Consigli Fantacalcio 21a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 21a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 o porteranno solo malus? Ecco tutti i giocatori che nel bene o nel male possono essere Possibili Sorprese nella 21a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ventunesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 21a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 21a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BRESCIA – MILAN

Ma come, prima sicuro partente, da non prendere in considerazione nemmeno per il calcetto del giovedì sera, e ora qui? Esatto, avete capito bene. Parrebbe infatti che Alfredino Donnarumma abbai rifiutato le avances dei club di serie B che lo corteggiavano per rimanere qui e giocarsi le sue carte fino alla fine. Contro il Cagliari non è stato male, e siamo certi che sarà carichissimo in queste due partite in cui dovrà sostituire Balotelli, proprio come già successo nelle prime quattro giornate di questo campionato. Scommessa sicuramente ad alto rischio, però io un pensierino ce lo farei comunque.

Zlatan Ibrahimovic torna a Brescia nello stadio dove segnò il primo gol in Serie A. La gara è di fondamentale importanza per i rossoneri, bisogna vincere, lui può e magari deve metterci lo zampino. Alla sua portata, per dirla in poche parole. Contro l’Udinese non è che abbia brillato, per questo vogliamo andarci cauti invitandovi eventualmente a valutare le alternative a disposizione, ma ai giocatori come lui basta poco per fare il bello e il cattivo tempo. In gol a Cagliari, una buona prestazione nel complesso contro l’Udinese. Che il portoghese Leao stia giovando dell’effetto Ibra? Potrebbe essere così, pertanto potete rinnovargli la fiducia e farci affidamento per il vostro attacco. Piccola controindicazione: non è un bomber puro, pertanto non vive per il gol come tanti altri attaccanti. In funzione di questo potreste decidere di fare anche altre scelte: le sensazioni sono comunque positive e in una partita come quella di Brescia può incidere e tornare al bonus.

SPAL – BOLOGNA

La scorsa partita dopo un buon primo tempo Strefezza si è un po’ spento nel secondo. Contro il Bologna avrà davanti a sé Mbaye e ci aspettiamo che possa fare la differenza, soprattutto nel primo tempo, quando il Bologna sviluppa più sul lato di Orsolini. Certo dovrà anche far attenzione a Sansone, ma le possibilità di far bene non mancheranno. Saprà sfruttarle?

Finalmente anche i pagellisti si stanno accorgendo del lavoro sporco che Soriano fa durante le partite. Ultimamente si concentra più sul collegamento fra i reparti e cerca di creare gioco più in favore dei compagni che per se stesso, arrivando meno in area e cercando di più la conclusione da fuori. Si può schierare tranquillamente, anche se il bonus non è garantito. Si era presentato benissimo all’esordio in Italia nello spezzone concessogli a Torino. Con il Verona Dominguez ha giocato dal primo minuto, sembrando meno appariscente del dovuto. Le aspettative sono alte, ma il giocatore promette veramente bene. Se avete già fatto mercato potete schierarlo subito sperando di pescare il bonus, leggero o pesante che sia.

FIORENTINA – GENOA

Gol, traversa e un occasione sprecata malamente davanti la porta. Questo è il vero Federico Chiesa che tutti noi aspettavamo, ci ha messo un girone e un cambio allenatore, ma meglio tardi che mai. Magicabula bibidi bobidi bu, Vlahovic quando entra fa solo gol stupendi. Se non sapete chi scegliere come terzo slot del vostro attacco, eccovi la risposta.

Le occasioni per andare a rete, nelle gare finora disputate, non gli sono mancate. Per questo rimane Sturaro uno dei pochi meritevoli di schierabilità in questo turno.

TORINO – ATALANTA

Di fatto schierare Sirigu contro il miglior attacco della Serie A può sembrare una follia pura, tuttavia se non si hanno alternative molto più appetibili, il portiere granata può essere una soluzione migliore di quanto possa sembrare. Un paio di malus andrebbero messi in preventivo, e chissà che non possa esserci qualche sorpresa, in ogni caso Salvatore compenserà con il solito voto alto da mod. Ad ogni modo basti pensare che la scorsa giornata solo un portiere su 20 ha ottenuto il clean sheet ed allora ecco che il voto può diventare un fattore chiave di scelta a prescindere dal numero ipotizzabile di palloni da raccogliere in fondo alla rete. Armandino Izzo non sta rendendo quanto ci si aspettasse, pur essendo comunque un difensore abbastanza affidabile. Non segna da un intero girone visto che la sua ultima marcatura risale proprio ad Atalanta-Torino, inoltre decise positivamente lo scontro a favore dei granata anche nel precedente incontro. Per questo, seguendo la cabala, può rappresentare un’interessante scommessa di giornata.

Con Gomez acciaccato le chances di Malinovskiy aumentano moltissimo, e viene da una striscia di prestazioni positive. Ha corsa, fisico, interdizione, progressione e tiro, tutte qualità che, soprattutto entrando a gara in corso, possono essere davvero quelle giuste. Bonus in arrivo? Chissà, intanto schieratelo. Caldara ha stupito Gasperini arrivando dopo un anno e mezzo di totale inattività pronto ad essere schierato, e Gasperini ha stupito noi lanciandolo immediatamente nella mischia dal primo minuto per due gare consecutive. L’unica piazza in cui Mattia può tornare ad essere quello che era è proprio quella in cui era quello che era, e noi lo ricordiamo come un bomber implacabile e portatore sano di 7 in pagella. E proprio in una gara bloccata come si prospetta quella con il Torino può e deve fare il suo: può essere la sorpresa della vostra formazione.

INTER – CAGLIARI

Dovrà farsi valere nel tempo concesso. Troppo pochi gli 8 minuti di domenica scorsa ma, anche in vista dei quarti di Coppa Italia, lo spezzone in questo turno potrebbe essere più corposo per Sanchez.

In alcune partite Joao Pedro gioca bene per tutto il tempo, in altre sparisce ma poi ha delle occasioni per colpire; l’avversario però è molto forte in difesa, quindi ci sta rifletterci su e anche tenerlo fuori se non ve la sentite. Tuttavia metterlo qui è obbligatorio, vista la frequenza con cui sta segnando; contro l’Inter un gol non sarà facile, ma la possibilità c’è sempre.

PARMA – UDINESE

Queste prime uscite del 2020 sono state per Kulusevski un po’ sottotono ma anche particolari, avendo dovuto giocare prima contro la squadra che l’ha cresciuto (Atalanta) e poi venduto; poi contro la squadra che lo ha appena comprato ed è pronta ad accoglierlo a Giugno (la Juventus). Psicologicamente saranno state per lui settimane complicate, adesso ci aspettiamo una reazione sperando possa tornare il Kulusevski ammirato per tutto il girone d’andata.

Che Fofana vedremo in questa partita? Ogni turno è una potenziale sorpresa, ma negli ultimi tempi sembra aver trovato finalmente continuità. Con i suoi inserimenti e i suoi tiri da fuori può fare molto male alla difesa avversaria. Se De Paul è l’habituè dei consigliati, Lasagna resta la nostra possibile sorpresa per eccellenza. Se le alternative non vi entusiasmano, un pensierino a Kevin si può sempre fare, consapevoli però che difficilmente fa bene per due gare consecutive.

SAMPDORIA – SASSUOLO

Dall’arrivo di mister Ranieri, in casa Audero ha preso 6 gol nelle ultime 7 gare giocando, tra le altre, contro Juve, Roma ed Atalanta. Nonostante la goleada di Roma secondo noi resta schierabile. Gare come questa sono troppo importanti per non pensare di doverci aggrappare al nostro capitano e faro. Contro il Brescia Quagliarella ha risposto presente mettendo a referto due gol; ci aspettiamo un atteggiamento simile anche Domenica sperando che il risultato sia il medesimo.

La debacle di Udine è ancora fresca, e dovrebbe risultare per noi come un campanello d’allarme, come una situazione che potrebbe verificarsi nuovamente; però una prestazione negativa non può togliere delle certezze che hanno visto il Sassuolo disimpegnarsi quasi sempre bene contro squadre di medio-bassa classifica in trasferta, per questa ragione diamo fiducia a Consigli, ritenendo possa subire non più di un gol, o chissà portare a sorpresa un clean sheet.

VERONA – LECCE

Impatto da sogno contro il Bologna, il suo ingresso è stato decisivo e Borini ha subito messo in chiaro che vuole dare il massimo. Potrebbe avere l’occasione da titolare, ma se non dovesse essere così, sicuramente subentrerà.

Ha messo a referto un ulteriore +3 nello scorso turno, risultando insieme a Petriccione uno dei migliori in campo. Ma ci sono dei particolari a cui dobbiamo tenere in considerazione. Uno di questi si chiama Riccardo Saponara. Innanzitutto bisogna tener presente che la prima gara si giocherà venerdì sera e il Lecce giocherà Domenica, quindi in questi due giorni non è escluso che Liverani a sorpresa possa inserire Saponara dal 1′ con l’arretramento sulla fascia per Mancosu. Sicuramente Mancosu, ne prima, ne ora, ne dopo perderà la sua appetibilità e la sua pericolosità sotto porta, ma c’è d’aggiungere che il ruolo è diverso da quello che ha interpretato fino ad ora e non dimentichiamo che è quello il suo ruolo naturale. Sicuramente si renderà pericoloso e magari perché no, possa offrire un’altra gioia ai suoi fantallenatori, senza dimenticare che lo specialista dei rigori rimarrà sempre lui. A Lecce Saponara è arrivato con il sorriso, voglia di fare e la voglia di rivalsa, nei confronti di coloro che lo hanno e lo stanno criticando. C’è da dire che sicuramente o per un tempo o a gara in corso, Liverani proverà a far si che possa offrire quel surplus che il Lecce cerca da un bel po’ di gare. Il consiglio che noi vi diamo senza ombra di dubbio è quello che magari ad ora non si può considerare un top quando dieci giorni fa più di qualcuno lo ha tagliato o era in procinto di tagliarlo nella sua rosa. Ma con copertura e in mancanza di alternative, si può fare un pensiero a schierarlo.

ROMA – LAZIO

Servono i migliori nei momenti di difficoltà. Dzeko e Pellegrini sono gli unici che possono inventarsi qualcosa. Perché altrimenti siamo alla frutta.

Ha graffiato anche contro la Sampdoria, quarto gol nelle ultime sei presenze, e per la prima volta da titolare dal primo minuto. Il gol è stato dei più semplici, ma la pantera è stata pronta ad approfittare della colossale dormita di Colley. Correa non è al meglio e al tempo stesso Caicedo si sta affermando a suon di prestazioni e gol, insidiando El Tucu come partner di Immobile. Che sia tra gli undici titolari o entri a partita in corso il piede è caldo e può mettere la firma anche sulla partita più sentita dell’anno.

NAPOLI – JUVENTUS

Non è detto che Fabian Ruiz giochi titolare, è in ballottaggio serratissimo con Zielinski e potrebbe tranquillamente partire dalla panchina (anche se a voto comunque potrebbe andarci). Non è da schierare a tutti i costi, anzi, ma da mezzala avrà più libertà e di certo non toccherà il fondo delle prestazioni come da mediano. Chissà che non possa persino stupire, se ne avrà la possibilità.

Nella sfida di Coppa Italia contro la Roma, il centrocampista uruguagio Bentancur è forse stato il migliore in campo. Domenica rischia di partire dalla panchina per questo è meglio schierare sempre qualcuno in copertura, tuttavia se lo avete in rosa schieratelo perché ci aspettiamo un’altra grande prova da parte sua. In conclusione, battere ferro finché è caldo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy