Consigli Fantacalcio 10a giornata – Le Possibili Sorprese Fantamagazine

Saranno +3 insperati o delusioni? Ecco tutte le possibili sorprese della 10a giornata di campionato.

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore all’inizio della decima giornata della stagione 2020/21 di Serie A e, con essa, arrivano anche anche i nostri consigli fantacalcio. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, i consigliati ed uno speciale per analizzare tutti le possibili sorprese delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 10a GIORNATA – LE POSSIBILI SORPRESE

In questo appuntamento scopriremo insieme quali giocatori possono essere possibili sorprese per la 10a giornata di Serie A. Vi ricordiamo inoltre che potete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, sulla pagina Facebook di Fantamagazine o sulla nostra pagina Instagram.

SPEZIA – LAZIO

RICCI: Una forza della natura, regista vero e metronomo della squadra. Sta finalmente sbocciando un giovane campioncino, regolarista dai buoni voti e siamo sicuri che arriveranno anche i bonus (rigori a parte). In casa lo Spezia tende a far avanzare il baricentro della squadra e molto volentieri Matteo è invitato dai compagni alla botta da fuori. Oggi finisce nelle sorprese di giornata, gara difficile sulla carta vero, ma abbiamo buone sensazioni sul ragazzo.

A.PEREIRA:  Possessori, è finalmente arrivato il momento di dargli fiducia! Lo avete comprato come slot scommessa, a Dortmund è entrato in partita e a mostrato, come al solito, sprazzi di qualità. Sarà stata la Champions, una Lazio in ‘palla’ e motivata, ma il portoghese è entrato davvero bene e non ha fatto rimpiangere Luis Alberto nel finale di partita. Ho a lungo pensato se inserirlo se come possibile sorpresa o fare un approfondimento perché c’è la possibilità che parta titolare come seconda punta. Alla fine ho ritenuto inutile una distinzione netta perché sia se partisse titolare, sia se partisse dalla panchina, penso sia giunto il momento di rischiarlo come quarto nel vostro reparto. Andreas è molto acerbo, ha giocato una sola partita da titolare con il Torino dove, tra l’altro, ha mostrato tutta le contraddizioni intrinseche nel giocatore: gol e sostituzione al 45′ per una prestazione insufficiente. Comunque sia dopo la convincente prestazione di Dortmund e in virtù di un riposo che, o dall’inizio o nel secondo tempo, il Tucu dovrà necessariamente avere, sabato potrebbe avere l’occasione per mettersi in mostra. Lo Spezia è una squadra molto ordinata e ben organizzata da Italiano, e contro i bianco-neri saranno fondamentali le capacità tecniche dei giocatori laziali e, per quanto acerbo, Pereira è uno di questi. Ora, stiamo parlando di un giocatore che ha mandato segnali in 15′ di una partita dove le motivazioni erano assai diversi e di un centrocampista che non è mai stato un bomber e che ancora non si è davvero avvicinato al calcio italiano. Ciononostante l’idea è questa: lo avete in rosa come scommessa nonostante abbiamo sempre detto che i suoi limiti, dovrebbe avere minutaggio, giocherà contro una squadra organizzata ma che può soffrire le sue capacità tecniche, se non lo mettete oggi quando lo mettete? Se giocasse titolare potrebbe prendervi 5.5 come 6.5 e aggiungerci un assist, idem qualora partisse dalla panchina. E’ uno di quei giocatori di cui è veramente difficile prevedere la prestazione, ma nel dubbio oggi va rischiato a nostro modo di vedere.

CAICEDO: Con l’assenza di Muriqi il Panterone si colloca come primo cambio sia di Correa che di Immobile. Adani in Champions lo ha definito ‘il miglior dodicesimo del campionato’. Col Dortmund, infatti, entrato nell’ultimo quarto d’ora, ha subito conquistato una importante punizione e, dopo un dialogo nello stretto, stava mandando in porta Acerbi; solo il grande intervento di Witsel ha negato la gioia del gol al difensore bianco-celeste. Nonostante a livello fantacalcistico sia un ‘dramma’ la sua gestione, poiché parliamo di un attaccante da 7-8 a stagione, questa può essere una partita interessante per inserirlo titolare, ma solo se non avete alternative migliori. Quindi può essere preferito ad un esterno di una squadra medio-piccola, ma non schieratelo al posto della punta centrale di una squadra media con discrete probabilità di segnare, perché si tratta pur sempre di una ‘scommessa’ e di un giocatore con minutaggio ridotto. Caicedo dovrebbe avere a disposizione una buon minutaggio per colpire la difesa spezzina. A lui basta una palla sporca, un cross di Lazzari magari, per colpire e segnare.
Stavolta può essere rischiato anche non coperto perchè l’assenza di Muriqi dovrebbe garantirvi una certa tranquillità, ma per sicurezza meglio sempre inserire un panchinaro dal voto sicuro.

JUVENTUS – TORINO

DYBALA: Queste sono le sue partite, nonostante un momento non esattamente positivo lui è e resta una carta da giocare al fantacalcio. Perennemente messo in discussione (mai una joya), turbato per via di un rinnovo difficile, ma determinato a farsi largo. Con Morata fuori dai giochi, l’occasione per ri-guadagnare fiducia e punti nelle gerarchie di Pirlo è questa.

KULUSEVSKI: Dopo un grande avvio di stagione, l’involuzione e le conseguenti panchine più frequenti rispetto all’inizio. Lo svedese ha le caratteristiche adatte per fare male alla difesa del Torino, ai granata ha già segnato nella passata stagione. Per allontanare le critiche serve una buona risposta sul campo, scommessa da fare salvo alternative clamorose.

BELOTTI: Retrocesso a sorpresa solo in virtù della sfida, dato che il Gallo finora ha messo a referto 7 reti e nessuna insufficienza, risultando tra i primi 3 nella classifica capocannonieri e tra i primi 5 per fantamedia. Senza contare che il suo storico contro i bianconeri non è affatto male (3 dei 6 gol del derby nel suo periodo granata portano la sua firma), con quest’ultimi che potrebbero patire leggermente le fatiche della Champions. Difficile da escludere in questo momento, difficile da non amare.

SINGO: Ok è la scommessa folle di giornata. Trovarsi a 19 anni a fronteggiare dalle sue parti Ronaldo e Chiesa non è roba da tutti i giorni. Però Wilfried finora ha sbagliato veramente poco e compensato con giocate offensive risultate decisive, questa sarà la prova più ardua ma qualora riuscisse a ben figurare, il voto sarebbe lievitato data la giovane età e la poca esperienza.

INTER – BOLOGNA

VIDAL: Il ritorno al 3-5-2 dovrebbe favorire le mezze ali che in questo contesto potranno inserirsi consapevoli che dietro di loro veglierà il buon Brozovic, e Vidal in che modulo si è esaltato con Conte? Esatto proprio il caro vecchio 3-5-2, ovviamente non aspettatevi inserimenti continui, l’età avanza per tutti; tuttavia ci aspettiamo che il cileno possa calpestare con maggiore convinzione l’area avversaria

HAKIMI: Vero, sulla sua fascia dovrà fronteggiare Barrow in fase di non possesso ma allo stesso tempo il gambiano potrà concedergli campo da aggredire, quindi corri ragazzo laggiù e ara la fascia. In champions ha dato dei segnali di risveglio, perchè non coglierli anche in campionato?

SVANBERG: in mediana i giornali puntano sempre gli occhi su Schouten e non possiamo dargli torto. Ma pure Svanberg sta crescendo tanto, e nonostante a centrocampo ci siano molte soluzioni, Sinisa sceglie sempre lui. Vero, gioca lontano dall’area avversaria, ma ha personalità da vendere, e quando tocca il pallone guarda subito verso la porta, andando spesso al tiro. I bonus latitano, anche se la sfortuna, fra pali e var, ha inciso parecchio. In ogni caso, il ragazzo svedese sforna spesso buone prestazioni, riconosciute anche dai pagellisti. La pecca maggiore? I gialli. Ma visti i voti, qualche piccolo malus lo si può anche perdonare. Contro il centrocampo dell’Inter sarà dura spuntarla, ma noi abbiamo buone sensazioni. Se non avete alternative più appetibili, potete azzardarvi a schierarlo

VERONA – CAGLIARI

SILVESTRI: Da una parte siamo spaventati a metterlo qui. Non perchè non abbiamo fiducia in lui, ma per scaramanzia. Con l’Atalanta è stato strepitoso, ha salvato più volte il risultato anche su errori dei compagni. Un portiere che non è mai spiccato per essere un fuori classe, ma la dedizione e l’ottimo lavoro hanno sempre reso Silvestri uno degli uomini più affidabili del Verona.

ZAPPA: Potrebbe giocare davanti, e in quella posizione può fare molto bene. Per la maggiore vicinanza alla porta, forse; il motivo principale però riguarda il fatto che giocare in quel ruolo potrebbe enfatizzare maggiormente le sue doti di spinta, e fargli continuare la serie di prestazioni che lo sta rendendo una delle maggiori sorprese di questo inizio di stagione, con buoni voti da modificatore e tre assist collezionati sino ad ora. Non irrinunciabile, ma decisamente schierabile.

UDINESE – ATALANTA

MUSSO: al pari di Nuytinck possono essere le possibili sorprese di giornata in casa friulana. Non prevediamo un clean sheet (sarebbe clamoroso) ma in termini di modificatore sia l’olandese che, soprattutto, il portiere potrebbero regalare emozioni. Accettiamo quindi il 5 di Bram o i 2 gol di Musso, però con la consapevolezza che se la partita si mette bene per i friulani, sono loro i maggiori beneficiari. Schierarlo? In generale è più schierabile l’olandese visto che ci sono gli altri 3 difensori eventualmente per il mod, però Musso in un attimo di sana follia può starci. Non vi è sconfitta nel cuore di chi sogna.

PUSSETTO: sicuramente il gol contro la Lazio gli ha dato fiducia. Ma a parte la rete, è piaciuto come atteggiamento e intensità. Giocatore col magic moment tendenzialmente da cavalcare. Come Lasagna insegna, può far male vs squadre di bassa classifica così come fare il panico vs le difese più blasonate. Può valere la candela, contro un’Atalanta distratta dalla Champions e non irresistibile dietro.

ILICIC : Non è tornato il vero Ilicic, anzi. Sarebbero più i motivi per non schierarlo che quelli per metterlo in campo. Ma noi vogliamo darvi una “speranza” ovvero la sua caratteristica principale: la discontinuità. Da inizio anno ha alternato prestazioni disastrose ad altre migliori, come testimoniano le ultime partite. Senza infamia ne lode contro lo Spezia, gol ad Anfield (dove avrebbe potuto anche farne altri) e buonissima prestazione, malino contro il Verona e così via. Noi lo inseriamo nelle possibili sorprese in quanto non possiamo sapere in che tipo di giornata sarà domenica quello che però sappiamo e che sapete tutti è che se è in buona vi fa svoltare la giornata fantacalcistica. Molti di voi lo panchineranno in attesa di qualche suo segnale più forte, altri invece (i più romantici o quelli con pessime alternative) lo butteranno nella mischia nella speranza di azzeccare la giornata giusta. Ecco la scelta spetta solo a voi e alle vostre alternative, noi come settimana scorsa lo vediamo al massimo come un terzo slot per completare il vostro attacco, consapevoli di aver messo o un 5 o un 7+3.

MURIEL: E se Muriel tornasse a fare il Muriel? Quanto ci servirebbe sia per il fantacalcio che per il campionato. Parte dalla panchina, ci becchiamo una marea di insulti e poi entra e fa una bella doppietta, questa è la nostra speranza, in attacco lui è comunque il meno peggio quando in campo, il Papu è stanco e Duvan uguale, quindi come al solito se coperti si può schierare senza rimpianti. C’è una regola poi nel calcio. Parla degli ex.

PARMA – BENEVENTO

CORNELIUS / INGLESE: Chi dei due giocherà? difficile sbilanciarci anche se la buona prova del danese contro il Genoa ci fa propendere leggermente per una sua conferma anche se Inglese rimane un candidato concreto. Entrambi sono ancora senza reti segnate ed hanno avuto un avvio di stagione che per via di qualche infortunio e Covid hanno inciso negativamente sulla condizione fisica che sta tornando ad essere quella ideale di partita in partita. Che possa essere arrivato il loro momento di sbloccarsi?? Ci attendiamo una staffetta tra i due che dovrebbe garantire il voto ad entrambi, vi consigliamo però di essere cauti e coprirvi in panchina con un voto certo

IMPROTA: Scommessa stuzzicante di giornata. Un giocatore che, spero per voi, sia presente nelle vostre squadre solamente per cause di forza maggiore, ma questa potrebbe essere una di quelle poche volte che potrebbe tornarvi utile. Se non ora, quando? Scommessa interessante perché immaginiamo avrà compiti offensivi, giustamente, potrebbe dar grattacapi agli avversari inserendosi tra le linee, insomma, una scommessa nel vero senso della parola.

ROMA – SASSUOLO

PEDRO: Sembra un po’ appannato ma in verità ha molte occasioni per buttarla dentro. Gli esterni in questa partita possono fare molto male alla squadra di De Zerbi.

BOGA: a segno contro l’Hellas Verona, mentre contro l’Inter, pur senza disputare una gran partita, a tratti ha fatto vedere di cosa è capace, soprattutto quando c’è da saltare l’uomo. Non sarà una gara semplice, ma se c’è un giocatore da tenere d’occhio, è certamente lui.

CROTONE – NAPOLI

MOLINA : Il nostro Sasà ha attraversato un periodo molto difficile. Prima la positiva al Covid 19, poi la dipartita della cara sorella. Tornato in campo la scorsa giornata è stato uno dei migliori, calando poi nella ripresa. C’era da aspettarselo, il recupero da una situazione del genere non è immediato. In settimana ha suonato la carica nell’ambiente esprimendo la necessità di fare punti a partire proprio da Domenica. Con una settimana di lavoro in più sul groppone, date le assenze, ci aspettiamo la solita sostanza dal nostro tuttofare, che ha già dimostrato di essere pericoloso in questa stagione.

ZIELINSKI & ELMAS: Croce e delizia dei loro possessori, dipende essenzialmente da dove giocheranno. Se in un 4-3-3 possono fare molto bene, in un 4-2-3-1 quello deputato a fare uno dei due mediani invece sarà parecchio sacrificato. E quindi ci chiedete quale sarà la scelta? Non si sa, potrebbe anche decidere Gattuso di variare durante la stessa partita e quindi la disposizione inziale avrebbe davvero poco senso; voi comunque metteteli, anche entrambi se qualcuno li ha tutti e due, ma attenzione perché il risultato non è scontato. Sia in positivo che in negativo.

LOZANO & POLITANO: Su questo fronte invece ottime notizie, nel senso che i due stanno facendo bene sia quando partono dall’inizio che in corsa. Tra i due è preferibile Lozano perché molto probabilmente sarà scelto lui dall’inizio, ma si possono schierare anche entrambi perchè sono listati in modo diverso e quindi non creano problemi di gestione. Politano da mettere anche se parte dalla panchina, Lozano sì a meno di grandi alternative.

PETAGNA: Entrato nei 20 minuti finali in Olanda ha avuto 2 ottime palle gol, quindi le occasioni – anche in pochi minuti – potenzialmente le ha, rimane non un cecchino infallibile però. Ha qualche possibilità di partire titolare anche se probabilmente avrà il suo spazio nel secondo tempo (copritelo però), quindi va messo come possibile scommessa di giornata.

SAMPDORIA – MILAN

RAMIREZ: Sicuramente la maggior parte di voi sarà sorpresa di trovare il buon Gaston in questa sezione. In effetti le ultime prestazioni non sono state all’altezza e il giocatore uruguaiano è anche scivolato in panchina; tuttavia crediamo che il lavoro di raccordo che è in grado di fare sarà estremamente prezioso. Aggiungeteci che Ramirez normalmente si esalta contro squadre più forti e avrete per caso la garanzia di un buon voto e di due o tre bonus? No, assolutamente no! È infatti siamo nella sezione delle possibili (ma anche no) sorprese.

QUAGLIARELLA: Contro una squadra che subisce davvero pochissimo sarebbe stato inopportuno consigliarlo. Fabio sembra però attraversare un momento particolarmente ispirato e, se non avete di meglio, potete pensare di rischiarlo soprattutto alla luce dell’assenza annunciata di Kjaer che sembrava essere dei due centrali rossoneri quello più ispirato.

CALHANOGLU : Non è ancora arrivato il momento di schierarlo senza pensarci, perché se avete alternative davvero interessanti si può anche lasciar fuori. Ma il momento che il turco sta vivendo non ci può lasciar indifferenti: il problema alla caviglia sembra essere decisamente superato e le sue prestazioni sono sempre più brillanti, in campionato gli manca solo il gol e contro la Fiorentina solo il palo gli ha negato la gioia della prima rete nella Serie A 2020/2021. Magari l’essersi sbloccato in Europa League può essergli di aiuto.

FIORENTINA – GENOA

VLAHOVIC: Il legno ha negato la gioia del gol al serbo a Milano, Prandelli gli riserva sempre parole di stima e fiducia ma il tempo stringe e gennaio si avvicina: servono risposte concrete, subito!

MILENKOVIC: Del pacchetto arretrato resta il migliore, la “nuova” posizione non lo sta penalizzando e la sufficienza la porta sempre a casa: che arrivi il momento del bonus pesante? Se le punte continuano a non segnare.

DRAGOWSKI: Prendiamoci questo rischio, il buon Drago difficilmente commette errori e nell’ultimo match ha ipnotizzato Kessie dal dischetto (la seconda volta). Sarà importante visti i limiti caratteriali descritti sopra mantenere la porta inviolata, le capacità ci sono.

SHOMURODOV: finalmente l’uzbeko sta cominciando a mandare segnali positivi. Dopo un lungo periodo di ambientamento, nel quale era palesemente fuori dagli schemi e dalle dinamiche di gioco, e durante il quale faceva fatica addirittura a controllare il pallone, Shomurodov ha piazzato due belle prestazioni di fila. Nel derby in Coppa Italia ha servito un assist al bacio a Scamacca, contro il Parma si è costruito due belle occasioni ed è andato in rete con una girata chirurgica alla terza. Troppo presto – e troppo poco, chiaramente – per considerarlo ambientato e pronto a fare regolarmente la differenza, ma sicuramente incoraggiante. Se non avete alternative migliori, perché no?

PJACA: poco più di 300 minuti e già due gol con la maglia rossoblù. La verità è che non ha ancora mostrato il meglio di se (escluso il primo tempo di Napoli), e che non ha ancora trovato la continuità sul piano fisico di cui ha bisogno per farlo (bersagliato, come al solito, da sfortuna e infortuni). Il Genoa, però, ha tremendamente bisogno del suo dinamismo e della sua esplosività. Che parta da titolare o dalla panchina, sa fare la differenza. Nella pochezza generale, uno dei pochi che può accendere la luce.

Attiva Magic, il fanta-concorso con il montepremi più ricco d’Italia, vinci una Jaguar e diventa il Magic Allenatore più famoso d’Italia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy