Consigli Fantacalcio 19a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 19a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della diciannovesima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 19a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 19a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BENEVENTO – TORINO

IAGO FALQUE: L’unica nota positiva della scorsa giornata è stato il suo goal e forse prenderà fiducia in questo dopo i numerosi infortuni. La possibile assenza di Insigne gli permetterà di dimostrare il suo valore e magari convincere il mister a utilizzarlo più volte da titolare o subentrante. Una chance da non sprecare, schieratelo.

VIOLA: Secondo il medico dei Campani dovrebbe tornare in campo per questa giornata, noi allora ci fidiamo. Dovesse giocare non vi aspettate con certezza un bonus ma almeno una buona prestazione, avrà fame e voglia di giocare – finalmente – questa Serie A.

BELOTTI: Il gallo ha smesso di cantare e giustamente i suoi possessori, come il Torino, risentono della mancanza dei suoi gol dai quali dipendevano. Non possiamo sapere se tornerà al gol, ma certamente in lui come in tutti dovrà scattare da qui in avanti una reazione di orgoglio. Nicola inoltre farà di tutto per farlo giocare come sa e riportarlo più incentrato su compiti offensivi, chissà che quindi i risultati non si vedano già da subito. Noi, nel dubbio, non lo lasceremmo fuori.

ROMA – SPEZIA

KARSDORP: Uno dei pochi che non ha sfigurato nel derby. Può prendere un voto positivo e magari portare anche un bonus.

ESTEVEZ: Non abbiamo ben compreso la sua assenza dal primo minuto contro i granata la scorsa ma, sta di fatto che appena è entrato ha dato forza ed energia sulla mediana e nonostante si è dovuti affrontare una partita di sacrificio lui è stato presente anche in qualche buona azione di spinta. Dovremmo rivederlo al suo posto dall’inizio questa volta e vogliamo premiarlo per quello di buono sta facendo vedere fin’ora. Occhio come sempre ai piazzati.

UDINESE – INTER

PEREYRA: Assoluto colpaccio di quest’ultimo periodo. Ha i tempi di inserimento giusti, nonché una vena realizzativa rispolverata. Contro l’Inter sarà più difficile in mezzo a quei 3 cagnacci, ma lui è sicuramente il nichelino di giornata in casa friulana sopratutto se verrà riconfermato trequartista.

NUYTINCK: Raro caso di possibile sorpresa in rosso 2/5. Perché di base non andrebbe schierato razionalmente, sia per la forma fisica non ottimale, sia perché si ritrova conto Lukaku che di stare a secco non ha voglia. È quindi una scelta di cuore, il cervello vi dirà di guardare altrove, ma non c’è sconfitta nel cuore di chi sogna.

BARELLA: corri ragazzo laggiù…vogliamo immaginare che Barella stia ancora correndo dopo Inter-Juve. Saremo onesti, eravamo indecisi se collocarlo tra i consigliati, abbiamo preferito inserirlo in questa sezione perchè il buon Nicolò sta sì in un periodo di forma STRAORDINARIO, però non è un centrocampista goleador. Ci auguriamo, tuttavia, che sotto questo profilo possa migliorare e crescere ancora di più. In ogni caso il buon voto è altamente probabile

BASTONI: Dopo la gran partita contro la Juventus la menzione in questa sezione è quasi “obbligatoria”, peraltro contro una Udinese che starà arroccata dietro, i corner diventano una opzione interessante per sbloccare la partita. Chissà, magari il buon Alessandro vorrà segnare il primo gol stagionale?

MILAN – ATALANTA

LEAO: Arriva a questa sfida fresco e riposato dopo il turno di squalifica che lo ha costretto a saltare la gara di Cagliari. Rebic è guarito dal covid ma non ce lo aspettiamo sin da subito in campo dal primo minuto, motivo per il quale potrebbe nuovamente giocare il portoghese, apparso brillante e pimpante nelle ultime uscite. Può essere tra i possibili protagonisti della gara e chissà se riuscirà a portare un bonus, intanto potete provare a fargli spazio nel vostro undici titolare.

PESSINA : Ragazzi è inutile girarci attorno. E’ diventato troppo indispensabile per l’Atalanta. Nello scorso turno è stato inserito a ricoprire il ruolo di centrocampista centrale, ha pagato sotto l’aspetto fisico ma non per quello della tecnica. Tiene bene la posizione, sbaglia raramente il suo appoggio ai compagni. Pensiamo che contro il Milan verrà messo da trequartista. Ma a prescindere dove lo metterà il mister, voi dovete metterlo in campo! E’ chissà che non possa esserci la sorpresina dietro l’angolo.

ILICIC : Devastante con il Benevento, delusione contro il Genoa a fondamentale contro l’Udinese. Questo è Ilicic, l’incontinuità fatta a persona. Ma siamo positivi che possa essere la sua giornata ed anche per questo motivo, potrebbe dare una svolta alla vostra giornata fantacalcistica oppure affossarvi con un 5 + giallo

FIORENTINA – CROTONE

BORJA VALERO: Questo è un appello a tutti coloro che, per qualche particolare motivo, abbiano Borja Valero nella propria rosa: consideratelo tra le vostre opzioni. Definito un Professore dallo stesso Prandelli, Borja potrebbe tornare a vestire la maglia viola dal primo minuto dopo tre partite in cui ha giocato poco e nulla. Sia chiaro, è un centrocampista schierabile nella speranza che porti un buon voto, dato che per caratteristiche e posizione (regista) difficilmente porterà bonus.

SIMY : E alla fine il nigeriano tornò a timbrare su azione, dopo l’unico goal sino a qui siglato con l’Atalanta, ormai decadi fa. La presenza di una punta come Riviere al suo fianco, lo deresponsabilizza dal creare solo lui la manovra offensiva, e questo è un vantaggio perché ne riduce gli errori in fase di impostazione, e gli offre la possibilità di avere un servizio migliore in area di rigore. L’esempio è la zampata per il secondo goal con il Benevento, su assist proprio di Riviere. Noi auspichiamo cross e ancora cross, perchè così facendo i goal arriveranno.

JUVENTUS – BOLOGNA

BERNARDESCHI: Bella sorpresa il secondo tempo di Federico contro il Napoli. Entrato con il piglio giusto ha sfruttato l’occasione e viste le non perfette condizioni fisiche di Chiesa, ha un’altra chance che DEVE sfruttare. Diamogli fiducia per l’ennesima volta ed incrociamo le dita.

KULUSEVSKI: Finalmente sta entrando in condizione, i suoi strappi e la sua posizione gli garantiscono molte occasioni a partita ed il minutaggio cresce sempre più. Sfruttatelo anche se dovesse partire dalla panchina

VERONA – NAPOLI

ILIC: Se è vero che dal letame nascono i fiori, Ilic è il fiore che sta sbocciando dalla nerissima emergenza infortuni che sta falcidiando il reparto mediano: anche col Bologna una prova di maturità (nonostante i 19 anni d’età) e carattere. Siamo convinti che anche con un avversario tosto come il Napoli il giovane Ivan Ilic saprà farsi valere.

MERET: Il portierino azzurro si fa sempre trovare presente quando chiamato in causa, come ad Udine dove 3 suoi interventi salvarono il risultato sull’1a 1. La porta imbattuta non è affatto sicura ma soprattutto per chi utilizza il modificatore Alex potrebbe riservare anche qualcosa in più della sufficienza.

LOZANO: Indiscutibilmente l’uomo più in palla della squadra ormai da un bel po’ di tempo. Al momento è veramente difficile tenerlo fuori dai titolari ma stavolta potrebbe anche toccargli un po’ di riposo, almeno inizialmente, per permettergli di rifiatare un po’ dopo le tante partite da titolare disputate. Tuttavia i suoi possessori è giusto che continuino a dargli fiducia perché se hanno seguito le ultime uscite degli azzurri non avranno potuto non notare che c’è il suo zampino praticamente in quasi tutte le azioni pericolose.

GENOA – CAGLIARI

ZAJC: la cura Ballardini ha fatto dello sloveno il suo paziente numero uno, e – progressivamente – lo sta rivitalizzando completamente. Ballardini ha creduto in Zajc e lo ha schierato titolare per tre partite di fila, mentre con Maran lo sloveno era finito ai margini, e quest’ultimo ha prontamente ripagato la fiducia del mister, con un gol (nella vittoria sul Bologna) e prestazioni in crescendo. Con due spalle esperte e affidabili come Strootman e Badelj, lo sloveno può finalmente appagarsi nella sua nuova posizione di mezz’ala, e chissà che non cominci ad avvicinarsi all’area con più continuità.

NAINGGOLAN: Anche lui finisce nuovamente qui. Sinora non ha fatto nulla di eccezionale, però stavolta qualcosa dovrebbe cambiare, dato che ci aspettiamo di vederlo non più sulla linea dei centrocampisti, ma più avanti: un assist, o qualche tiro da fuori dei suoi, sono alla sua portata. Se ce l’avete potete tentarvelo, questo potrebbe essere il suo momento.

LAZIO – SASSUOLO

PEREIRA A.: Anche lui probabile titolare in Coppa Italia (inizio partita 15 minuti dopo l’uscita delle schede), secondo la legge del turnover dovrebbe quindi partire dalla panchina in campionato. Poco male perchè nell’ultima presenza prima del derby si è mosso discretamente, ora è arrivato il momento di dimostrare di che pasta è fatto: eterna promessa del calcio europeo o giocatore che può maturare bene? Staremo a vedere. Se non si è stretti con le sostituzioni può essere preferito ad un regolarista, con quest’ultimo da utilizzare come copertura.

CAICEDO: Ogni sessione di mercato viene dato per partente, puntualmente è sempre qui. Senza dubbio uno dei migliori dodicesimi del campionato, è andato a voto 14 volte su 18, 6 gol e fantamedia del 7.14, numeri che non lascerebbero mai pensare ad una alternativa d’attacco. Statistiche alla mano, quando segna due partite di fila poi resta altre due a secco, quindi dopo non aver marcato il cartellino contro la Roma dovrebbe replicarsi contro il Sassuolo. Ma chi ha detto che i numeri hanno sempre ragione? Correa non è ancora al 100%, Felipao potrebbe partire di nuovo dall’inizio, o magari subentrare dalla panchina, ma in fin dei conti che cambia?

DEFREL: nelle ultime tre partite, ha colpito un palo contro il Genoa, ha segnato contro la Juventus, e contro il Parma ha sì fatto un solo tiro in porta, ma è stato praticamente l’unico di tutta la partita del Sassuolo, o comunque l’unico ad aver impegnato seriamente Sepe. È chiaro che non parliamo di un goleador, e il fatto di non giocare punta un po’ lo penalizza, ma si sa inserire bene e si muove tra gli spazi. Il trend è certamente positivo ed è giusto ricordarlo.

PARMA – SAMPDORIA

INGLESE: Fin’ora ha avuto un rendimento disastroso così come Cornelius ma in gran parte dovuto ad una sterilità offensiva disarmante messa in mostra dalla squadra sotto la gestione Liverani. Con D’aversa sembra che la squadra stia assumendo nuovamente una identità precisa e la situazione sta migliorando seppur mancano i gol proprio degli attaccanti. In una gara dove il Parma deve vincere a tutti i costi, sarà proprio Bobby sbloccarsi e regalare l’agognata vittoria?

VERRE: Probabilmente partirà dalla panchina ma questa sembra proprio essere una partita “da Verre” soprattutto se non si dovesse sbloccare rapidamente. Valerio col suo gioco tra le linee potrebbe rappresentare un bel grattacapo per la formazione emiliana

TORREGROSSA: Chi avrebbe scommesso su un suo gol all’esordio? Più sorpresa di così. Big Tower ha già acceso gli entusiasmi: c’è amore nell’aria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy