Consigli Fantacalcio 25a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 25a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della venticinquesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 25a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 25a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

LAZIO – TORINO *(partita che potrebbe essere rinviata)

MILINKOVIC: Qualità superiore, poco da dire, in un’annata dove la Lazio di certo non ha brillato il Sergente ha dimostrato di essere uno dei top 5 centrocampisti in Europa. La sua maturazione appare finalmente completata diventando un tuttocampista fenomenale. Anche nella debacle con il Bologna ha ben figurato ed è stato il migliore dei suoi. Quest’anno ha aggiunto al suo immenso repertorio anche le punizioni. Insomma un giocatore da 100 milioni che si merita il Bayern Monaco, ma finchè è a Roma noi ce lo godiamo. Impossibile non metterlo

MARUSIC: In una Lazio non al top il buon Adam ha trovato continuità e sembra tornato quello della stagione d’oro in bianco-celeste. Unica sorpresa di questa stagione in quel di Formello. Nonostante la partita di Bologna ha sempre mostrato una grande solidità difensiva quanto offensiva. Quest’oggi vogliamo premiarlo e contro gli esterni granata può fare molto bene. Noi ci puntiamo. In difesa è un secondo slot, a centrocampo è un buon quarto.

BREMER: Nel buio totale della sfida col Sassuolo scegliemmo Izzo, questa volta invece tocca al brasiliano per una serie di motivi più o meno logici. Il primo è che negli scontri con le big, andando ad analizzarli uno per uno, ha spesso portato buoni voti nonostante le debacle di squadra. Il secondo, è che servirà tutta la sua fisicità per arginare la velocità degli attaccanti e trequartisti biancocelesti, soprattutto da un lato in cui Lazzari dispensa una buona mole di cross pericolosi. Il terzo, è semplicemente che parliamo di un giocatore tra le migliori conferme di stagione, con un’indole al gol che lo stanno portando tra i migliori centrali marcatori della serie A. In the darkness, puntiamo la nave verso i porti più sicuri.

JUVENTUS – SPEZIA

RONALDO : Segna quasi il 50% dei gol bianconeri, Cristiano non ha intenzione di fermarsi e lo Spezia è un occasione ghiotta per incrementare il suo bottino in campionato.

VERDE: Quando è entrato a partita in corso ha sempre fatto bene dimostrando di avere la voglia e la tecnica che servono a questa squadra, questa giornata dovrebbe essere impiegato dal primo minuto e chissà che non possa mettere in difficoltà una difesa juventina che, sebbene sempre fortissima, ha diverse assenze. In caso di fantasquadra incerottata e/o febbricitante affidatevi alla vostra

SASSUOLO – NAPOLI

CAPUTO: 3 gol nelle ultime 3 gare, 4 nelle ultime 5, Ciccio Caputo è tornato; inoltre ribadiamo come il Napoli, già non in grande forma, ha giocato tre gare negli ultimi 10 giorni, mentre il Sassuolo, complice in rinvio contro il Torino, ha potuto riposarsi ed allenarsi per bene a questa gara. Difficile rinunciare a Caputo a queste condizioni, e tenendo presente che difficilmente i neroverdi resteranno a secco.

MERTENS: Chi se non Ciro? Torna titolare dopo 74 giorni e gli bastano due palloni per mettere la firma sulla partita. Non è affatto al top della forma anzi, c’è ancora da lavorare ma la sua presenza lì avanti fa tutta la differenza. Contro una difesa come quella del Sassuolo tutt’altro che impenetrabile gli basta una giocata per il bonus pesante.

CAGLIARI – BOLOGNA

GODIN: Sta avendo un ottimo rendimento da prima dell’arrivo di Semplici, a eccezione dell’errore (singolo, ma decisivo) contro il Torino: con il cambio allenatore s’è confermato a quei livelli, per cui ci auguriamo continui ad andare così. Unica controindicazione, potrebbe soffrire il tipo di attaccante che è Barrow; tuttavia pensiamo abbia l’esperienza necessaria per uscirne comunque bene.

SKORUPSKI: non c’è modo migliore per convincervi a schierare il portiere polacco, se non elencandovi i voti (fonte gazzetta) presi in questo 2021, ovviamente senza contare i malus: 7 – 8 – 7 – 6,5 – 5 – 7 – 8. Alla voce gol subiti un bel 6, di cui 4 però contro Milan e Juventus, non proprio le ultime arrivate… Ora, se questi numeri non vi convincono a metterlo contro il Cagliari, nient’altro ci riuscirà. C’è qualche controindicazione? Volendo sì: la sola insufficienza l’ha presa proprio quando lo abbiamo inserito in questa sezione, ma noi non siamo superstiziosi… Vero?

SOUMAORO: Ci avevamo visto giusto ad inserirlo nelle sorprese per il voto da Mod. alla scorsa, e lui ci ha premiato con un 7 secco riuscendo ad annullare un attaccante come Immobile. Da quando è stato lanciato titolare ha steccato soltanto al debutto, se avete scommesso su di lui alla riparazione è arrivato il momento di lanciarlo nei titolari, sperando che continui su questa strada.

MILAN – UDINESE

REBIC: La partita con la Roma ha restituito al Milan e ai fantallenatori che ci hanno puntato quest’anno la miglior versione del croato, che contro i giallorossi è stato letteralmente devastante, risultando protagonista in diverse azioni, oltre che in quella del gol decisivo da lui realizzato. Senza Ibra avrà qualche responsabilità offensiva in più e considerando che si è sbloccato e dovrebbe giocare (il problema accusato domenica non dovrebbe minare la sua disponibilità) mercoledì sera, per come ci ha abituato l’ex Eintracht il ferro va battuto finché è caldo. Da schierare a meno di alternative migliori.

DE PAUL: Sempre lui, una macchina da bonus impressionante. Altro assist decisivo contro la Fiorentina, altro +1 per i fantallenatori. Il match è difficile ma Don Rodrigo va sempre schierato.

GENOA – SAMPDORIA

DESTRO: torniamo a scommettere sul bomber rossoblù: dopo un mese di gennaio in cui è stato a dir poco devastante, segnando praticamente in ogni partita e trasformando in oro tutto quello che toccava, il centravanti del Genoa si è preso qualche giornata di pausa, complice anche un calo complessivo della sua squadra. Nel derby, però, le valutazioni prescindono da tali ragionamenti: lui conosce l’importanza di una sfida stracittadina (ha già giocato sia il derby di Roma che il derby di Milano), e vuole piazzare il gol che lo farebbe tornare in doppia cifra. A questo giro, noi puntiamo sul riscatto di Mattia.

CANDREVA: Ci riproviamo consapevoli del fatto che qualcuno potrebbe storcere il naso. L’atteggiamento passivo con cui si è fatto bruciare da Gosens non è certamente un buon auspicio ma Czyborra non è Gosens e l’impressione è che in questo duello possa essere lui quello a far male e non viceversa. Batte piazzati, è vice rigorista e se c’è una dote che la sua esperienza all’Inter gli ha regalato, è quella di farsi scivolare addosso le critiche.

BENEVENTO – VERONA

VIOLA: Poche parole su di lui, giornata dopo giornata si dimostra un perno della squadra ed è fondamentale. Per il Fantacalcio sono gioie e dolori, noi però siamo positivi per questa giornata e quindi ci aspettiamo una gioia.

ZACCAGNI E BARAK: Entrambi godono di un ottimo momento di forma, dando il massimo impegno in campo e con un contributo sempre prezioso. E’ vero, Barak per ora fa qualcosa in più rispetto a Zaccagni, ma Mattia è stato troppo preso di mira dagli avversari, lasciando lo possibilità a Barak di affondare i colpi in attacco. Tutte e due sono da schierare, senza se e senza ma.

ATALANTA – CROTONE

MALINOVSKYI : Finalmente è arrivato il tanto agognato gol che potrebbe averlo sbloccato mentalmente (ce lo auguriamo con tutto il cuore). Al momento tutto la trequarti è un enorme rebus però il consiglio di Ruslan rimane sia che parta dal 1′ sia che entri a gara in corso. Lo si era ben visto quando è entrato contro il Real e ce lo ha confermato ieri con la Sampdoria. Proviamo a cavalcare l’onda e vi diciamo di trovargli un posticino nei vostri centrocampi, con la regola che vale dalla prima giornata all’ultima di essere coperti ance con lui. Speriamo ci delizi ancora con un mancino dei suoi gol

OUNAS: Chiunque sarà il nostro nuovo allenatore, dovrà ripartire anche da lui e dalle sue giocate. Anche contro il Cagliari è stato il migliore, e quel palo ancora grida vendetta.

FIORENTINA – ROMA

MARTÍNEZ QUARTA: Il consigliato di questa Fiorentina non può che essere El Chino Martínez Quarta, unico giocatore viola capace di distinguersi in mezzo a cotanta mediocrità. Come al solito, contro l’Udinese ha fornito un’ottima prestazione, non concedendo mai alcuna occasione agli avversari e dando inizio alle migliori azioni della Fiorentina. Ciliegina sulla torta la traversa colpita con un tiro da centrocampo.. e se non fosse stato boicottato dai propri compagni di reparto sarebbe anche riuscito a mantenere la porta inviolata. Difensore dotato di grande personalità e ottimo senso dell’anticipo, dimostra anche grande intelligenza riuscendo a rimediare agli errori difensivi dei compagni. Inutile dirvi che questa giornata si ritroverà a duellare con i vari Pellegrini, Pedro, Karsdorp e che dunque molto probabilmente prenderà 5-0.5 oppure 6.5/7. Scommessa da fare esclusivamente in ottica modificatore di difesa e sconsigliata agli avversi al rischio, vista la sconfitta quasi certa della Fiorentina.

MANCINI & SPINAZZOLA: Chiunque pensa che il gol subito sia colpa di Mancini, si sbaglia. Quello è un errore del portiere che ha messo in difficoltà, sorprendendola, tutta la linea difensiva. Lui e Spinazzola sono ad oggi i migliori della Roma per distacco. Grinta e personalità.

PARMA – INTER

KUCKA: Saremo forse un po’ monotoni a inserirlo sempre qui, ma è veramente l’uomo migliore della squadra che non molla mai e combatte anche nelle evidenti difficoltà che sta attraversando la squadra. Anche in una partita così delicata è assolutamente schierabile, perchè è rigorista perchè va sempre vicino a segnare sfruttando la sua capacità sulle palle aeree e sugli inserimenti

LUKAKU : Ah rega, ma di che parliamo? Ormai lo mettiamo qui di default, superfluo spiegare il perchè.

SANCHEZ : Queste sono le sue partite: probabile elevato minutaggio e difesa avversaria non proprio impenetrabile. Se non ora, quando?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy