Consigli Fantacalcio 2017-18 – I probabili rigoristi della Serie A

Ecco l’analisi dei rigoristi delle venti squadre della nuova Serie A 2017-18: scopriamo insieme quali sono quei giocatori che possono portare più facilmente un +3.

di Nello Fiorenza

Puntare sui rigoristi in sede d’asta può essere un ottimo espediente per ritrovarsi utili bonus durante la stagione, specie quando si riesce a individuare il futuro specialista dagli undici metri prima degli altri.
Questo articolo vuole aiutarvi a passare in rassegna i papabili giocatori deputati alla trasformazione della massima punizione, ovvero il calcio di rigore. Un ripasso utilissimo per tutti i fantallenatori che si preparano all’asta del fantacalcio. Scopriamo dunque i possibili rigoristi delle 20 squadre di Serie A.

ATALANTA

Perso Kessié adesso la prima scelta dal dischetto dovrebbe essere lo sloveno Ilicic. Senza dimenticarsi però dell’onnipresente Papu Gomez. Infine occhio anche al giovane Orsolini, che all’Ascoli aveva tale incombenza.

BENEVENTO

Dopo la rivoluzione del calciomercato estivo, il rigorista dei giallorossi potrebbe essere Pietro Iemmello, 25 anni, nuova punta dei i sanniti. L’altra candidatura è quella del talentuoso Amato Ciciretti. Tra le possibili scelte potrebbe trovare spazio anche l’albanese Memushaj: occhio però che l’anno scorso, con la maglia del Pescara, ne ha falliti 2 su altrettanti tentativi. L’arrivo, infine, dello svedese Armenteros non dovrebbe scompaginare la situazione.

BOLOGNA

A Bologna toccherà ancora  a Mattia Destro presentarsi dagli undici metri. In sua assenza è toccato al ceco Krejci (che ha segnato il suo unico gol in A proprio dal dischetto). Da non sottovalutare nemmeno Simone Verdi, già tiratore dei calci piazzati dei felsinei.

CAGLIARI

Per i sardi ad incaricarsene potrebbe essere Joao Pedro, il brasiliano l’anno scorso ne ha realizzato uno soltanto su due tentativi. Le alternative portano il nome di Diego Farias (che ha già un errore all’attivo, quello contro la Juventus) e Leonardo Pavoletti, nuovo cannoniere della squadra di Rastelli. Come outsider si propone invece Cigarini.

CHIEVO

Nel Chievo, quando in campo, è  mansione del buon vecchio Pellissier (3 su 3 l’anno passato), altrimenti c’è il sinistro dello sloveno Birsa. Più defilata la candidatura del baby Gaudino, nuovo arrivo in casa clivense.

CROTONE

Per i  pitagorici il ritorno di Ante Budimir coincide con la sua investitura come rigorista ufficiale dei calabresi. Il croato ex Sampdoria ha già ricoperto questo ruolo in cadetteria. Trotta (l’anno scorso un rigore realizzato sui 3 gol segnati con la divisa degli Squali) invece resta un’alternativa plausibile, così come l’eclettico Stoian.

FIORENTINA

A Firenze pesano le incognite dopo una folle finestra di calciomercato. Chi sarà il rigorista dei viola? Ecco avanzare la candidatura del neoacquisto Eysseric, talentuoso trequartista che in Francia li ha calciati nella sua avventura al Saint Etienne. Alle sue spalle si tiene pronto Giovanni Simeone, uno dei nuovi volti dell’attacco di Pioli: il Cholito nella sua avventura al Genoa, però, ne ha realizzato uno soltanto su due tirati. Thereau altra scelta più che ragionevole, laddove fosse in campo. Se non dovesse toccare a nessuno dei due, attenzione anche a Veretout, infine, che nel suo bagaglio tecnico ha l’esecuzione del tiro dagli undici metri.

GENOA

Per il Genoa molto probabilmente toccherà a Lapadula presentarsi dal dischetto. L’attaccante ex Milan non dovrebbe avere una grossa concorrenza per quanto riguarda l’esecuzione dagli undici metri. In sua assenza è toccato al bulgaro Galabinov essere deputato ai penalty. Due veterani come Miguel Veloso e Palladino si giocano la terza posizione.

INTER

Gerarchie stabilite in casa Inter: è Mauro Icardi il tiratore deputato a tirare i penalty (l’anno scorso 3 realizzazioni su 4 rigori). In alternativa c’è Candreva quale secondo tiratore, mentre Eder conserva qualche chance laddove dovesse essere sul rettangolo di gioco.

JUVENTUS

Il rigorista designato è sicuramente Paulo Dybala: è alla Joya che Allegri si affida per la massima punizione. Dopo di lui arriva il connazionale Higuain. Più dietro, invece, troviamo un altro stoccatore professionista: Miralem Pjanic.

LAZIO

Andato via Biglia (rigorista dei biancocelesti nelle scorse stagioni) l’onere adesso passerà a Ciro Immobile: l’attaccante di Torre Annunziata ha fatto 6 su 6 nello scorso campionato. Ad incalzarlo resta Felipe Anderson, brasiliano che attende l’occasione giusta per riprendersi la scena e rimpinguare il suo score personale.  Il portoghese Luis Nani è un’altra opzione di livello a disposizione di mister Inzaghi.

MILAN

Il mercato milionario dei cinesi ha rivoluzionato totalmente la squadra rossonera in modo da aver stravolto anche la gerarchia dei rigoristi. Alla prima di campionato, contro il Crotone, è toccato all’ivoriano Kessié presentarsi dal dischetto. Un’investitura arrivata direttamente da Montella. Tuttavia la pattuglia dei tiratori milanisti è ben nutrita: si tengono pronti in sostituzione anche André SilvaBiglia, Calhanoglu e Ricardo Rodriguez.

NAPOLI

Qualche incognita aleggia sulla situazione dei rigoristi del Napoli. L’anno passato Dries Mertens e Lorenzo Insigne sono stati in competizione per presentarsi sul dischetto: nella scorsa stagione entrambi hanno messo a segno 2 calci di rigore. Tra i due litiganti ecco spuntare però Jorginho quale terzo incomodo: l’italo-brasiliano ha infatti realizzato un penalty decisivo nel preliminare di Champions League contro il Nizza.
L’altra candidatura è quella di Arek Milik, attaccante che vuole recuperare il tempo perduto dopo il lungo infortunio e migliorare il bottino di reti.

ROMA

Ancor prima dell’abdicazione del re giallorosso per eccellenza, Francesco Totti, la linea di successione dei rigoristi prevedeva l’argentino Perotti come scelta principale. Il Monito conserva la sua purezza realizzativa, quella del cento per cento, con 7 rigori su 7. La sua “camminata” dagli undici metri non dà alcuno scampo ai portieri.
In assenza del giocatore sudamericano è capitan De Rossi a prendersi carico dell’incombenza, anche perché Dzeko ne ha sbagliati diversi nello scorso campionato (2 errori su 3 calciati).

SAMPDORIA

Per i blucerchiati l’opzione più accreditata dagli undici metri è quella di Fabio Quagliarella. In sua assenza difficile che possa toccare a Caprari, che l’anno passato ha sbagliato 2 rigori su 3. Occhio infine anche all’uruguagio Gaston Ramirez, che al suo ritorno in Italia potrebbe anche prendersi quest’incombenza.

SASSUOLO

Nel Sassuolo lo scettro del rigorista principe è dell’intoccabile Domenico Berardi – che nella scorsa serie A su 3 rigori tirati ne ha realizzati due. Alle sue spalle troviamo Politano (2 su 2 calciati) e Sensi.
L’altra opzione percorribile è Acerbi: il difensore nel campionato appena finito ne ha realizzato uno contro il Cagliari.

SPAL

Qualche incognita in più sul rigorista della matricola ferrarese. In serie B il compito è spettato a Mirco Antenucci, capocannoniere della compagine spallina con 18 reti. Il calciomercato però ha portato Marco Borriello nella terra degli Estensi. Il bomber ex Cagliari è sicuramente un competitor pugnace. Come altra scelta c’è l’esperto Floccari. Qualche possibilità in più potrebbe avercela anche il nuovo acquisto Viviani.

TORINO

In casa Torino ci ha pensato Mihajlovic a fare chiarezza dopo i rigori falliti lo scorso anno. È Belotti il primo rigorista. Tuttavia l’attaccante granata l’anno scorso su 5 ne ha segnati soltanto 2. In seconda battuta troviamo lo spagnolo Iago Falque e a seguire Ljajic.

UDINESE

A Udine sarà un duro colpo sostituire il francese Thereau passato alla Fiorentina. Ora il rigorista designato dei friulani potrebbe essere l’argentino Rodrigo De Paul. La seconda piazza toccherebbe a Kevin Lasagna, neo centravanti dei bianconeri. Ma sarà lui il titolare? Da contemplare tra i rigoristi anche il ceco Jankto.

VERONA

È il «Pazzo» Pazzini il rigorista indiscutibile della squadra scaligera: l’attaccante 33enne nell’anno della promozione ne ha realizzati 5 su 5. Alessio Cerci resta un sostituto pronto all’uso così come qualche chance la conserva anche l’italo-brasiliano Romulo.

Avete preso nota? Tanti nomi da inserire magari nella vostra squadra nella speranza che siano bonus decisivi per le vostre fantasquadre!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy