Consigli Asta Fantacalcio 2017-18: attaccanti, i migliori incroci

Consigli Asta Fantacalcio 2017-18: attaccanti, i migliori incroci

Sfruttiamo la griglia incroci per trovare le migliori coppie nel reparto offensivo, specialmente per giocatori non di prima fascia.

di Francesco Spadano, @francespadano

Dopo il sorteggio dei calendari di Serie A 2017-18, abbiamo elaborato, come di consueto, la griglia incroci: una tabella che, basandosi sul calendario delle partite, conta quante volte durante la stagione due squadre giocano in condizioni opposte di casa/trasferta.

SFRUTTARE LA GRIGLIA INCROCI PER CREARE OTTIME COPPIE DI ATTACCANTI 

Spesso le squadre medio-piccole riescono a tirare fuori il meglio di loro tra le mura amiche. Una vecchia regola del fantacalcio indica, infatti, di schierare i loro giocatori principalmente quando sono in casa, lasciandoli fuori quando sono in trasferta. Pensando ad un reparto offensivo dove è impossibile avere tutti  big, è sensato costruire una batteria di attaccanti affidandosi anche ad elementi non dei top club che, alternati con intelligenza, possono rendere quanto un big. E’ una buona mossa, quindi, provare a prendere due giocatori offensivi che si alternano perfettamente (o quasi) in modo da poterli schierare sempre quando sono in casa, dove c’è una maggiore probabilità che possano fare bene e portare bonus.

DESTRO (Bologna)  – ANTENUCCI (Spal)

Bologna e Spal hanno un incrocio perfetto, pertanto, avendo in rosa i principali riferimenti offensivi delle due squadre si ha sempre a disposizione un elemento che giocherà in casa. Sia Destro che Antenucci dovrebbero essere gli attaccanti principali dei due team e quelli con più chance di andare in doppia cifra. Entrambi, inoltre, dovrebbero essere i rigoristi designati.

Il Bologna in casa ha dimostrato la scorsa di stagione di essere più propositivo e meno guardingo, atteggiamento opposto in trasferta dove in genere puntava a non prenderle, lasciando Destro isolato in avanti. Proprio l’attaccante marchigiano è stato “vittima” dell’approccio rinunciatario in trasferta della sua squadra, infatti, delle 11 reti realizzate ben 7 sono state segnate al Dall’Ara.

Per quanto riguarda la Spal, tornata in A dopo 49 anni, pensiamo che l’impatto con la massima serie sia impegnativo e un atteggiamento accorto, specie in trasferta, sia molto probabile. Non sarà una stagione facile per gli uomini di Semplici e sarà in ogni caso preferibile utilizzare i giocatori ferraresi quando impegnati tra le mura amiche. Nel caso vi dovesse sfuggire Antenucci o non siete convinti di lui, in casa Spal è possibile puntare su Paloschi, a caccia di una riscossa dopo la stagione da spettatore a Bergamo.

PAZZINI (Hellas) – INGLESE (Chievo)

Altro ottimo incrocio, per ovvi motivi, è quello tra i bomber di Chievo ed Hellas. La squadra clivense, a dire il vero, la scorsa stagione non ha demeritato nelle gare esterne, con una media di circa 1 punto e 1 gol a partita. Ci aspettiamo, comunque, un rendimento migliore di Pellissier e compagni quando chiamati a giocare in casa. Il 4312 del Chievo, infatti, appare più incisivo al Bentegodi con Birsa come punta aggiunta mentre, quasi esclusivamente, votato al contropiede in trasferta con lo sloveno impegnato più a dar manforte ai tre centrocampisti centrali. Da segnalare, comunque, che il miglior bomber clivense della scorsa stagione, Roberto Inglese, ha segnato 10 reti di cui 7 realizzate fuori casa (compresa la tripletta esterna contro il Sassuolo). Preso atto di questo è giusto comunque pensare ad un Chievo generalmente più pericoloso in casa che fuori.

Per quanto riguarda l’ambizioso Hellas Verona, al ritorno in A dopo un solo anno di purgatorio nella serie cadetta, è giusto segnalare il nome di Pazzini come bomber su cui puntare. Esperienza da vendere e più di 100 gol in Serie A per l’attaccante toscano che lo scorso anno ne ha fatti 23 in Serie B. Sarà il riferimento principale della squadra di Fabio Pecchia e il primo rigorista. Per lui la doppia cifra è ampiamente alla portata, anche grazie agli assist di Cerci e Bessa.

FALCINELLI (Sassuolo)  – CODA (Benevento)

Falcinelli, tornato alla base dopo essere stato il protagonista della salvezza del Crotone, si candida ad essere la punta titolare dei neroverdi del nuovo mister Bucchi.  Nonostante la concorrenza di Matri e Iemmello sarà difficile scalzare Diego Falcinelli dal ruolo di centravanti del Sassuolo. Lo scorso anno 8 reti su 13 le ha realizzate in casa, in una squadra che comunque faceva tanta fatica a creare, specie in trasferta. Quest’anno con Berardi di fianco potrà regalare tante gioie ai fantallenatori che punteranno su di lui.

C’è un perfetto incrocio tra Sassuolo e Benevento, pertanto, da valutare la coppia che coinvolge il bomber del neo promosso club campano. Il centravanti, allo stato attuale, del Benevento di Baroni è l’ex Salernitana Massimo Coda. La punta, classe 88, è reduce da una stagione importante con 16 reti nel campionato cadetto, di cui 9 in gare interne. Al Vigorito il Benevento proverà a conquistare la salvezza, pertanto nelle sfide casalinghe, Coda potrebbe rivelarsi un buon elemento da schierare. Cambia tutto nelle gare esterne dove un suo impiego è difficilmente consigliabile o comunque sarà da valutare volta per volta.

BUDIMIR (Crotone) – BORRIELLO (Cagliari)

Sia Cagliari che Crotone lo scorso anno si sono dimostrate più a proprio agio tra le mura amiche, sia come punti fatti che come reti realizzate. Il Cagliari ha avuto, infatti, una media punti interna dell’ 1,89 con 38 gol realizzati, contro una media punti esterna dello 0,58 e solo 17 reti realizzate. I calabresi, autori di una straordinaria rimonta sull’Empoli hanno sfruttato al meglio il fattore casa. D’altro canto, hanno dimostrato di essere poco prolifici in trasferta, finendo il campionato con il peggior attacco esterno (a pari merito con l’Empoli).

Nonostante non ci sia un’incrocio perfetto tra Cagliari e Crotone, infatti sono 30 su 38 le giornate di alternanza casa/trasferta, ci sentiamo di consigliare la coppia di bomber delle due squadre: Borriello e Budimir. Il primo è chiamato a confermare la splendida stagione passata, terminata con un bottino di 16 reti, di cui 11 in casa. Il secondo, invece, torna a Crotone dove ha stupito due anni fa in B, segnando 16 reti. La scorsa stagione Budimir non ha trovato il giusto spazio alla Sampdoria ed è stato “schiacciato” tra i vari Muriel, Schick e Quagliarella. A Crotone, dove sembra essere il possibile rigorista designato, sperano possa fare quanto fece lo scorso anno Falcinelli.

Vedi anche:

Consigli Fantacalcio 2017-18, i migliori incroci per i difensori

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy