Consigli Fantacalcio 26a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 26a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventiseiesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 26a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 26a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

SPEZIA – BENEVENTO

VERDE: Confidiamo in una buona prova da parte del nostro Verde, anche contro la Juve entra e dona freschezza e vivacità alla manovra e non riusciamo a capacitarci di come un Farias possa prenderne il posto sinceramente. Per noi lui resta uno dei pochi a dare manovra all’attacco e dovrebbe giocare sempre…magari se ne renderà conto anche il mister si spera!

VIOLA: Forse un pizzico di fatica per lui, che subisce l’inerzia della gara come tutti i suoi compagni. Ma se contro un Verona capace di giocarsela con tutti è accettabile come cosa, nella prossima gara no. Vogliamo un centrocampo in grado di dar solidità ad entrambe le fasi e lui dovrà essere il faro, sia con i suoi movimenti, sia con le sue giocate, sia con i suoi piazzati. La salvezza, soprattutto in queste partite, passa per i suoi piedi.

UDINESE – SASSUOLO

MOLINA: In grande crescita il laterale argentino, che ha messo in grande difficoltà Theo Hernandez. Complice il brutto momento di Larsen, potrebbe partire titolare. Nome interessante da seguire, sia per queste partite che per il prossimo anno

NUYTINCK: sempre presente in questa sezione o nei consigliati di giornata, la sua migliore stagione da quando è in bianconero

BOGA, DJURICIC e TRAORÈ: Con questa scelta ci rendiamo conto di sparare un po’ nel mucchio, ma dato che siamo tenuti a segnalare qualcuno, andiamo su loro tre più o meno a pari merito. Questo perché la titolarità farà molto la differenza. Djuricic è il più ispirato al momento; bene anche contro il Napoli, ma manca il goal. Defrel è tornato titolare mercoledì, mostrando una buona condizione e andando vicino alla rete in un’occasione. Poi c’è Traorè, che manca dal primo minuto da un po’ di tempo e la scelta ormai inizia ad essere un segnale, ma è anche vero che i due giocatori sopra citati hanno speso tanto contro il Napoli ed è difficile pensare che l’ex Empoli si faccia un’altra partita in panchina. I posti però sono solo due e, soprattutto, quello scritto per Berardi e Caputo vale anche per loro: la partita dal punto di vista tattico sarà molto complicata per il Sassuolo, che contro l’Udinese fa fatica anche a tirare in porta. Quindi le occasioni probabilmente saranno poche, ma se c’è qualcuno da segnalare oltre a Berardi e Caputo, questi sono per forza i Tre Moschettieri sopra citati.

JUVENTUS – LAZIO

CHIESA : Potrebbe fare staffetta con Cuadrado, la sua titolarità non è sicura ma Federico sta diventando ogni giorno che passa un fattore determinante in zona bonus. Schieratelo.

MARUSIC: In una Lazio non al top il buon Adam ha trovato continuità e sembra tornato quello della stagione d’oro in bianco-celeste. Unica sorpresa di questa stagione in quel di Formello. Nonostante la partita di Bologna ha sempre mostrato una grande solidità difensiva quanto offensiva. In virtù dell’assenza di Lazzari agirà sulla destra, fascia a lui più congeniale e che la Lazio sfrutta con maggiore quantità e qualità. Di contro la Juve a sinistra non ha un esterno alla Chiesa, ma bensì i vari Ramsey/McKennie che molto spesso tagliano verso il centro, costringendo il terzino (A.Sandro) a un ruolo maggiormente difensivo. In virtù di questa considerazione Adam troppe avere buon gioco in difesa e ottime possibilità di offendere e, visto il periodo di forma, chissà che non faccia particolarmente bene. Noi come sorpresa di giornata ci puntiamo. In difesa è un secondo- terzo slot, a centrocampo è un buon quarto.

CORREA: Ci son cascato di nuovo. Essì ci siamo cascati di nuovo. Non avendo giocato con il Torino la situazione non è cambiata. “Il Tucu ha segnato un gol meraviglioso in Champions League e anche a Bologna è parso uno dei più in palla. In un momento in cui Immobile non è al 100% è stato costretto – di fatto – a fare reparto da solo e anche con discreti risultati. A Bologna ha conquistato un rigore, ha rischiato un paio di volte di andare in gol e ha anche tirato in porta più spesso del solito. Certo, ogni tanto ancora vuole entrare in porta col pallone, ma i segnali sono stati più che positivi. Difatti non avesse sprecato un contropiede clamoroso il voto sarebbe stato più che sufficiente e avrebbe anche portato un bonus. Certo con i se e con i ma ci si fa poco nel calcio come nella vita, tuttavia le ultime prestazioni del Tucu lasciano ben sperare”. La Juventus sicuramente non è il Bologna e lascerà molto meno spazio alla manovra bianco-celeste. Per questa giornata il Tucu ha 2/5 perché è il classico rischiatutto: o tutto o niente. Il periodo di forma dell’argentino, la sua qualità e il fatto che in questo momento sia di fatto la prima punta laziale imporrebbero di schierarlo. Tuttavia sappiamo che può risultare completamente avulso dal gioco e che il brutto voto è sempre dietro l’angolo. Con lui il discorso è sempre lo stesso!
Tuttavia nelle grandi partite sembra sempre avere qualcosina in più (gol con il Bayern Monaco, assist all’andata con la Juve), per cui in assenza di valide alternative potete rischiarlo, consci che il brutto voto è dietro l’angolo.

ROMA – GENOA

EL SHAARAWY: Si avvicina sempre di più il momento dell’esordio o di quello in cui farà uno spezzone lungo, in cui potrà portare bonus. E’ da trattare sempre come scommessa se siete indecisi, questo è importante. Ma se siete coperti potete provarlo.

KARSDORP: Appena entrato ha fatto assist. La differenza tra lui e Peres si vede. Mettetelo perché sulle fasce la Roma può fare male in questa partita.

ZAJC: come al solito, può essere l’ago della bilancia della partita del Genoa. Va a sprazzi, ma quando è in forma è difficile da contenere. Nel derby ha sfiorato il gol con un tiro-cross che si è sfortunatamente infranto sull’incrocio dei pali, vecchia abitudine dai tempi di Empoli. Con l’assenza di Veretout può trovare più spazi tra le linee della formazione avversaria.

CROTONE – TORINO

SIMY E OUNAS: Il mercato di riparazione ha scombussolato un po’ le gerarchie in avanti. Più concorrenza per Simy, che ne ha approfittato della defezione di Di Carmine rispondendo con un bel gol. Battere il ferro finchè è caldo. Ounas, prima dello stop era uno degli uomini più in palla. Per entrambi il discorso è semplice: copritevi se volete schierarli.

GLI ATTACCANTI GRANATA: E’ una sorpresa di reparto data la particolare situazione e l’avversario che tende a subire tanto, non trovandosi a caso ad essere la cenerentola di lega. Zaza ha dalla sua una grande tradizione contro le piccole, Bonazzoli potrebbe finalmente essere proposto come titolare, Verdi se in campo dovrebbe avere dalla sua i rigori, ed infine Sanabria che vorrà ben figurare all’esordio in maglia granata. Degli ultimi tre nessuno è certo del posto secondo le varie testate, ma è altamente probabile che tutti trovino spazio perlomeno a partita in corso. Pensandoci bene, se non si schierano gli ultimi slot contro il Crotone, cosa sono stati comprati a fare?

FIORENTINA – PARMA

EYSSERIC: Fa strano inserire Eysseric tra le possibili sorprese, difficile poi che qualcuno lo abbia in rosa. Però le vie del calcio sono infinite e da fuori rosa trattato come se avesse la peste, Prandelli ne ha tirato fuori un giocatore utile a far rifiatare Ribery, ed ora ha di nuovo la possibilità di farsi valere fin dal primo minuto. Contro lo Spezia fece molto bene, potrebbe ripetersi in questa delicata sfida.

MALCUIT: Mazzolato senza senso dal pagellista nella sfida contro l’Udinese, ci aspettiamo di vederlo spingere sulla fascia con migliore qualità dei suoi compagni di reparto. Il ballottaggio a 3 ci dice che non è detto che sia lui il titolare, ma se non si ha di meglio da schierare si può tentare ( con copertura).

KARAMOH & MIHAILA: I due giovani esterni emiliani sono in buona forma e possono mettere in apprensione la piuttosto statica difesa viola. Potere alla fantasia.

VERONA – MILAN

FARAONI E LAZOVIC: Sembra di vedere gli stessi giocatori che l’anno scorso hanno fatto la differenza in squadra. Prestazioni in continuo miglioramento, però questa giornata avranno entrambi degli avversari più tosti. Se anche oggi confermano quanto fatto nelle recenti partite, possiamo finalmente dire di aver recuperato i nostri esterni.

LEAO: Lo riproponiamo di nuovo qui, come scommessa di giornata. La posizione di prima punta ci stuzzica, visto che ha dimostrato di saper far bene quando chiamato in causa. Purtroppo la costanza non è il suo forte e in qualche gara ha decisamente fatto rimpiangere Ibra…quindi il rischio di disputare un’altra gara a secco c’è, considerato anche che il Verona subisce molto poco. Se vi avanza un posto nel tridente e non avete di meglio il portoghese è schierabile, consapevoli dei rischi. Se invece avete alternative con gare più alla portata la panchina non è un’eresia.

SAMPDORIA – CAGLIARI

CANDREVA: Altro +1 pur in una partita non particolarmente entusiasmante. Per il tifoso doriano sta iniziando a diventare un pochino urticante ma visto che la fantacalcio contano il voto e i bonus.. potrebbe essere nuovamente schierabile.

CRAGNO: Cinque gol subiti nelle ultime sette partite, due clean sheet nelle ultime due e voti quasi sempre dal 6,5 in su. Stavolta potrebbe non rimanere imbattuto ma rimane sempre una scelta affidabile, ancora di più se giocate con il modificatore.

PAVOLETTI: Sapete come funziona: non si sa se farà bene, anche se le premesse sono incoraggianti. Tuttavia, a lui basta un pallone crossato con i giri giusti e può colpire in qualunque momento. Se ve la sentite, potete dargli tranquillamente un’occasione.

NAPOLI – BOLOGNA

GHOULAM: In queste due ultime partite in cui ha trovato spazio si è visto un buon terzino, coi piedi è anni luce avanti ai suoi concorrenti e le incognite sono solo fisiche, ma se sta bene può dare soddisfazioni.

SOUMAORO : Il centralone francese viene da un filotto di buone prestazioni, non è garanzia di rendimento (5,5 nella scorsa sconfitta per FC) ma può essere un buon azzardo da modificatore come quarto difensore se non avete alternative. Non è consigliato solo per la forza dell’avversario, ma ha saputo tenere testa a Immobile e anche a Ibra (nonostante un “bagher” rivedibile), quindi a nostro avviso vale un tentativo se giocate con il bonus difesa. Buon colpitore di testa, è pericoloso anche sugli angoli

INTER – ATALANTA

HAKIMI: Si, non ha sempre brillato il nostro Hakimi nelle sfide più delicate. Anche contro Theo Hernandez nel derby, prima di inventarsi quel passaggio che ha poi portato al gol e a cambiare anche la sua prestazione da quel momento in poi, sembrava far fatica. Noi non sappiamo come andrà a finire lo scontro con Gosens, ma sappiamo che sarà uno di quelli che più potrebbe influenzare il match. Disinnescare Gosens potrebbe togliere all’Atalanta una delle sue armi più efficaci, non tanto in quanto rifinitore, ma in quanto vero e proprio generatore di soluzioni offensive.

ILICIC: Contro il Crotone abbiamo rivisto il miglior Ilicic: sprazzi di classe, giocate sopraffine, gol al bacio e assist. Stare a riposo pare gli abbia fatto bene: adesso tutto l’ambiente e lui per primo attendono una conferma. L’Inter non è l’avversario ideale, vero, e contro squadre chiuse e concentrate a difendere Josip ha sempre faticato, ma la posta in gioco è alta e lui non vorrà mancare l’occasione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy