Consigli Fantacalcio 25a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 25a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Ecco tutte le possibili sorprese della 25a giornata di campionato, direttamente dal forum Fantamagazine!

di Patrizia Monaco

Con il venticinquesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, gli sconsigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 25a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

BRESCIA – NAPOLI

Le rondinelle di Diego Lopez sono reduci dalla sconfitta subita domenica scorsa contro la Juventus, durante la quale hanno saputo comunque tenere testa ai campioni d’Italia nonostante le importanti assenze (su tutte quella di Tonali). Adesso il Brescia ospita il Napoli e tra le possibili sorprese del match inseriamo Zmrhal che con Lopez è stato ripescato dal cilindro ed ha fatto vedere di che pasta è fatto. Per noi rimane un buon giocatore, che magari nelle ultime due partite ha sofferto la lontananza dal campo dei mesi scorsi. Insomma, se lo avete e vi piace il rischio, potreste farci un pensierino.

Per quanto riguarda il Napoli, a fare bene possono essere due elementi del reparto offensivo. Il primo è Politano: dovrebbe toccare a lui, finora non ha impressionato ma non è arrivato in gran forma e nelle ultime settimane ha lavorato molto per affinare la condizione fisica. Potrebbe essere una grande chance, chi lo ha può giocarsi la carta per un 3° slot interessante. Il secondo è Milik: recuperato velocemente, si candida anche per un posto da titolare (che potrebbe ottenere al fine di schierare Mertens contro il Barca). Comunque anche se partisse dalla panchina sarebbe un’ottima scelta e, seppur con copertura, si può schierare perché in mancanza di Mertens resterebbe il finalizzatore principale della squadra.

BOLOGNA – UDINESE

La squadra di Mihajlovic deve assolutamente tornare alla vittoria per dimenticare la brutta sconfitta casalinga dello scorso weekend. Tra gli uomini che possono contribuire al raggiungimento dell’obiettivo c’è Palacio che sta vivendo una seconda giovinezza in quel di Bologna, anche se ultimamente, nonostante le grandi prestazioni, non riesce a trovare il gol con facilità. Stavolta più che mai, complici le numerose assenze, dovrà guidare il gruppo con la sua esperienza e lettura delle partite. Se avete un terzo slot da occupare… provateci.

Tra i ragazzi di Gotti, invece, è Nuytinck l’uomo su cui scommettere perché attraversa un grandissimo momento di forma e continua ad essere una macchina da voti alti; dal suo lato, però, agirà Orsolini, l’uomo più pericoloso del Bologna, quindi è giusto fare attenzione. Ma in caso di risultato positivo, potreste ritrovarvi un altro 7 in difesa.

SPAL – JUVENTUS

Servirà un’impresa alla Spal per portare a casa almeno un punto contro la Juventus. Noi puntiamo su Strefezza che dovrebbe tornare titolare sulla fascia destra e De Sciglio non è un avversario irresistibile. Si tratta comunque della Juve e quindi vi invitiamo a valutare molto attentamente le vostre alternative. Se però siete amanti delle scommesse ad alto rischio Strefezza fa al caso vostro: non ci aspettiamo piogge di bonus, ma potrebbe comunque cavarsela con un voto sufficiente pur in una partita altamente proibitiva come questa.

Gli ospiti saranno già proiettati alla gara di Champions ma vorranno comunque essere protagonisti di una prestazione di alto livello per galvanizzare i propri tifosi. In questo caso può essere il solito Dybala a regalare spettacolo dopo che, senza Ronaldo, si è caricato la squadra sulle spalle contro il Brescia, segnando finalmente su calcio di punizione diretto. E’ in forma e può bissare tranquillamente anche in questa partita.

FIORENTINA – MILAN

Sfida interessante quella che attende sabato sera la squadra di Iachini e quella di Pioli. Gli occhi saranno puntati su due attaccanti di generazioni diverse, il giovane Vlahovic e il “veterano” Ibrahimovic, entrambi inseriti tra le possibili sorprese di Fantamagazine. Il talento classe 2000 giocherà contro il suo mito e la doppietta contro la Samp potrebbe essere uno specchietto per le allodole per chi non avesse visto la partita, soprattutto dopo il 3-0 con ben 0 tiri in porta. Ciò non toglie che Vlahovic sta passando un bel momento ed è meglio battere il ferro finché è caldo.

Per quanto riguarda lo svedese, se non avete alternative migliori, potete pensare di schierarlo anche nell’ostica trasferta di Firenze. Contro il Torino non è stato adeguatamente rifornito a causa del calo fisico della squadra, sabato sera ci aspettiamo che i rifornimenti possano tornare a essere qualitativamente migliori. Zlatan non agisce solo da finalizzatore ma anche da regista offensivo: se non segna può benissimo regalarvi un assist o, alla peggio, un bel voto, perché allo svedese basta anche una giocata per risultare decisivo nell’economia dell’incontro.

A lui si aggiungono anche altri due elementi rossoneri: il primo è Calhanoglu, che se non fosse per il problema accusato la scorsa settimana sarebbe senz’altro consigliato perché la nuova posizione lo rende particolarmente appetibile al fantacalcio e al Franchi ha tutte le possibilità per essere nuovamente decisivo. A Firenze, infatti, ha sempre segnato nelle precedenti stagioni. In più la Fiorentina è tra le sue vittime preferite in Serie A: 3 gol e 2 assist il suo bottino fin qui. Insomma, se credete nella cabala sapete cosa fare. Senza dimenticare che il buon Hakan, quando la gara è trasmessa su Dazn, riscopre quasi sempre la sua vena realizzativa. Anche per lui, ovviamente, vale il solito discorso della valutazione delle alternative. Il secondo è capitan Romagnoli che è reduce da una delle migliori prestazioni stagionali: contro il Torino non ha praticamente concesso nulla a Belotti e compagni, portando a casa anche un buon voto. Vogliamo rinnovargli la nostra fiducia: riuscirà a trovare continuità in termini di rendimento e tornare a essere utile in chiave modificatore? Se non avete di meglio, nonostante la trasferta al Franchi potete farci affidamento.

GENOA – LAZIO

Reduci da due vittorie consecutive, i ragazzi di Nicola si trovano ad ospitare una delle squadre più in forma del nostro campionato. Tra le possibili sorprese rossoblu c’è Soumaoro, capace di aprire le marcature contro il Bologna. In Francia ne parlavano molto bene e sono bastate due gare per rendersi conto del perché. Esperienza, fisico e centimetri sono quello che propone il centrale difensivo ex-Lille. Basteranno per arginare Immobile & co.? Probabilmente no, ma se siete amanti delle scommesse rischiosissime una puntata la potete fare: in caso di risposta affermativa, infatti, il votone è assicurato.

Tra i laziali scommettiamo invece su Correa che non gioca titolare dal derby di fine gennaio. La ricaduta al polpaccio e un Caicedo in grande spolvero lo hanno relegato a riserva di lusso. Inzaghi lo ha provato tra i titolari in settimana, quindi facile pensare che questa volta sarà lui ad affiancare Immobile. Fateci un pensierino, se non avete alternative top.

VERONA – CAGLIARI

Finora il Verona rappresenta probabilmente la realtà più sorprendente di questa stagione e chissà che anche questo weekend la squadra di Juric non riesca a portare a casa un risultato utile. Tra i gialloblu puntate su Rrahmani che, dopo un piccolo calo di rendimento, sembra di nuovo ritornato il giocatore solido che finora ha dimostrato di essere. Questa partita è difficilissima, ci sarà bisogno di lui e può fare bene. Spostandoci un po’ più in avanti, c’è Lazovic che, nonostante le ultime prestazioni un po’ sottotono, rappresenta un elemento importante in fase offensiva, complice l’assenza di tanti compagni.

La sorpresa dei sardi potrebbe invece essere Cragno: anche contro il Napoli un gol subito, ma comunque meglio della media delle partite precedenti in cui erano dai due in su. Non ha potuto fare nulla sul gol, ma ancora non ha fatto vedere prestazioni da modificatore. Contro il Verona ci può stare schierarlo, crea molto ma non segna tantissimo, magari può essere l’occasione giusta per il nostro portiere per tornare a esaltarsi.

TORINO – PARMA

Uno non segna da diverse settimane con l’ultimo gol arrivato ad inizio gennaio. L’altro in questo periodo ha visto poco il terreno di gioco a causa di turnover e infortuni vari. Nel Torino che non vince da ben 5 giornate le possibili sorprese sono rappresentate dal tandem offensivo formato da Belotti e Zaza.

Tra i crociati, invece ci aspettiamo la classica partita “alla Gervinho“, ovvero con un Parma fuori casa, in salute contro una squadra in difficoltà, dove potrebbero esserci gli spazi giusti per poter fare la differenza in contropiede e dove l’ivoriano sa essere micidiale. Probabilmente non ha ancora i 90 minuti nelle gambe come dimostrato contro il Sassuolo dove dopo neanche un’ora è uscito, ma in questa gara è difficile pensare di farne a meno

ATALANTA – SASSUOLO

I nerazzurri sono gli uomini del momento, capaci di battere con un risultato netto il Valencia nella gara di andata di Champions. Contro il Sassuolo non bisogna però abbassare la guardia e, dopo essere partito dalla panchina mercoledì sera, potrebbe essere Zapata a decidere la partita. Senza le fatiche di Champions e con una settimana di allenamenti in più sulle gambe, infatti, ci aspettiamo un Duvàn quasi ai vecchi livelli. Bonus altamente probabile. Puntate anche su Malinovskyi, che domenica potrà dire la sua, in un modo o nell’altro. Ormai non è più una scommessa, ma una certezza, e ha ripagato tutti quelli che hanno scommesso su di lui: da mettere. Chiudiamo con Hateboer che dopo aver ricevuto critiche su critiche ha risposto con una doppietta agli ottavi di Champions (e con che gol). Non se ne è mai andato, adesso ha suonato la carica: con la mente libera ritroverà la lucidità sottoporta che lo ha contraddistinto lo scorso anno.

Per quanto riguarda i neroverdi, l’unico nome che rientra tra le possibili sorprese è Boga:  in una gara che sarà incentrata su difesa e ripartenze, un giocatore come lui potrebbe trovare terreno fertile per le sue giocate, inoltre l’Atalanta sembra una squadra che proverà a trovare la vittoria seguendo la sua filosofia, senza avere troppe attenzioni per un singolo giocatore avversario, per cui visto che Boga prende parte in maniera decisamente minore alla fase difensiva rispetto ai suoi colleghi di reparto (vedi Berardi), può sfruttare con maggior lucidità eventuali contropiedi.

ROMA – LECCE

Dopo la vittoria in Europa League, I giallorossi dovrebbero tornare in fiducia e tra loro la possibile sorpresa potrebbe essere Mkhitarian che in casa riesce a fare spesso bene.

Tra gli ospiti, la prima possibile sorpresa risponde al nome di Mancosu che sta vivendo un momento di forma strepitoso e che affronterà una Roma che invece non sta passando il momento migliore. Con molta ma molta probabilità, Mancosu verrà schierato come seconda punta, il che può aumentare in maniera sensibile la sua eventuale predisposizione al bonus. Ma non è escluso che Liverani lo faccia giocare come secondo trequartista con Barak: la situazione non dovrebbe cambiare tantissimo per lui. Il consiglio che noi vi diamo senza ombra di dubbio è di schierarlo, anche perché quando lo abbiamo inserito qui nelle possibili sorprese ha lasciato sempre un dolce ricordino ai suoi possessori.

INTER – SAMPDORIA

I nerazzurri vorranno rifarsi dopo la sconfitta contro la Lazio e tra le possibili sorprese del posticipo domenicale c’è Eriksen ma non solo per il gol arrivato in Europa League. Anche se non dovesse partire dal primo minuto, ha dimostrato che gli basta poco per accendersi. Dopo l’incrocio nel derby, una fucilata a Strakosha che per poco propiziava il pareggio sulla Lazio ed un assist a Lukaku non sfruttato dal belga, fino al primo centro in maglia nerazzurra in terra europea. Anche se solo per uno spezzone, vale sempre la pena trovargli un posto.

Sul fronte blucerchiato, se proprio dobbiamo aggrapparci a qualcuno in un momento disperato come questo, questo qualcuno non può che essere l’uomo dai gol impossibili, sir Quagliarella. L’Inter ha dimostrato di non essere impenetrabile e lui, con tutti i limiti e le precauzioni del caso, potrebbe avere la possibilità di punirla.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy