Come cambia l’appetibilità di Lirola e Adjapong col nuovo modulo – Fantacalcio Sassuolo

Scopriamo insieme come cambia l’appetibilità di Lirola e di Adjapong nel nuovo 3-5-2 di Bucchi. Saranno due sorprese?

di Alessandro Mura

Il Sassuolo targato Bucchi ha fin’ora deluso le aspettative di inizio stagione, sono infatti solo 4 i punti raccolti nelle prime 6 giornate di Serie A. L’ex allenatore del Perugia ha inizialmente puntato sul 4-3-3 di difranceschiana memoria, raccogliendo un solo punto (0-0 in casa contro al Genoa) e mostrando un gioco insufficiente. Dalla terza giornata mister Bucchi ha spolverato un nuovo sistema di gioco: il 3-5-2, mostrando dei miglioramenti soprattutto negli schemi offensivi. I due giocatori che hanno maggiormente beneficiato di questo cambio di assetto sono Lirola e Adjapong, analizziamo ora la loro nuova appetibilità.

LIROLA E ADJAPONG, DUE POSSIBILI SORPRESE?

Dopo un annata di ambientamento, in cui non ha particolarmente brillato, Pol Lirola si è presentato ai nastri di partenza della Serie A 2017-2018 con la voglia di stupire e di mostrare che può essere un ottimo giocatore anche tra i professionisti. Nelle prime due uscite stagionali, mister Bucchi, ha schierato il giovane spagnolo nel ruolo di terzino destro titolare nel 4-3-3. Lirola nonostante abbia fatto vedere qualche miglioramento in fase difensiva rispetto alla scorsa stagione, ha portato a casa una media voto del 5,25, complici le prestazioni poco felici del Sassuolo. Con l’avvento del nuovo sistema di gioco, il terzino si è trovato a giocare qualche metro più avanti con meno compiti difensivi ed ha subito confezionato un’ottima prestazione, condita con l’assist del momentaneo vantaggio di Sensi nella partita di Bergamo, persa poi per 2-1. Nella sua nuova collocazione tattica Lirola ha una media voto del 6,12 e ha collezionato una sola insufficienza nel match contro la Juventus, sembra quindi sentirsi più a suo agio: in fase difensiva è più protetto dalla presenza di tre difensori centrali, mentre in quella offensiva ha più libertà di movimento e può sfruttare a pieno la sua velocità e la sua tecnica.

Sull’altra corsia mister Bucchi ha dovuto, sia per necessità che per sua intuizione, adattare il giovane Adjapong. Il diciannovenne ha risposto presente e ha fatto subito suo il ruolo, mostrando delle doti non indifferenti soprattutto in fase di spinta. Adjapong è di piede destro naturale, a sinistra è adattato ma nonostante questo ha impressionato tutti gli addetti ai lavori, rendendosi pure pericoloso in zona bonus: i suoi accentramenti lo portano a volte al tiro col piede preferito. Il ghanese naturalizzato italiano si è preso il ruolo di titolare a suon di buone prestazioni e sarà difficile ora strapparglielo: solo il rientro dall’infortunio di Dell’Orco potrà eventualmente mettere in discussione la sua titolarità, ma è comunque un discorso rimandato a dicembre, quando Dell’Orco sarà tornato a pieno regime.

IL VERDETTO: LIROLA E ADJAPONG SONO DA COMPRARE?

Alla luce di quanto detto, Lirola e Adjapong sono degli acquisti che possono interessare le vostre fantarose? Su Lirola ci sentiamo di acconsentire, il ragazzo ha già alle spalle una stagione intera in Serie A e sembra migliorato, a differenza dell’anno scorso, pure in fase difensiva. La sua quasi certa titolarità unita alla nuova posizione, che potrebbe renderlo più propenso ai bonus, ne fanno un buon difensore pure per le leghe poco numerose. Su Adjapong abbiamo qualche riserva in più: il ragazzo è giovane e inesperto e alla lunga potrebbe pagare lo scotto della prima vera stagione in A (per lui l’anno scorso solo 9 presenze). Se uniamo il possibile futuro ballottaggio con Dell’Orco, non possiamo che considerare Adjapong una semplice scommessa per leghe poco numerose e un difensore da 6°-7° slot in leghe più numerose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy