Consigli Fantacalcio 24a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente al Fantacalcio nella 24a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventiquattresima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli Fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 24a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 24a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

SPEZIA – PARMA

NZOLA: “Senti nell’aria ce giààààà profumo di muffa e di formaggio che vàààà come un bambino che sà di felicitàààààà”…Avrebbe cantato così Albano alla sagra di paese per elogiare il rientro del nostro GORGONZOLA! Si Gioca contro il Parma, e sarà una gara molto aperta, servono punti preziosi per stare più sereni e lontani dalla zona retrocessione. Direi che c’è poco altro da aggiungere!

KUCKA: Ormai abbonato fisso in questa sezione, Kucka è l’anima di questa squadra, lotta e corre su ogni pallone nonostante le evidenti difficoltà emotive della squadra. Sarà il capitano se Bruno Alves non sarà in campo e questo gli potrà dare un’ulteriore carica. Ci aspettiamo una gara da combattente con possibili inserimenti senza palla e la sua rinomata appetibilità dal dischetto nel caso ci fosse un rigore a favore.

BOLOGNA – LAZIO

SORIANO: E’ tornato al bonus pesante dopo un digiuno che durava 10 partite. Difficile ripetersi contro un avversario difficile come la Lazio, ma è l’unico da schierare “sempre” del BFC. Capocannoniere della squadra, da valutare soltanto se avete alternative da bonus più appetibili, altrimenti dentro senza dubbi!

LUIS ALBERTO: In sette partite contro i rossoblu, due gol e quattro assist. Bologna vittima preferita di Luis Alberto che è stato uno dei pochi a salvarsi nella brutta sconfitta di Champions. Già sette gol in campionato, oltre le più rosee aspettative, e continue incursioni per vie centrali in area di rigore che aumentano le possibilità di conclusione a rete. E se il Mago ha deciso di portare solo bonus pesanti, possiamo anche perdonarlo se nella casella assist c’è ancora lo zero.

VERONA – JUVENTUS

ZACCAGNI E BARAK: Senza troppi giri di parole, le prestazioni parlano per loro. Entrambi trascinatori della squadra, fondamentali in ogni situazione, sono i giocatori chiave di quest’anno. Se avete uno dei due in squadra, è lecito dargli un posto a meno che avete diversi giocatori da top di reparto.

CHIESA : Il Verona concederà spazi e Federico sta dimostrando di essere in un eccellente forma e molto pericoloso in campo aperto. Molto più determinante in trasferta ( 3 delle 5 reti stagionali sono venute lontane da Torino).

SAMPDORIA – ATALANTA

CANDREVA: Consigliato è una parola grossa. A suo favore gioca l’esperienza, la possibilità che sia lui tirare eventuali rigori (non fosse in campo Quagliarella) e la speranza che un Gosens più orientato ad attaccare gli lasci un po’ di libertà in più. Poca roba comunque.

MURIEL: Partiamo da un presupposto. E’ uscito stremato dalla sfida contro il Real Madrid, e non è escluso che possa partire dalla panchina contro la Sampdoria (vedasi ballottaggio). Ma in tutto questo sapete benissimo cosa fare se gioca dall’inizio e a maggior ragione se gioca dalla panchina.

CROTONE – CAGLIARI

OUNAS: Impatto ottimo con l’ambiente Crotone, gioca contro la sua ex squadra, con cui avrà voglia di rivalsa, visto il poco minutaggio acquisito. Buon voto alla portata, e anche discrete possibilità di bonus.

JOAO PEDRO: L’unica controindicazione per schierarlo è l’incognita del nuovo allenatore. Finché c’era Di Francesco, Joao giocava nella maniera in cui poteva rendere meglio, sfruttando le occasioni che gli capitavano: cosa succederà con Semplici non si sa. Per contro, abbiamo: cambio allenatore e possibile scossa della squadra in seguito a questo, scontro diretto da vincere per forza e avversario con 55 gol subiti in 23 partite. Nonostante le incognite di cui sopra, si fa davvero fatica a lasciarlo fuori in questa.

INTER – GENOA

LUKAKU : Ormai abbiamo finito le parole per lui, e non penso che dobbiamo spiegarvi perchè vada messo a prescindere. Se potessimo, gli daremmo indice di appetibilità 6/5.

ZAPPACOSTA: Si troverà di fronte un Perisic rinato e in palla, ma anche il nostro Zappa non scherza: sarà un duello interessante, tra 2 giocatori che puntano molto sulla corsa e sulla resistenza, e un difensore che gioca esterno di centrocampo con licenza di spingere può essere un buon 3° slot da schierare. Anche contro questo Perisic e questa Inter.

SHOMURODOV: Ma come… sconsigliate Destro e consigliate Shomurodov? Beh in un certo senso si…. Nel senso che un Destro che non segna difficilmente regala buoni voti, anzi l’insufficienza è quasi certa. Diverso il discorso per Eldor: ha le qualità tecniche per poter ben figurare, soprattutto al cospetto di una difesa ben messa dove la prestanza fisica e la capacità di tenere palla può essere una soluzione importante per mister Ballardini. Difficilmente ci possiamo aspettare un bonus, ma un buon voto è possibile. Consigliato quindi più per dire: se avete un buco libero in attacco e volete provare la carta jolly uzbeca perchè no?

UDINESE – FIORENTINA

DE PAUL: A volte conviene non dire niente e far parlare i propri sensi. Se quando pensate a lui vi sale un brivido nella schiena, quello è il segnale che siete di fronte ad un (quasi, perché dipende da classic o mantra) imprescindibile.

NUYTINCK: ormai è diventato un must di questa sezione

VLAHOVIC: La crescita del ragazzo è sotto gli occhi di tutti, inutile aggiungere altro sotto questo aspetto.
Avremmo voluto inserirlo con un 4 nell’indice ma Nuytinck gli si incollerà addosso e per fisicità ed esperienza può mettere davvero in difficoltà il serbo ( per non dire che non gli farà vedere palla. L’esame di maturità passa proprio da questi avversari.

NAPOLI – BENEVENTO

ZIELINSKI: Il gol della settimana scorsa a Bergamo è indicativo delle sue capacità e della pericolosità della sua posizione in campo, il problema è che spesso il polacco è umorale e si assenta per larghi tratti dei match o addirittura per intere partite. La speranza, come spesso accade, è che sia in giornata, se così diventa una delle migliori scelte di giornata in assoluto.

VIOLA: Per qualità e grinta, non possiamo che inserire lui tra i consigliati in questa partita. Da quando è rientrato, ha preso le redini non solo del centrocampo, ma della squadra. Il Napoli è in grado di poter vincere a mani basse, così come di perderla sonoramente e lui, in entrambi i casi, potrebbe spiccare in maniera positiva, soprattutto per contrastare la confusione che sembra regnare nella squadra avversaria, con i suoi inserimenti tra le linee e le sue giocate. Insomma, se ci mettiamo anche i piazzati e i rigori, questa volta è un pensierino a schierarlo davvero si deve fare, soprattutto se avete per lo più fabbri a centrocampo.

CAPRARI: Il Napoli per quanto abbia una delle migliori difese del campionato, ultimamente è parecchio traballante dietro, nonostante la splendida partita contro la Juventus. Stanchezza ed errori la fanno da padrona e chissà che il folletto non riesca a colpire nuovamente una big, come già avvenuto in stagione. Magari, proprio con uno di quei tagli sull’esterno che tanto sta soffrendo in questo momento la squadra partenopea.

ROMA – MILAN

MIKHTARYAN E SPINAZZOLA: Le due garanzie della Roma sono loro due al momento. Soprattutto al fantacalcio. Giocatori da mettere ad occhi chiusi.

IBRAHIMOVIC: Nel momento di difficoltà il Milan non può che aggrapparsi al suo fuoriclasse. Se c’è qualcuno che avrà voglia di rivincita, più di tutti gli altri, è proprio Ibra. E proprio per questa ragione se arriverà un gol dei rossoneri è altamente probabile che sarà lo svedese a segnarlo. Capitolo rigori: Kessie ha fatto intendere che i tiri dagli 11 metri potrebbero tornare di competenza del centravanti. Vero che Ibra non è stato proprio infallibile dal dischetto, la speranza è che inizi ad aggiustare la mira.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy