Consigli Fantacalcio 22a giornata – I Consigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da schierare assolutamente nella 22a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO
Roma, infortunio Under: il turco rimarrà fuori 5 settimane

Ventiduesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 22a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere consigliati per la 22a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BOLOGNA – BRESCIA

Sempre di più punto di riferimento per il gruppo ma anche a livello tattico nello scacchiere del mister. Ultimamente Soriano ha trovato anche costanza di voti, con la Spal le occasioni non gli sono mancate, l’autogol di Vicari nasce da un suo tiro, nell’1 contro 1 con Berisha tituba troppo, ma comunque porta un assist. I pagellisti sembrano finalmente riconoscere il suo lavoro e lui può colpire in qualsiasi momento.

Contro il Milan ci ha provato in tutti i modi. Con un bolide mancino da fuori area, con una mezza sforbiciata, con un colpo di testa, ma niente. Il gol non è arrivato. Prestazione comunque magnifica la sua, che ancora una volta mostra come sia fondamentale per noi. Anche se non è il classico “rapace d’area”, perché non ne ha la concretezza, Torregrossa potrebbe sicuramente essere un cruccio per il Bologna, visto che è in fiducia e può far valere sia il suo fisico, sia la sua mobilità.

CAGLIARI – PARMA

Si diceva che contro l’Inter la sua voglia di rivalsa avrebbe fatto la differenza, e proprio un suo gol ha portato un punto preziosissimo ai rossoblu. Qui Nainggolan non ha motivazioni personali per far bene, ma è semplicemente il giocatore di livello più alto tra i ventidue in campo, e il Cagliari sta aspettando di tornare alla vittoria da troppo tempo, per cui schierarlo sarebbe assolutamente una buona idea. Anche perché per il momento ha fatto cinque gol con altrettanti tiri da fuori, si sa mai che per una volta gli capiti un’occasione anche dall’interno dell’area. Non è sempre al meglio, contro l’Inter s’è visto veramente poco. Tuttavia anche in queste condizioni Joao Pedro riesce a essere decisivo, come lo è stata la sua giocata con successivo assist per Nainggolan alla scorsa. Aggiungiamo il fatto che in questa partita dovrebbe avere decisamente più occasioni, e abbiamo tutti i motivi per dargli fiducia anche per questa giornata.

Leader e capitano della squadra Bruno Alves è anche ex della partita. Sta giocando ad alti livelli in questo periodo e non sarà facile per Simeone e soci sfondare dalle parti. Inoltre siamo ancora in attesa del primo bonus stagionale.

SASSUOLO – ROMA

Inutile usare troppe parole; è il miglior giocatore del Sassuolo, quello con la media voto più alta, così come la fanta-media. Quello che ha fatto più goal. Quando lui c’è, il Sassuolo gioca meglio. Se c’è da consigliare un giocatore, questo è Berardi, che si può mettere anche se il match non è semplice.

Possiamo dire che il turco Under si è svegliato dal letargo. Sono ormai tre partite che è il migliore in campo, o sicuramente uno dei migliori. Quella contro la Lazio è stata forse la partita migliore giocata dal turco da quando sta a Roma. Una continuità nei 90 minuti che ha fatto impressione. Dribbling, grandi giocate. Gli manca solo il bonus.

JUVENTUS – FIORENTINA

In prepotente crescita, l’olandese De Ligt è un muro dietro e sta prendendo sempre più confidenza con il campionato italiano. Giocando sul centrodestra è tornato a non sbagliare più nulla, può essere decisivo anche davanti con i suoi colpi di testa.

Difesa improvvisata, miglior centrocampista infortunato, partita in casa di una Juventus che vorrà rialzarsi dopo lo scivolone di Napoli: gli ingredienti perfetti per una sconfitta. Per questi motivi è sconsigliato schierare un viola, sarà una partita in completa sofferenza.

LAZIO – SPAL

Vi sembrerà strano vedere un portiere consigliato in una gara che promette gol da parte della Lazio, ma è anche per variare un po’ il solito canovaccio (è infatti inutile dire che i laziali vanno messi quasi tutti, soprattutto i top). Mettiamo qui Strakosha che viene da un derby difficile, con una papera sul gol di Dzeko, ma anche con parate importanti. Considerata l’assenza di Petagna, il clean sheet è più di una possibilità.

Non è propriamente consigliato, visto anche l’assenza di Petagnone. Ciò nonostante il ragazzo Di Francesco è in crescita: nel derby ha “scherzato” con Paz, mettendolo spesso e volentieri in difficoltà, e si è procurato il rigore del momentaneo vantaggio. Se lo avete listato attaccante potete lasciarlo perdere. Se invece lo avete listato centrocampista ci si può fare un pensierino, considerando anche che i piazzati dovrebbe batterli lui. Valutate però doverosamente le alternative.

MILAN – VERONA

Non spumeggiante in coppa contro il Torino, anzi si è divorato un gol a 1 metro dalla porta che poteva evitare i supplementari. Cosa assolutamente non da Ibrahimovic, che infatti poi ha chiuso il match con la rete del 4-2. È forse il motivo che meglio spiega perché un giocatore come lui vada schierato: può sbagliare una volta, ma lui c’è e anche se può sembrare non in giornata dai suoi piedi può sempre uscire la palla gol decisiva, che sia un tap in, un tiro, una punizione o un rigore. È vero,  probabilmente partirà nuovamente dalla panchina, ma questo Rebic sembra il lontano parente di quello sbarcato a Milano in chiusura del mercato estivo. Letteralmente incontenibile in alcune fasi di gara, una furia capace di segnare e far segnare. Se avete un 3° slot che non vi convince troppo vi suggeriamo di schierare questo ragazzo (e magari di coprirvi con l’alternativa meno convincente) perché non si può lasciare fuori visto il momento. Fondamentalmente un nuovo giocatore dal momento che il girone di andata è come se non fosse esistito.

In un certo senso non volevamo consigliare nessuno, visto la reale difficoltà del match a San Siro, ma vogliamo almeno promuovere Lazovic che sta rendendo benissimo in questo ultimo periodo. La fascia destra del Milan non è molto solida in fase difensiva(al contrario della offensiva), potrebbe trovare gli spazi giusti per saper incidere come ha fatto ultimamente.

ATALANTA – GENOA

Calcia e segna il rigore, tornando al gol dopo tre mesi e continuando la sua missione da dove l’aveva interrotta. Domenica, tra una settimana, tra due, non importa: stiamo parlando del finalizzatore principale di una squadra da 100 gol l’anno. Impossibile non schierare Duvan Zapata.

L’Atalanta ha segnato 19 gol nelle ultime 5 partite, il Genoa ha subito 41 gol, penultima difesa di tutta la serie A, Gasperini di solito contro il Genoa vince, le voci di mercato impazzano e qualche strascico è probabile che lo abbiano lasciato. In sostanza non ce la sentiamo di consigliare qualcuno per questa partita che sembra proprio segnata.

LECCE – TORINO

Il capitano è sempre colui che non lascia mai la nave mentre affonda. Sicuramente Marco Mancosu non la lascerà mai. C’è da sottolineare un piccolo aneddoto. I primi tre punti del Lecce sono arrivati nel match dell’andata e lui ha segnato la rete decisiva partendo dalla panchina. Che sia di buon auspicio per MM8. Di sicuro lui ci riprova a timbrare nuovamente al Via del Mare. La sfortuna di Verona (perchè di sfortuna si tratta) è ormai alle spalle e Liverani sicuramente per una serie di motivi si affiderà a Falco per l’attacco che sta rimanendo da troppi turni a secco. C’è da aggiungere che le gare del primo pomeriggio a Falco gli ispirano parecchio. E’ in forma e vorrà timbrare al più presto possibile.

Il gallo in queste partite va sempre schierato. Il gol è tutt’altro che scontato, ma Belotti da buon capitano è rimasto uno dei pochi a non risparmiarsi mai ed anzi a soffrire insieme a Sirigu di questo momento granata, come dimostrano i suoi occhi lucidi per la pesantissima sconfitta maturata contro l’Atalanta. Il Torino ha comunque dato qualche timido segnale di ripresa con il Milan e per questo potrebbero arrivargli dei palloni in più da mettere dentro. Il Lecce poi è la squadra che ha concesso più rigori e quindi diventa azzardato lasciarlo fuori in questa gara. Classica gara per lui, contro le piccole Berenguer riesce quasi sempre ad esaltarsi e ad infilarsi tra le maglie delle precarie difese avversarie. Tra i peggiori con Sassuolo, Atalanta e Milan dove non è riuscito ad incidere e a creare, può tornare nuovamente ad essere pericoloso. Merita una chance.

UDINESE – INTER

Sempre lui, sempre Don Rodrigo De Paul. Oggetto dei desideri degli ultimi mercati di tante squadre, tra cui anche l’Inter. Il discorso è sempre lo stesso: un centrocampista che tira i rigori e calcia angoli e punizioni resta sempre molto appetibile. L’indice, però, stavolta non va oltre il 3/5, sia per la forza dell’avversario, che per il pararigori che si ritroverebbe contro in caso di tiro dagli undici metri.

Barella è tornato il centrocampista completo che corre, contrasta, lancia, si propone, aggredisce e tira (segnando gol di pregevole fattura). Se vi serve un voto positivo, lui c’è. Unico neo: possibile cartellino giallo.

SAMPDORIA – NAPOLI

Autentico trascinatore della squadra. Corre per 2, crossa, tira e il tutto con una qualità che onestamente gli avevamo visto raramente. Sta rinnovando il contratto con la Samp e quale modo migliore per festeggiare se non con un altra prestazione da gran giocatore contro una grande del nostro campionato. Magari Linetty non porterà un altro +3, ma in questo momento una scommessina su di lui si può anche fare

Finalmente è arrivato il tanto atteso +3 per uno degli uomini più in forma dall’arrivo di Gattuso. Con la squadra più bassa e compatta uno come lui può fare nuovamente la differenza grazie ai suoi strappi rapidi e alla sua naturale propensione al tiro da fuori ma anche all’inserimento in area. Con Milik che dovrà battagliare parecchio non è da escludere un altro bonus per Piotr Zielinski.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy