Consigli Fantacalcio 18a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 18a giornata – Gli Sconsigliati Fantamagazine

Ecco tutti i giocatori da non schierare per la 18a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Diciottesimo turno della stagione 2019-2020 del campionato di Serie A, e con esso giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà i consigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti gli consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 18a GIORNATA – GLI SCONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere sconsigliati per la 18a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

BRESCIA – LAZIO

Una delle poche incertezze a non essere stata mai definitivamente risolta è quella della fascia sinistra. Martella parte come titolare, ma tra infortuni e prestazioni opache, spesso e volentieri è Mateju a partire titolare. Il primo dovrebbe essere quello più votato alla fase offensiva, il secondo ordinato nella fase difensiva, cosa che in effetti fa, senza comunque eccellere. Il problema principale è che chiunque dei due giochi, la fascia sinistra si è spesso mostrata uno dei nostri maggiori punti deboli.
Mentre a destra con Sabelli si hanno più che altro errori nella parte finale di un’azione, che può portare o meno alla rete, a sinistra si ha proprio l’opportunità di svilupparla questa azione e, spesso, si arriva al cross, passaggio, tiro.

In Supercoppa ha arginato poco Cristiano Ronaldo sul tiro ribattuto da Strakosha che Dybala ha poi depositato in rete. Nel complesso è in un buono stato di forma, ma purtroppo ha una differenza di rendimento tra casa e trasferta peggio di Dr. Jekyll e Mr. Hyde, tanto affidabile all’Olimpico con una mv del 6.21 quanto tutt’altro difensore lontano dalle mura amiche, dove la fantamedia scende addirittura a 5.30. Fino alla fine sarà in ballottaggio con Patric e, nonostante Luiz Felipe sia un difensore in fase di crescita, non ce la sentiamo ancora di garantire per lui in trasferta.

SPAL – VERONA

La catena di destra formata dai due esperti centrali Tomovic e Cionek potrebbe essere spezzata dal terzino sinistro rivelazione di questo campionato Faraoni. Anche se ultimamente non hanno demeritato, per questa giornata meglio non rischiare.

E come al solito il posto più brutto della scheda è affidato a Gunter. Purtroppo non ha lo stesso passo degli altri 2 centrali, non è detto che oggi possa fare disastri, ma se la SPAL dovesse segnare, guardate subito lui perché sarà colpevole o complice.

GENOA – SASSUOLO

Le insufficienze rimediate nelle ultime tre gare rispecchiano uno stato di forma non ottimale per Ghiglione che tanto bene aveva iniziato la stagione. Vedremo se Nicola riuscirà a tirarne fuori il meglio nelle prossime settimane: intanto per questa giornata, considerando anche il diretto avversario che deve affrontare, è meglio concedergli un turno di riposo nelle vostre fantasquadre.

Centrocampo particolarmente muscolare quello che si prospetta per il Genoa, e il capitano Magnanelli sarà chiamato a dare come sempre il suo apporto in quantità ed equilibrio. Perché sconsigliato? Perché, nonostante possa giocare bene come fa spesso, fantacalcisticamente parlando può portarvi nella migliore delle ipotesi una discreta sufficienza, ma quasi sicuramente senza bonus e con il rischio ammonizione dietro l’angolo.

ROMA – TORINO

Non c’è nessuno sconsigliato nella Roma tra i titolari, sono tutti in forma e schierabili. Se dobbiamo trovarne uno è Spinazzola che ultimamente è stato messo giustamente da parte.

Totalmente sconsigliato, che sia da difensore o da centrocampista va evitato a meno che non si necessiti di un voto che stavolta è altamente probabile vista la squalifica di Ansaldi. Ci basta una sola motivazione per convincervi: dalla parte di Laxalt si aggirerà un veloce e fisico Zaniolo e noi non pensiamo possa riuscire a contenerlo. New entry inaspettata in questa sezione; sia chiaro, Belotti non è sconsigliato al 100% e chi lo possiede come top di ruolo può comunque pensare di schierarlo. In questa trasferta all’Olimpico, tuttavia, sarebbe il caso di valutare alternative anche di squadre medio-piccole, dato che la produzione offensiva del Torino è sempre un’incognita e la coppia Mancini-Smalling è tra le rilevazioni del campionato. Un (raro) turno di riposo per il funky gallo ci può stare.

BOLOGNA – FIORENTINA

Nell’inedito ruolo di terzino sinistro, vista l’assenza rispettiva di titolare e riserva, Denswil non sta demeritando pienamente, ma pecca molto in concentrazione e marcature preventive nei momenti salienti della partita, lasciandosi andare spesso a leggerezze e disattenzioni che costano caro. In fase calante da qualche partita, Bani ha dalla sua gli inserimenti in area avversaria ma al momento le amnesie in quelli che sono i suoi compiti principali non ci permettono di consigliarne il suo impiego.

La “rincorsa” su Pellegrini in occasione del gol è il simbolo di un giocatore che non ha i 90 minuti nelle gambe, molto più adatto a fare legna nei minuti finali. Ad ora Badelj rischia anche il posto.

JUVENTUS – CAGLIARI

Nel ruolo di terzino destro in questo prima fase di stagione non ha sempre offerto grandi prestazioni, ed il fatto che sia listato centrocampista, ne limita decisamente l’appetibilità. Fino ad ora, in quattordici presenze, è arrivato un solo assist a fronte di tre ammonizioni ed una espulsione. Un bottino decisamente scarso, al quale si aggiunge una fantamedia insufficiente. In conclusione Cuadrado si può non schierare, specie se avete buoni rincalzi a centrocampo.

La squadra è in crisi e si spera la sosta abbia aiutato a riprenderci psicologicamente, anche se sarà difficile iniziare con un risultato positivo. Aggiungiamo la qualità dell’attacco avversario e il fatto che mancano due centrali (per dire, potremmo vedere Walukiewicz o Cacciatore centrali) e le ragioni per abbandonare l’idea di schierare i difensori del Cagliari sono già più che sufficienti. L’indice dei terzini è tra 1 e 2.

ATALANTA – PARMA

Difficile sconsigliare qualcuno di questa Dea, De Roon si ritrova puntualmente qui per i motivi che ormai sapete a memoria.

Sarà chiamato a sostituire lo squalificato Gagliolo. Fin’ora però la stagione di Pezzella è stata abbastanza negativa dimostrando una certa fragilità in fase di non possesso palla, aspetto che potrebbe pagare caro contro gente come Hateboer/Castagne. Della difesa è sicuramente il punto debole.

MILAN – SAMPDORIA

Ospite fisso di questa sezione, ormai è un lontano ricordo il periodo in cui al fantacalcio segnava con discreta regolarità (anche perché rigorista), mentre adesso sono più frequenti le partite insufficienti e sottotono, condite magari da un cartellino. Corsa e fisicità tornano comodo per gli equilibri della squadra, ma al fantacalcio esistono profili sicuramente più appetibili, dunque preferite loro all’ivoriano Kessié. Anche per Suso è un periodo nero, e i pagellisti tendono spesso a penalizzarlo con voti estremamente negativi in caso di sconfitta o persino pareggio. O in qualunque partita non lasci il segno. Di solito non brilla nel periodo invernale e considerato che la situazione in campo è rimasta pressoché identica a qualche settimana fa, tralasciando il possibile impiego di Ibra, ci aspettiamo sostanzialmente una prestazione in linea con quelle deludenti degli ultimi mesi. Al solito aspettate segnali di risveglio prima di dargli una chance. Se invece avete centrocampisti meno avvezzi al bonus e siete indecisi chi schierare fra loro e Suso, andate con lo spagnolo perché comunque un piazzato, un tiro buono o un cross decente può sempre tirarlo fuori anche con 90′ giocati male, però siate consapevoli che il rischio insufficienza è concreto, molto più della possibilità che arrivi un bonus ora come ora.

Calhanoglu, Bonaventura, Hernandez, tutti dal suo lato. Bresztnski rientra da un infortunio e a coprirlo avrà Murillo. Dobbiamo aggiungere altro?

LECCE – UDINESE

Diciamocelo con franchezza, i terzini leccesi fino ad ora sono stati la croce e delizia della squadra, ma ora con il mercato che si è aperto e con la squalifica di Calderoni, Liverani sicuramente punterà su di loro. Donati ritorna a disputare un match ufficiale dove per qualche mese era senza squadra. Dell’Orco eravamo convinti che avrebbe preso il posto da titolare e invece si contano più le panchine che le gare giocate. Ora al netto di quanto detto sino ad ora, ci aspettiamo una gara di contenimento più che di avanzamento, quindi restiamo dubbiosi per una prestazione convincente dei terzini. In attesa dei tempi migliori.

Viene da qualche buona prestazione e ha scavalcato Becao nelle gerarchie difensive. Il ballottaggio tra i due resta, ma Gotti dovrebbe dare continuità al francese De Maio. In ogni caso, è preferibile affidarsi ad altri difensori anche per questo turno.

NAPOLI – INTER

A differenza del collega di reparto Luperto non ha quella maturità e quell’esperienza adatta ad imporsi anche contro attaccanti di spessore. Sulla carta è proprio lui il punto debole della retroguardia, dove l’Inter proverà probabilmente a far male con gli spunti di Lautaro. Certo, riuscisse ad arginare gli avversari anche per lui arriverà un votone. Ma rispetto a Manolas lui ci ispirà meno fiducia.

Con 12 gol ed 1 assist in 17 presenze vederlo qui può sembrare una provocazione ma in realtà ha un suo perché, fin’ora non ha saputo incidere nelle partite più difficili e la trasferta al San Paolo, Napoli in forma oppure no, rappresenta una delle gare più complicate per l’Inter. Forse è bene ricordare che il suo indice è comunque sufficiente, salvo alternative monster si può sempre mettere.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy