Consigli Fantacalcio 22a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 22a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 o porteranno solo malus? Ecco tutte le possibili sorprese per la 22a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ventiduesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 22a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 22a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BOLOGNA – BRESCIA

L’incostanza la fa da padrona, attenzione perchè cambia il terzino alle sue spalle e ci sarà Mbaye più bloccato rispetto a Tomiyasu, quindi Riccardo Orsolini sarà chiamato a spingere più del solito. Giocatore che sparisce per intere partite e poi segna in modo inaspettato, terzo slot da schierare. Barrow è l’uomo che entra in partita in corsa e può cambiare tutto.

Nel primo tempo contro il Milan Sabelli sembrava il Zambrotta dei tempi migliori, annullando totalmente quel folletto di Hernandez, per poi calare nel secondo e giocare comunque un discreto tempo. Lo spunto interessante è che la catena di destra era molto più libera di spingere, con Mateju che giocava più come terzo centrale che terzino e Dessena che spingeva molto meno di Bisoli. Insomma, se si è cercato una chiave tattica del genere contro il Milan, si potrebbe pensare di riproporla anche contro il Bologna, da capire se però i risultati saranno buoni o meno. Ennesima bella prestazione contro il Milan, in cui ha lottato su ogni pallone, iniziato azioni, servito assist ai compagni e persino andato vicino la rete su un filtrante di Tonali, dopo un recupero di forza degno del miglior Gattuso. Il compagno Dimitri Bisoli è sempre al nostro fianco, pronto a lottare. Contro il centrocampo del Bologna sarà guerra aperta, sarà dura, quindi ci aspettiamo soprattutto tanto lavoro sporco da parte sua, ma lo vediamo anche in forma e chissà che non ci scappi qualche occasione anche in questa partita.

CAGLIARI – PARMA

Uno di quei giocatori che fanno venire il mal di testa quando si tratta di scegliere se schierarli o no. Nel suo caso un tentativo si può fare, sia perché il Cagliari è in cerca di una vittoria, sia perché lo era diciannove giornate fa, nella gara d’andata, quando l’argentino Simeone segnò il suo primo gol in maglia rossoblu. Non sperateci troppo, ma a priori provarci non è un delitto.

Si sta inserendo sempre meglio, Kurtic dovrebbe agire ancora una volta in questa posizione ibrida di finto esterno, pronto a venire in mezzo al campo quasi da trequartista.

SASSUOLO – ROMA

Classiche gioie e dolori. Con Under che tende a coprire poco, Boga potrebbe sfruttare la sua rapidità in situazioni di 1 VS 1 contro chi agirà da terzino. Può fare bene contro chiunque, e viceversa. Si può mettere, ma se non ci sono alternative valide.

Sapete perché questa volta Edin Dzeko va messo senza se e senza ma? Ve lo spieghiamo con i numeri.
99 gol in 205 partite con la Roma. Ebbene sì. Può arrivare a 100 gol.

JUVENTUS – FIORENTINA

Sta diventando sempre più imprescindibile per Sarri. 1 gol ed un assist nelle ultime due partite ( coppa Italia e a Napoli), Bentancur si deve schierare. L’anno scorso a segno in quel di Firenze.

La stagione passata prese 2 legni in questo stadio con 2 giocate personali di spessore. Sarà difficile questa volta incidere, però Federico Chiesa rende meglio in spazi aperti ed unito alle sue capacità personali, è l’unico che può trovare una giocata vincente.

LAZIO – SPAL

L’ex di turno Lazzari ritrova i suoi “vecchi” compagni questa volta allo Stadio Olimpico. Mancano i bonus alle sue prestazioni comunque convincenti, anche se non sempre premiate dai pagellisti. Speriamo che proprio domenica riesca a regalare una gioia ai suoi fantapossessori.

Non sappiamo se sia il ritorno imminente di Fares a spronarlo, ma ultimamente il buon Arkadiusz Reca ha sfornato ottime prestazioni, andando anche vicinissimo al gol contro il Bologna. Lo scivolone è sempre in agguato, ma il ragazzo è in un buon momento di forma e ci si può fare un pensierino. Come al solito però con lui è come stare sulle montagne russe. Scommessa per cuori forti.

MILAN – VERONA

Ok, col Torino il gol di Ibra ha chiuso la partita. Ma il giocatore più decisivo è stato senza dubbio Hakan Calhanoglu, che con una doppietta ha ribaltato il risultato. Finalmente due tiri dei suoi che hanno trovato l’angolino giusto, è quello che vorremmo vedere da lui ogni settimana e invece spesso è risultato impreciso o poco convinto. Che sia la volta buona per trovare un po’ di continuità nell’andare a bonus? Noi speriamo che abbia il piede ancora caldo…pronto a sparare un’altra fucilata delle sue.

Al di là dei goal, è una partita chiusissima. Uno dei due, Pessina o Zaccagni, potrebbe partire fuori, o potrebbero ritrovarsi di nuovo insieme titolari. Fatto sta che sono in forma entrambi, sembrano essere molto in sinergia con il gioco di Juric, e come scommessa ci sta per questa giornata. Grande ex della partita, Pazzini è eterno in tutto e per tutto. Ha dimostrato di essere pericoloso e cinico, potrebbe impattare bene nel caso in cui subentrasse anche nel secondo tempo. Se avete una copertura, potete pensare di fare questa Pazza idea.

ATALANTA – GENOA

Lo avevamo messo qui per la scorsa, e lo riproponiamo ora: contro il Genoa sarà una gara presumibilmente meno impegnativa che quella contro i granata. Motivo per cui non solo può partire titolare, ma può anche iniziare a fare il Caldara. A buon intenditor, poche parole.

Buona partita a Firenze, Favilli sta crescendo come forma e come consapevolezza, la partita è ovviamente difficile, ma ogni tanto l’Atalanta qualcosa concede, soprattutto quando i difensori giocano con un po’ meno di tensione agonistica. Se non avete altri attaccanti può essere un azzardo giocabile ma solo per chi ha molto coraggio o si è sognato il suo primo gol in serie A. In netta ripresa, Schone potrebbe anche non sfigurare troppo. Calcerà i piazzati e se Criscito non sarà della partita, potrebbe calciare un eventuale rigore e magari far dimenticare l’errore contro il Milan. Ovviamente da maneggiare con cautela.

LECCE – TORINO

Saponara l’abbiamo visto sorridente e felice di aver intrapreso la via del Salento. Certo non sarà in formissima, ma di sicuro sta bene. A Liverani basta questo per dare fiducia ai propri uomini. Proverà a far smentire coloro che non gli credono più a una sua possibile rinascita. Per i più coraggiosi è l’ora di toglierli la polvere di dosso e di metterlo. La difesa del Torino ultimamente sta traballando e lui proverà a dargli il colpo di grazia.

Dopo essere stato ospite fisso della sezione più in basso in rosso, Aina ci offre buone sensazioni per questa partita. In Coppa ha finalmente offerto una prestazione di livello con tanto di +1 per il provvisorio vantaggio. Sia che giochi a destra che a sinistra, ha la giusta fisicità e velocità per vincere il duello con Rispoli o Donati. Puntatina da fare su Temitayo Olufisayo Olaoluwa Aina. Tra assenze e delusioni, i nomi su cui si può contare sono rimasti davvero pochi. Rincon è uno di questi e non è un caso che le peggiori disfatte siano arrivate quando non c’era lui a lottare a centrocampo. Per questo può essere un’importante risorsa per i granata ma anche, perché no, per le vostre rose. Sicuramente ci sono centrocampisti più offensivi e non c’è l’obbligo di trovare un posto a Tomas. Però nelle sue ultime tre presenze ha portato un +3 e un +1 e si può provare a sfruttare il momento, tenendo ben a mente che per un mediano la distribuzione dei bonus resta abbastanza casuale.

UDINESE – INTER

Il suo lavoro di raccordo a centrocampo e soprattutto i suoi strappi in avanti potrebbero essere una delle chiavi del match dell’Udinese. Contro un centrocampo molto tecnico come quello dei nerazzurri, la potenza fisica di Fofana potrebbe fare male. In passato Lasagna ha già fatto male più volte ai nerazzurri. Con la sua velocità potrebbe creare qualche grattacapo ai difensori dell’Inter, ma non sarà facile. Come ogni turno, è una scommessa, valutate voi se il gioco vale la candela.

Non a suo agio in Coppa Italia come trequartista puro, ad Udine Sanchez agirà come punta provando a rispettare la più famosa delle leggi non scritte del calcio mondiale, quella dell’ex.

SAMPDORIA – NAPOLI

La Sampdoria continua a dimostrare una buona tenuta difensiva tra le mura amiche e nonostante l’avversario di livello pensiamo che il buon Audero possa uscire da questa sfida non troppo malconcio. Scommessa che potrebbe aver senso fare valutando per bene le alternative. Partita dal sapore particolare questa per il nostro amato Fabio Quagliarella che dalla tragica separazione di ormai un decennio fa affronta sempre questa sfida con un emozione particolare. La gara resta comunque troppo importante per lui (e per la squadra) per non dare il massimo e noi pensiamo che possa dire la sua contro una difesa che al momento non pare proprio impenetrabile. Inoltre, considerate che il Napoli vorra’ provare a vincere questa gara e questo potrebbe aprire per il nostro Fabio un po’ di quegli spazi che tanto gli sono mancati contro Parma e Sassuolo dove ci siamo invece trovati contro due squadre che per un motivo o per l’altro pensavano prevalentemente a chiudersi e ripartire

Crescita costante ed evidente quella di Lorenzo Insigne nelle ultime uscite, che di pari passo è coincisa con quella della squadra. Ci aspettavamo che tornando nel suo ruolo potesse essere lui a prendere per mano i compagni e così sembra essere. La sua storia ci insegna che in genere quando comincia ad ingranare riesce ad inanellare diverse buone prestazioni di fila. Contro la Samp ha in genere sempre fatto bene. Al momento potete considerarlo come secondo/terzo nome del vostro reparto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy