Consigli Fantacalcio 23a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 23a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della ventitreesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 23a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 23a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

FIORENTINA – SPEZIA

MARTÍNEZ QUARTA: “Parte da una base importante: sa difendere ma anche costruire. Può leggere tutte le situazioni. Da quando sono arrivato, ha sempre fatto allenamenti di grande intensità: quando lavori così, la prestazione in campo arriva sempre”. Queste sono le parole che Prandelli ha riservato per El Chino. Eccezionale negli anticipi, ottimo nelle uscite palla al piede, Quarta è ormai padrone del ruolo ed attualmente rappresenta il difensore centrale più affidabile della Fiorentina. Partita non semplice sulla carta, visto che lo Spezia davanti schiererà giocatori rapidi e tecnici, ma noi continuiamo a fare affidamento sulla garra del Nazionale argentino, che anche questa giornata può rappresentare una sorpresa in ottica modificatore di difesa. PERSONALITÀ.

VLAHOVIĆ: Dušan Vlahović è uno dei soli tre giocatori nati negli anni 2000 ad aver segnato almeno 8 gol in questa stagione nei Top-5 campionati europei, assieme a Moise Kean ed Erling Håland. Iniziamo con questa notevole statistica fornita da @OptaPaolo, perché lontani sono i tempi in cui lo criticavamo duramente ogni settimana proprio nelle Schede Partita. Non ha certamente raggiunto ancora il suo prime, ma i passi in avanti compiuti in questi mesi sono notevoli e devono essere riconosciuti. Può e deve migliorare ancora molto a livello di finalizzazione ed ultima scelta, ma a livello di atteggiamento non gli si può rimproverare nulla: in campo si danna l’anima e ci mette sempre il massimo impegno, sebbene spesso e volentieri non porti a nulla visto che è sempre dannatamente solo. Lo Spezia in questa stagione non ha brillato sotto l’aspetto difensivo, e considerando che nella difesa spezzina mancheranno due giocatori chiave che hanno contribuito al successo contro il Milan (Erlic e Bastoni), potete pensare di rischiare Dušan come terzo slot nelle vostre fantarose, in virtù anche del suo status di rigorista. FAME.

AGUDELO: Chi l’avrebbe mai detto? Ennesima creazione del mister che ha trasformato il ragazzo in un perfetto falso nueve per quello che si è visto nelle ultime due partite. Complice il fatto che Nzola non è ancora disponibile dal primo minuto, verrà schierato ancora in questa posizione e può nuovamente fare molto bene magari portando anche qualche bonus anche se il giocatore continua a confermarsi fumoso davanti alla porta sprecando diverse occasioni, chissà che non sia la volta buona.

CAGLIARI – TORINO

CRAGNO: Con questo nuovo modulo, la fase difensiva è migliorata esponenzialmente e finalmente Cragno è riuscito a portare a casa solo due gol subiti in due partite. Come detto anche nell’ analisi tattica, questa sarà una partita molto sentita da entrambe le squadre, quindi una partita chiusa, che non credo vedrà tanti gol segnati. Può quindi essere la partita giusta per schierare finalmente Cragno, senza avere la paura di subire due o più gol. Poi con lui il votone è sempre assicurato.

SIMEONE: Il nostro azzardo di giornata, non segna da tempo immemore, nelle ultime due partite non è neanche andato al tiro una volta, ma la sensazione è che finalmente sia tornato con la testa sul campo. Contro l’Atalanta si è visto quel Simeone aggressivo che correva e lottava come un pazzo su ogni pallone come ad inizio stagione. Vero la porta non l’ha mai vista, ma forse in una partita nel quale si giocherà un po’ più all’attacco lui potrebbe lasciare finalmente il segno. Siamo consapevoli che si tratta di un possibile 5, ma quest’oggi vogliamo rischiare con lui!

ZAZA: Un dovere per noi inserirlo qui, quasi fosse una tradizione annuale da rispettare. Il lucano ha messo a referto 5 reti in 7 apparizioni (5 da titolare) contro il Cagliari, con le maglie di Torino e Sassuolo, rendendola di gran lunga la sua vittima preferita e segnandole con continuità. Potrebbe essere un’ultima chance da titolare prima del rientro del neo-acquisto Sanabria, quale occasione migliore per mischiare le carte in tavola e insinuare il tarlo del dubbio nel mister su chi sia il vero titolare?

SINGO: WILFIRED IS ON FIRE, LYKOGIANNIS IS TERRIFIED. Aldilà del coro, inizialmente dedicato a Will Griggs che riporta un’assonanza al nostro Wilfried, pensiamo che il nostro esterno abbia le doti giuste per poter mettere in difficoltà il suo dirimpettaio. È una possibile sorpresa perché nelle ultime non è sembrato molto “on fire” facendo venire il dubbio che si sia un po’ persa la magia sotto la gestione di Nicola. Tuttavia, al netto delle solite difficoltà difensive, come sempre detto e come emerso anche contro Czyborra, la propensione offensiva è ciò che lo rende appetibile anche in questa gara, confidando in un ritorno al bonus a cui è ultimamente andato spesso molto vicino.

LAZIO – SAMPDORIA

CORREA: Ci risiamo. Sisisi…solo due gol e due assist finora, prestazioni poco palpabili contro Inter e Cagliari, ma anche nella sfida all’Atalanta tutto c’era da attendersi tranne che il gol, eppure è arrivata la rete del Tucu. E allora che si fa con lui? Dipende dalla vostra attitudine al rischio e dalle alternative che avete. Come sempre può offrire una buona prestazione, e magari il terzo gol o assist, o dar luogo ad una prestazione ai limiti della sufficienza, se non meno.

DAMSGAARD: Parlando di velocità e talento, non possiamo che inserirlo qui. L’impressione è che il meglio lo dia sempre (o quasi) da subentrante quando i suoi strappi contro avversari stanchi possono davvero risultare devastanti. A voi però questo importa poco, se lo avete in rosa una scommessina su di lui la potete fare eccome

GENOA – VERONA

PERIN: la cura Ballardini ha rigenerato anche lui: certo, adesso ha davanti una cerniera difensiva davvero solida, e gli avversari arrivano dalle sue parti molto più raramente. Dopo un inizio di campionato un po’ timoroso, tuttavia, il buon Mattia sta ritornando sui livelli di un tempo (pre infortuni e pre Juventus), e spesso e volentieri nelle ultime gare ci ha messo una pezza. Il risultato sono 5 clean sheets nelle ultime 6 partite e tanti buoni voti: questa settimana vogliamo credere di nuovo in lui.

LAZOVIC: Il nostro, e se volete anche il vostro, rischione di giornata: torna sulla fascia in cui si è consacrato lo scorso anno, privo questa volta delle pressioni che un compagno come Dimarco può portargli, è inoltre un ex della gara visto che è proprio sotto la lanterna che è iniziata la sua carriera italiana. Non c’è molto alto che pende a suo favore, e ci rendiamo conto che sia poco: tuttavia il fantacalcio è fatto anche di cabala e intuizioni poco razionali, per cui se vi piace il rischio Darko è ciò che fa per voi

SASSUOLO – BOLOGNA

TRAORÈ: Inseriamo ancora il centrocampista ivoriano tra le possibili sorprese, perché oltre ad avere un buon rendimento già da diverso tempo, e i voti che sta portando ne sono la dimostrazione, si rende spesso pericoloso in area avversaria; probabilmente l’unico appunto che gli si può fare, è la poca incisività in fase di realizzazione, problematica di cui sta soffrendo anche il suo compagno di reparto Djuricic. A Crotone un problemino allo stomaco, ha fatto decidere al mister di non farlo partite titolare, ma sabato quasi certamente partirà dal primo minuto, per cui si può schierare, il momento di forma è di quelli buoni.

SORIANO: Con l’accentramento di Barrow nel ruolo di centravanti ha perso qualcosa in fase d’inserimento, visto che il gambiano si abbassa spesso a centrocampo e vuole la palla sui piedi. Agisce più da regista avanzato che da incursore, ma nonostante questo rimane sempre un cardine della manovra di squadra. Meno indispensabile nelle vostre formazioni, ma comunque sempre pericoloso, soprattutto in zona assist. Si può mettere in queste partite, visto che è pur sempre il miglior realizzatore della squadra, dovete però valutare le alternative, panchinarlo non è un delitto se avete centrocampisti più avvezzi al bonus di lui in questo momento.

PARMA – UDINESE

GERVINHO: l’Ivoriano sta facendo male, è a secco di gol da tantissimo tempo e non riesce mai ad incidere come potrebbe e dovrebbe. L’udinese è una delle sue vittime preferite però noi sulla carta abbiamo perso molta fiducia e non ci attendiamo chissà quale reazione da parte sua e della squadra. Se c’è un giocatore che si può accendere improvvisamente da un momento all’altro è proprio lui ma in questo momento è un grosso rischio puntarci..

ZIRKZEE: Si va verso una probabile staffetta con Cornelius,. Sta facendo intravedere potenziale interessante ma ancora pecca in concretezza pagando la sterilità offensiva della squadra.

MUSSO: Il portierone è un autentica macchina da mod. Basta quello per consigliarlo, ma dobbiamo usare gli estintori perché la gara è insidiosa ed il malus probabile quindi non dite che non vi abbiamo avvisato. Anche se le controindicazioni in questa partita sono effimere, non bisogna cadere nel tranello di schierarlo già dal martedì senza aver dato un sereno sguardo anche agli altri vostri portieri. Ma diciamocelo, ad avercelo il “problema” Musso

DEULOFEU: una scelta non obbligata, ancora si deve guadagnare gli speroni del consigliato ad occhi chiusi. Ma visti i possibili turnover delle coppe europee di qualche vostro 3’ attaccante, visti i precedenti incoraggianti degli avversari, schierarlo può regalarvi la goduria di giornata. Dopo l’aggiornamento sulle sue condizioni fisiche, vi consigliamo di coprirvi se lo schierate oppure metterlo solo con i cambi moduli.

MILAN – INTER

CALHANOGLU: Il ritorno dal covid è risultato essere peggio del previsto: il turco è apparso decisamente fuori forma, contro lo Spezia poi ha subito oltre modo la marcatura asfissiante di Ricci che praticamente non lo ha fatto giocare. La sua assenza, inoltre, ha evidenziato tutto il suo splendido lavoro a servizio della squadra: in una partita così importante il suo apporto non potrà mancare. Tendiamo dunque a dargli fiducia, nonostante le premesse per andare sul sicuro non ci siano. Per i più romantici, Hakan tecnicamente e balisticamente ha qualche vaga somiglianza con quel giocatore, che vestì la 10 tra l’altro, decisivo nell’altro derby del 21 febbraio

ERIKSEN: il sirenetto sta giocando e convincendo. Conte lo sta elogiando anche nelle dichiarazioni, segnale importante. Lo vediamo avanti nel ballottaggio con Vidal, se quest’ultimo dovesse recuperare in tempo per il derby. In ogni caso, contro il Milan Chris ha dimostrato di avere il piede caldo sulle punizioni, se siete suoi possessori schieratelo perchè potrebbe regalarvi una gioia

ATALANTA – NAPOLI

MAHELE: L’uomo che ha alleviato la brutta notizia dell’infortunio di Hate è pronto a prendersi la fascia. Spunti, scatti, corsa a non finire, ha tutte le qualità per fare bene Domenica e non solo. Se lo avete in rosa potrebbe iniziare a rappresentare quel surplus decisivo anche in termini di bonus.

RRHAMANI: Potremmo inserire Politano, Zielinski o Fabian ma sarebbe troppo facile e a noi piace farci del male. Scegliamo quindi Amir che solo qualche giorno fa è riuscito ad annullare un certo Cristiano Ronaldo e se riuscisse a ripetersi anche contro Duvan il votone è assicurato.

BENEVENTO – ROMA

CAPRARI: Ultimamente sta dimostrando di essere fondamentale per questa squadra, nell’ultima giornata era vicinissimo al goal colpendo il palo interno. Sostituito nel secondo tempo, sarà pronto dal primo minuto in questa partita in cui proverà ad essere pericoloso.

IAGO FALQUE: Si è visto poco contro il Bologna, in queste partite lui (insieme a Caprari) potrebbe essere l’uomo giusto per dare una svolta al match.

PEDRO & PELLEGRINI: Ci abbiamo preso mettendolo qui Pedro, si è sbloccato subito con l’Udinese. Insistiamo con lui e mettiamo anche Pellegrini, che si è riposato in Coppa e ora guiderà l’attacco con Miky e Borja. Da mettere entrambi (Pedro con copertura)

JUVENTUS – CROTONE

RAMSEY : Rientro fondamentale per Pirlo, il gallese è parso in palla nei pochi minuti giocati ad Oporto e con un McKennie in non perfette condizioni ha la sua chance per incidere lunedì sera, schieratelo anche voi..

MESSIAS : Messias non si discute, si ama! Come ben sapete, il ruolo di mezzala lo relega qualche metro più indietro rispetto al suo solito agire. Continua a portare buoni voti, ma il gol manca dal 10 Gennaio. Difficile pronosticare la probabilità di bonus per lui in questa partita, ma siam pronti a scommettere in una solita buona prestazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy