Consigli Fantacalcio 20a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 20a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da non mettere assolutamente nella 20a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Ventesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli sconsigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 20a GIORNATA – GLI CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 20a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

LAZIO – SAMPDORIA

In una squadra che fa 10 vittorie consecutive è pressochè impossibile trovare uno sconsigliato. Scegliamo Lazzari perchè ultimamente oscilla sempre su voti un po’ mediocri, non riuscendo a trovare la via del bonus nemmeno leggero. Ed è un peccato, per il lavoro enorme che fa per la squadra, ma purtroppo fantacalcisticamente sta rendendo praticamente 0.

Il centralone franco-tedesco Chabot, buttato ancora una volta nella mischia per cause di forza maggiore, ha sorpreso tutti nelle ultime due partite mettendo la museruola a gente del calibro di Ibrahimovic e Balotelli. E allora perché metterlo tra gli sconsigliati? Perché stavolta dovrebbe avere di fronte il capocannoniere del campionato, uno che nell’attuale stagione ha umiliato difensori ben più navigati di lui. Il buon Julian, inoltre, sembra trovarsi maggiormente a proprio agio nel controllare giocatori con una stazza simile alla sua e quindi potrebbe patire la mobilità di Ciro. Manolo sta bene e riesce finalmente a fare un buon lavoro al servizio della squadra. Tuttavia nelle ultime due partite contro Milan e Brescia ha fallito un numero impressionante di palle gol piuttosto facili e ciò gli è costato molto caro in termini di voti. Gabbiadini è un ragazzo che sembra patire psicologicamente queste situazioni negative, quindi vi mettiamo in guardia perché non sembra essere il momento giusto per rischiarlo.

SASSUOLO – TORINO

Lodevole sempre l’impegno e l’ordine tattico, ma come sempre non possiamo nascondere il fatto che a livello fantacalcistico Magnanelli vi può portare giusto una sufficienza, al massimo. Aggiungiamoci che non è nemmeno detto che giochi.

Vero anello debole tra gli esterni granata, Aina sta avendo più possibilità del previsto a causa degli infortuni altrui ma non riesce proprio a convincere. Magari questa partita segnerà una svolta per il nigeriano, ma ad ora le nostre impressioni vi consigliano di andarci cauti, continua a non incidere offensivamente e a sbagliare passaggi basilari perdendo palloni sanguinosi in mezzo al campo.

NAPOLI – FIORENTINA

Abbiamo ormai capito come chi non parte dal primo minuto difficilmente riesce ad andare a voto con Gattuso, per un motivo o per un altro. Di conseguenza ci sembrava utile questo monito per tutti i possessori di quei calciatori azzurri che non dovrebbero prendere parte alla gara, almeno inizialmente. In particolare ci riferiamo a Lozano, Llorente, ma anche a Fabiàn o ad Elmas. Gattuso non ama cambiare e se lo fa è di solito troppo tardi per il voto al fantacalcio, o almeno così è stato nelle ultime uscite. Di conseguenza è meglio non fare troppo affidamento su quei nomi, pur essendo il Napoli attualmente in condizioni di emergenza.

Interessante è interessante, ma Vlahovic deve andare in prestito a fare esperienza. La sua gestione di palla è ancora pessima, sbaglia gol semplici e ne fa di “impossibili”: ad ora è più probabile vedere la prima versione.

MILAN – UDINESE

Vale come al solito la considerazione che la posizione in campo e il ruolo rendono Bennacer un giocatore poco appetibile per il fantacalcio, specialmente in chiave bonus. Se ci mettiamo anche che l’Udinese a centrocampo ha diversi giocatori che fanno della fisicità il loro punto forte, è chiaro che Bennacer potrebbe soffrire questa situazione. Non che ultimamente stia demeritando, le sue prestazioni sono discrete e sembra essersi calato nel ruolo di playmaker, ma per questa volta potete dargli un turno di riposo.

Nonostante Becao e Larsen non stiano giocando male, per questo turno vi consigliamo di fare molto attenzione a tutti e due perchè si troveranno di fronte diversi clienti scomodi tra cui il più pericoloso è, sicuramente, Theo Hernandez. Il terzino francese, insieme ad uno tra Bonaventura e Calhanoglu, potrebbe mettere in seria difficoltà la fascia destra friulana.

LECCE – INTER

Sia chiaro, non è un accanimento contro di lui. Ma se nel match di Domenica avrai contro la coppia più in forma del campionato, dove surclassa tutto quello che trova davanti, nonché la società indica che un centrale difensivo verrà comprato durante la sessione e dulcis in fundo i suoi errori in marcatura sono risultati fatali nello score dei vari match, viene lecito chiedersi questo. Quindi tre indizi fanno una prova, sicuramente vedremo il nome di Lucioni in panchina se non in tribuna ai vari allenatori che hanno puntato su di lui, nonché a fine gara, l’ennesima insufficienza.

In campo per un’ora abbondante contro il Cagliari in Coppa Italia, Sanchez non s’è mosso male ma si vede che è ancora arrugginito. Ha qualità tecniche paurose, gli manca solo la condizione fisica. Diamogli tempo.

BRESCIA – CAGLIARI

A rischio di essere considerati petulanti, in questo momento a sinistra è come se non ci giocasse mai nessuno. Anello debole della nostra fase difensiva, spesso e volentieri gli avversari prendono di mira questo versante, proprio perché hanno una facilità disarmante nello sfondare. Altro che M&Ms, con Mateju e Martella parliamo di una vera e propria linea Maginot.

Da due gol subiti a partita in su nelle ultime, e le responsabilità sono condivise tra i centrali in flessione rispetto al buon inizio e i terzini che ancora non convincono. L’unico motivo per schierare un difensore del Cagliari è avere poche alternative, e fiducia sul fatto che la squadra si riprenda dopo questo periodo pessimo.

BOLOGNA – VERONA

A Torino Schouten è partito titolare e potrebbe farlo nuovamente contro l’Hellas che a centrocampo è una squadra che ci mette intensità e corsa. Lui invece è un mediano ordinato a cui piace prendersi carico della regia, ma è ancora molto lento e dovrebbe velocizzare il suo gioco, questa caratteristica potrebbe mandarlo in difficoltà tra le maglie Scaligere. Voto non assicurato e poco appeal fantacalcistico.

Gunter Perchè sei tu Gunter? Non è che è totalmente un disastro, ma il destino, il caso, la realtà vuole che lui sia sempre il colpevole. Se non cerca l’errore, è l’errore che cerca lui.

GENOA – ROMA

Già schierarlo come centrocampista al fantacalcio non è che crei entusiasmo a mille, sapere che Radovanovic potrebbe giocare come regista della difesa/marcatore di Dzeko crea ancor più ansia. Magari fa il partitone ed in tal caso bravo lui, ma non mi arrischierei.

Non pensiamo dobbiamo dilungarci troppo. Lasciatelo fuori perché Santon e il fantacalcio sono due rette parallele.

JUVENTUS – PARMA

L’impegno ce lo mette sempre ma è poco lucido nelle scelte. Forse questa è una partita nella quale si può anche schierare per la sua sufficienza quasi certa ma se vi aspettate altro, passate oltre il buon Blaise Matuidi

E’ in un ballottaggio serrato che lo vede in leggero vantaggio su Kurtic e Barillà, per questo motivo non da certezze di voto. Inoltre Grassi è ancora alla ricerca di una condizione accettabile dopo i soliti problemi fisici accusati durante la prima parte di stagione che lo hanno rallentato.

ATALANTA – SPAL

Non lasciatevi ingannare dall’eliminazione dalla Coppa: questa Dea viene da un periodo incredibile e ha sfiorato il colpaccio a San Siro con l’Inter. Contro la Spal, chi più chi meno, potete schierare tutti.

Il miglior attacco del campionato (49 gol, a fronte dei 12 degli spallini) contro il fanalino di coda della Serie A. Vi è balzata per la testa di schierare uno dei tre difensori spallini? Provate a pensare più e più volte all’immagine di Cionek, Vicari e Igor che provano a contenere Gomez, Ilicic e Zapata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy