Consigli Fantacalcio 38a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 38a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Porteranno gioie o saranno dolori. Ecco tutti i giocatori che possono essere una possibile sorpresa nella 38a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ultimo turno del campionato di Serie A 2018-19, è tempo di concentrarsi per le nuove formazioni e con esse giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutte le possibili sorprese  delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 38a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 38a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

FROSINONE – CHIEVO

Partita che non ha nulla da dire, tra due squadre già retrocesse. Si giocherà con la mente libera e con la voglia di divertirsi. Partita che apparentemente può essere ghiotta per i giocatori offensivi, ma! C’è pur sempre un ma! Attenzione alle sorprese di formazione, potrebbero esserci scelte che ben poco hanno a che fare con la tattica, come qualche giovane tipo Errico e Verde, citati dal mister in conferenza stampa, col primo che sarà convocato e con il secondo che forse lo sarà, dipende dalle condizioni di Paganini. Nonostante tutto, una buona stagione per il centrale gialloblù Bani. Sempre titolare (ha saltato solo qualche partita per infortunio), sempre il più affidabile dei difensori del Chievo. Rarissimi i gol dei difensori gialloblù in questa stagione: che possa essere la volta buona, all’ultima giornata?

BOLOGNA – NAPOLI

4 gol e 1 assist nei 228 minuti giocati con Sinisa Mihajlovic, 1 gol ogni 57 minuti d’impiego: escludendo quella di Milano, le restanti 3 reti hanno portato in dote 5 punti al Bologna. Questi i numeri della seconda parte di stagione di Mattia Destro, rispolverato dal tecnico serbo dopo una prima parte di campionato vissuta ai margini. Fatelo giocare, vogliamo sentire il rumore dei nemici. E’ un ex della partita, in questa stagione non ha ancora segnato, davvero vuoi rimanere a secco Blerim Dzemaili? Dategli una possibilità, perché con Poli che non sarà al 100% e lo svizzero dovrebbe avere più spazio. Dopo l’incontro chiarificatore con Ancelotti per definire il suo futuro il clima su Lorenzo Insigne sembra essersi rasserenato. Ci aspettiamo allora una buona prestazione per lui che con Mertens ha un buon feeling e potrebbe creare scompiglio nella difesa felsinea. Specificando che con lui non si ha mai la sicurezza del goal, lo inseriamo tra le possibili sorprese in quanto abbiamo comunque buone sensazioni su di lui. Chi lo ha può pensare di schierarlo, a patto di non sacrificare bomber più prolifici per lui.

TORINO – LAZIO

Baselli ha tenuto in mano le redini di un centrocampo tecnicamente obrobrioso, nonostante un finale di stagione forse un po’ sotto le attese. Noi lo premiamo in quanto a centrocampo può far davvero quello che vuole con le qualità che si ritrova, nella speranza che non sia un addio. Paladino di mille guerre vinte, carnefice di bomber ammassati uno dietro l’altro tra i suoi trofei di battaglia, Nicolas N’Koulou si è confermato un difensore eccezionale ed ha trovato continuità, voti ed anche qualche gol che non guasta mai. L’incostanza fatta persona, Berenguer deve meritarsi la riconferma e lasciare una buona impressione in quest’ultimo impegno è una prerogativa importante. Avrà il suo spazio, speriamo che tiri fuori il coniglio dal cilindro. Meno della metà dei gol segnati lo scorso anno in A: numeri che fanno male, soprattutto per chi ha puntato su Immobile come proprio top. Tra le tante assenze, lui in ogni caso sarà titolare in questa ultima gara contro una sua grande ex. Si spera in un colpo di coda finale, noi ci crediamo.

SAMPDORIA – JUVENTUS

In mezzo alla mediocrita’ generale che ci ha investito da settimane, il giovane belga Praet continua a dimostrarsi uno dei pochi a fornire sempre prestazioni discrete. Contro la Juve, che l’anno scorso sembrava vicina ad acquistarlo, ha sempre disputato delle buone gare e pensiamo che anche Domenica possa far bene. Neanche nelle previsioni più “antidybala” e pessimistiche ci si poteva immaginare una stagione così arida fantacalcisticamente. Consapevoli che quello che accadrà in futuro lo scopriremo solo vivendo, vediamo se in questa ultima passerella, in una partita che ha i presupposti per rivelarsi da gol, riuscirà Dybala a regalare un colpo di coda e un piccola soddisfazione ai propri disperati fantallenatori. Alex Sandro in dubbio per un botta al costato, ma anche in condizioni normali la sensazione che avesse potuto toccare ugualmente a Spinazzola era già nell’aria. Quest’anno, complice anche il recupero dal brutto infortunio, è stato centellinato dal mister, ma quando chiamato in causa, anche in partite di un certo peso, ha sempre offerto prestazioni più che positive, pur con qualche errore, dimostrando personalità, tecnica e una voglia matta di spaccare il mondo.

ATALANTA – SASSUOLO

Non ci aspettiamo particolari sorprese, nulla di quanto già scritto in sede di commenti. E’ una partita da dentro o fuori, confidiamo nelle certezze che in questi tre anni la squadra dell’Atalanta ha dato. La doppia cifra era alla portata, ma difficilmente Berardi la raggiungerà. Peccato, ma la sua stagione non è stata assolutamente da buttare. La partita è dura, ma potrebbe anche essere l’ultima con la maglia del Sassuolo e vorrà onorarla con una gara di impegno, che quest’anno non ha mai fatto mancare. Bonus difficile, ma è lecito sognare.

CAGLIARI – UDINESE

Per fare due nomi, Birsa e Despodov per esempio, che potrebbero trovare spazio in questa partita e magari far bene, o anche un bonus se siete fortunati, o anche i tre di centrocampo, che hanno sempre avuto il bonus imprevedibile. Gente come Joao e Pavoletti invece non figurerebbero come possibili sorprese, ma come quasi consigliato il primo dato che un gol può benissimo scappargli, e consigliato condizionale il secondo, nel senso che se gioca è da mettere, il problema è che per farlo dovete fare molta attenzione a non scoprirvi dato che rischiereste il buco.  Delusione fantacalcistica dell’anno, ma in questa gara potremmo trovare Lasagna nel tabellino dei marcatori.

FIORENTINA – GENOA

Leader e capitano della squadra Pezzella vorrà evitare in tutti i modi che la squadra retroceda: lo farà regalando un bonus? Difficile a dirsi ma mai dire mai. Alla fine si è dimostrato uno dei giocatori più validi a disposizione dei tre allenatori susseguitisi sulla panchina rossoblù: chi l’avrebbe mai detto dopo una partenza a rilento, con diverse papere anche grossolane, ed appena tre sufficienze nelle prime sette gare? Autore di parate notevoli e prestazioni determinanti negli ultimi mesi, Radu ha contribuito a suo modo a tenere vivo il Genoa fino all’ultima giornata. Il fatto che prenda gol da nove gare consecutive non può però lasciarvi indifferenti: questa sfida non dovrebbe fare eccezione. Tuttavia, proprio per la particolarità della partita in questione e per l’importanza specifica che una sua prestazione di alto livello potrebbe assumere, ci sentiamo di inserirlo tra le Possibili Sorprese.

INTER – EMPOLI

Politano regge solo 60-70 minuti ma in questo lasso di tempo è uno dei pochi a creare qualcosa di interessante in avanti. Anche a Napoli gli è bastato per evitare l’insufficienza. In settimana è stato scelto tra i quattro nerazzurri che hanno posato per la maglietta della prossima stagione, segno evidente che ci sarà il suo riscatto qualunque posizione in classifica occuperà l’Inter alle 22:30 di Domenica. Forse avrà convinto la dirigenza, ma per i tifosi deve dimostrare che ne vale la pena. Il vero attaccante aggiunto di questa squadra. Ci prendiamo il rischio di mettere Pajac tra le possibili sorprese perché l’avversario diretto è D’Ambrosio e non è Dani Alves e perché ultimamente il croato è stato semplicemente incontenibile su quella fascia.

ROMA – PARMA

Potrebbe essere l’ultima partita anche per Edin Dzeko. Edin non è stato solo un grande giocatore, forse il più forte che abbiamo avuto negli ultimi anni. Questo non è stato il suo anno migliore e qualche piccola nota stonata l’ha fatta. Però se lo scorso anno abbiamo sfiorato la finale di Champions, bisogna ringraziare soprattutto lui. Ci lascia con 87 gol e 38 assist in 178 partite ufficiali con questa maglia. Il Parma è l’unica squadra in serie a a cui non ha ancora fatto gol. Guerriero del centrocampo, Kucka è sempre l’ultimo a mollare e in questo girone di ritorno è riuscito a portare bonus inaspettati e dopo a Ceravolo è il rigorista. E’ l’unico che potrebbe eventualmente portare una soddisfazione inaspettata

SPAL – MILAN

Il miglior difensore spallino per distacco in questa stagione. Bonifazi si è messo ben in mostra per far capire a mister Mazzarri che il prossimo anno potrebbe giocare titolare nel Torino che ne detiene il cartellino. Ma potrebbe non bastargli quanto fatto fino ad oggi: due gol, uno con la Roma e l’altro con la Juventus. Che il Milan possa essere la terza vittima per chiudere in bellezza la stagione? Sembrava in vacanza, sembrava svogliato, forse già in ciabatte da mare. Poi però, nell’intervallo della sfida contro l’Udinese, Semplici deve avergli detto qualcosa che lo ha fatto tornare da Milano Marittima dritto in campo. Se dovesse giocare come nel secondo tempo contro l’Udinese, allora Kurtic sarà un giocatore impossibile da lasciare fuori. Il rischio che sia tornato in vacanza c’è, ma potrebbe essere lui la grande sorpresa in casa Spal per cercare di arrivare al decimo posto. Il turco Calhanoglu da quando è tornato a giocare da mezzala ha ripreso a esprimersi su livelli di rendimento molto buoni e anche contro la Spal ci aspettiamo una buona prestazione. Da “tuttocampista” riesce a dare qualità alla manovra, a fare una buona fase difensiva e anche a essere molto pericoloso in zona bonus. Possibile sorpresa che, considerando l’importanza della gara, va assolutamente tentata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy