli spazi in mezzo che i due incursori atalantini sanno sfruttare appieno, e chissà.

MURIEL: Sia per un discorso simile a quello appena fatto, e sia perchè la rapidità e freschezza di gamba di Luis, soprattutto a gara in corso, può fare davvero male, schierare il colombiano oggi è tutt’altro che una follia. Ovviamente l’avversario è tostissimo, e sarà una partita bellissima, ma le premesse ci sono, e il nostro pacione ha il piede caldo

SAMPDORIA – LAZIO

CANDREVA: Anche lui potrebbe godere delle defezioni laziali. Non avrà davanti i titolari ne sulla fascia ne per quanto riguarda l’uomo che presidia il suo lato nel terzetto difensivo biancoceleste. Le prime uscite sono state da lustrarsi gli occhi. Magari regala la prima ciliegina ai fantallenatori che hanno creduto in lui.

KEITA BALDE: Probabilmente partirà dalla panchina ma non è necessariamente un male. Non ha ancora i 90 minuti nelle gambe ma le sue accelerazioni da uomo fresco negli ultimi trenta minuti potrebbero essere devastanti. Per chi crede ai segni del destino.. ritroverà proprio la “sua” Lazio alla prima partita dopo il rientro in Italia, a buon intenditor.

CORREA: Molto brillante nel precampionato, sprecone e parzialmente avulso dal gioco nelle prime 3 partite di campionato, insomma il solito Correa. In nazionale ha ritrovato gol e sorriso e domani, in virtù dell’assenza di Immobile, è probabile che giochi tutti e 90 i minuti. Passeranno ancora più palloni sui suoi piedi e ci aspettiamo possa avere l’occasione per riscattarsi da un periodo negativo.

MURIQI: Venti milioni di euro, investimento importante per il pirata Kosovaro che, ripresosi dall’infortunio e dal Covid, farà staffetta con Caicedo con l’obiettivo di portare muscoli e centimetri in un reparto che ne aveva assoluto bisogno. Prima presenza stagionale, in allenamento ha mostrato una discreta confidenza con il gol, non è un bomber ma ha le potenzialità per iniziare con il piede giusto e farsi spazio nel cuore dei tifosi biancocelesti.

INTER – MILAN

ERIKSEN: Più che scommessa, qua si parla di azzardo vero e proprio. Un all in clamoroso che potrebbe portare al Paradiso o all’Inferno senza passare dal Purgatorio. Senza mezze misure. Il danese viene da 3 gol in altrettante partite in nazionale, e ha anche rilasciato dichiarazioni forti, segno (mi auguro) che stiano finalmente uscendo gli attributi. Lo spazio lo avrà, che sia da titolare o dalla panchina, sta solo a lui dimostrare di meritare quello spazio che tanto reclama.

CALHANOGLU: Possibile sorpresa. E proviamo a spiegarvi perché. Il turco gioca finalmente da “dieci” alle spalle della punta e sta interpretando il ruolo come meglio non può: un vero tuttocampista, che serve assist ai compagni, segna ed è spesso decisivo. Il derby per lui sarà la prova del nove: dovrà prendersi le sue responsabilità, dovrà dimostrare che in termini di mentalità è effettivamente cambiato, dovrà giocare una gara da protagonista, soprattutto se consideriamo che il suo bilancio con i nerazzurri non è esaltante. Noi però vogliamo dargli fiducia: dopotutto, se il Milan è questo, il merito è anche suo. E intanto con la nazionale turca ha tenuto il piedino caldo con un gol e un assist.

CROTONE – JUVENTUS

SIMY: Discorso diverso per il buon Simy: lui se non segna è un’insufficienza assicurata, il rischio di rivedere il copione visto contro il Milan è forte. Quindi perché lo mettiamo qui? Perché è stato proprio contro la Juve, due anni fa, che il nostro puntero ha acquisito maggiore consapevolezza dei suoi mezzi. Ha capito di poter colpire chiunque e in ogni modo. Per chi crede nei corsi e ricorsi storici e per chi non sa chi schierare come terzo attaccante, Simy potrebbe fare al caso vostro.

ARTHUR : Il brasiliano è entrato molto bene all’Olimpico, la sua visione di gioco sarà determinante per ‘sfuggire’ al primo pressing partenopeo, ha tutto per stupire.

BOLOGNA – SASSUOLO

TOMIYASU: Azzardo vista la forza offensiva dell’avversario, ma il talento giapponese se la sta cavando egregiamente nel suo ruolo preferito. Sempre attento nelle chiusure e grande personalità, che possono valergli il voto da modificatore anche in caso di gol subito.

LOCATELLI: non è propriamente il profilo fantacalcistico per eccellenza, ma sta iniziando ad avere un’appetibilità discretamente importante, considerando il fatto che, se il Sassuolo vince, lui parte di default con 6,5/7 in pagella. Il goal con il Crotone è stato quasi casuale, ma chissà che non possa prendere un po’ più fiducia in questo senso e cercare la porta un pochino di più.

DEFREL: un goal e un assist nelle prime tre partite. Sembra calarsi bene nel ruolo di jolly dell’attacco di De Zerbi e anche i pagellisti stanno iniziando a riconoscergli un buon lavoro in termini di movimenti, pressing e sacrificio. Se avete alternative migliori ovviamente non preferite l’attaccante del Sassuolo a loro, ma può essere una sorpresa anche a gara in corso, dato che il voto per lui è molto probabile anche da subentrante (chiaramente dovete essere comunque coperti, in via precauzionale, a maggior ragione in virtù dell’allenamento differenziato svolto nella giornata di giovedì).

SPEZIA – FIORENTINA

PICCOLI: Con Nzola ancora non al massimo della condizione fisica le possibilità che parta il giovane talento di scuola atalantina dal primo minuto sono alte, una ghiotta occasione per lui se così fosse, soprattutto per mettersi in mostra nel miglior modo possibile. La più classica delle sorprese di giornata insomma. Per chi fa leghe a listone o numerose, per tutti quelli che lo hanno preso. Questa è la giusta occasione per sfoggiarlo come terzo in squadra, con copertura, magari!

KOUAMÉ: Fateci il callo che il buon Kouamè sarà spesso tra le sorprese. Non mancano i movimenti, l’impegno e la determinazione, manca la mira sotto porta. Le sue occasioni a partita le ha, starà a lui fare il salto di qualità per finalizzare. Non dovesse riuscirci, sarà un 5 garantito.

LIROLA: In attesa di Callejon (e probabilmente anche dopo) starà a Lirola prendersi la fascia destra, Iachini è il suo mentore e lo conosce, le qualità per diventare un semi top di reparto le ha, dobbiamo solo attendere che le tiri fuori con continuità.

TORINO – CAGLIARI

VOJVODA: Propositivo contro i bergamaschi, il kosovaro dovrebbe partite titolare nonostante gli impegni in nazionale, in cui sul tabellone ha portato a referto 2 presenze da titolare su 3 contro Macedonia e Grecia. Lo schieramento tattico della difesa a 4 di Giampaolo, nelle prime due partite, ha lasciato ad intendere che potrebbe essere il lato sinistro quello maggiormente bloccato, con conseguente maggiore licenza di offendere sul lato del giovane Mergim. Aggiungendoci anche un Cagliari che sugli esterni tende a concedere abbastanza, scegliamo lui come scommessa per un terzo-quarto posto nelle vostre difese.

ZAZA: Chi se non lui? Una statistica su tutte; in 4 incontri casalinghi contro il Cagliari, con le maglie di Torino e Sassuolo, ha segnato 4 reti. Se la cabala non vi interessa e non riuscite a sopportare l’attaccante lucano potete anche evitarlo, ma quale modo migliore ci sarebbe per allontanare la neo-concorrenza di Bonazzoli e le critiche dopo le prime due uscite deludenti?

OUNAS: Di Francesco ne ha parlato molto bene in conferenza stampa, ma non è ancora il suo momento per partire dal 1′. Vale la pena schierare un giocatore come lui, che non ha segnato molto in carriera e per giunta parte dalla panchina? La risposta è no, ma forse forse un po’ sì. Il motivo è che proprio per le sue caratteristiche c’è qualche possibilità che crei scompiglio nella retroguardia avversaria anche da subentrante, per cui è un azzardo visto che è anche listato attaccante, ma se avete alternative scarse e volete tentarvi un colpo a sorpresa, ci si può provare.

UDINESE – PARMA

OUWEJAN: Siamo in attesa del fatidico colpo della consacrazione. Ora che le aste sono finite, l’olandese può uscire allo scoperto e servire cioccolatini per la testa delle punte.

LASAGNA : La sua partita. Non inteso che sono queste le partite che lo esaltano, ma proprio che DEVE far sì che diventi lui il protagonista quasi inatteso. Con la Roma tanta imprecisione ma vediamo il lato positivo, potremo dire che comunque c’era. Si deve svegliare

KARAMOH: Le sue prime uscite sono state molto incoraggianti ed è seriamente candidato per poter giocare ancora dal primo minuto essendo Gervinho tornato dalla Nazionale soltanto un paio di giorni fa. La velocità e la capacità di essere imprevedibile potrebbero essere delle armi utili a scardinare la difesa di Mister Gotti. Quello che gli è finora mancato è stata la continuità di impiego e il rendimento. Per chi vuole osare potrebbe essere l’occasione giusta

CYPRIEN: Molto probabilmente sarà l’esordio del francese arrivato dal Nizza che tutti aspettano perchè ritenuto in grado di alzare il livello qualitativo del centrocampo di Liverani. Tecnica, visione di gioco e qualità questo ci si aspetta da lui con la possibilità che possa essere il rigorista della squadra (se la gioca con Kucka ed Inglese). Che possa subito stupirci?? Da capire se giocherà da regista oppure da mezz’ala

ROMA – BENEVENTO

BORJA MAYORAL: Dovrebbe partire dalla panchina, ma in ogni caso, considerando che la prossima settimana la Roma dovrà affrontare lo Young Boys in una partita difficile, non è escluso possa trovare spazio e perché no, magari avere subito la possibilità di portare bonus.

IAGO FALQUE: Lo spagnolo è l’altro ex della sfida. A differenza di Caprari non possiamo consigliarlo totalmente poiché deve ancora dimostrare di essere tornato al top. Resta però senza dubbio uno degli uomini di maggiore qualità di questa squadra. Di conseguenza va considerato come una scommessa che potrebbe regalare qualche gioia ai propri fantallenatori.

VERONA – GENOA

COLLEY: E’ entrato fortissimo con il Parma, mettendo subito in difficoltà gli avversari. Aggiungo che dopo un ottima percussione sulla sinistra aveva messo in mezzo un pallone che sarebbe valso il Pareggio se Favilli non l’avesse lisciata clamorosamente. Visto le varie assenze e infortuni, questa partita potrebbe essere l’occasione per mettersi in mostra. Unico neo che essendo praticamente listato ATT è difficile rischiare un posto per lui, ma se non avete giocatori con partite facili, potete farci un pensiero.

TUTTI I VERONESI: Okay molti di voi si diranno: ma che vuol dire tutti? Il fatto è questo: in poche partite abbiamo visto una squadra molto compatta e solida. E come l’anno scorso abbiamo questo avvio leggermente lento, per poi entrare in una fase di benessere fisico e mentale che ci porta a fare dei buoni risultati. In casa specialmente abbiamo fatto la maggior parte dei punti e ci sentiamo più sicuri, contro un Genoa che non è al meglio delle sue condizioni. Se è possibile trovate un posticino per il vostro giocatore scaligero in rosa.

SHOMURODOV & SCAMACCA: c’è grande curiosità di vedere entrambi all’opera, soprattutto l’uzbeko, che però è arrivato in Italia solo mercoledì, meno di una settimana prima della partita. Molto probabilmente, entrambi avranno minutaggio, chi dal primo minuto, chi da subentrante, ed entrambi avranno tanta voglia di fare bene. Se non avete nessuno di meglio come 3° slot – e avete avuto l’ispirazione e il coraggio di puntare su uno dei due in sede d’asta – è la vostra occasione.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy