Bologna: Mattiello si conferma titolare, male Pulgar

Bologna: Mattiello si conferma titolare, male Pulgar

Si delinea il Bologna di Inzaghi: Mattiello si conferma un titolarissimo, mentre Pulgar rischia di perdere il posto.

di Francesco Spada, @MoradinGE

La trasferta di Empoli ha dato conferma su alcune gerarchie nel Bologna di Inzaghi, a partire da Mattiello sempre più titolare sulla fascia destra, per finire poi con un Orsolini in continua crescita giornata dopo giornata. In negativo, dopo l’ennesima panchina, Pulgar, che ormai sembra sempre più lontano dai progetti del mister.

PULGAR FLOP, DIJKS DELUSIONE

Il rinnovo per Pulgar continua ad essere rimandato, visto che quando gioca sembra che lo stia facendo per fare un favore al mister e alla squadra. Chi ha in mente di prenderlo come tappabuchi da ultimi slot in rosa, vi consigliamo di guardare altrove: angoli e punizioni sono troppo poco per renderlo appetibile visto che, oltre ad avere un rendimento altalenante, non assicura nemmeno più il voto data la sua voglia di cambiare casacca.

Anche Dijks perde posizioni nelle gerarchie: da lui ci si aspetta molto di più, ma non sappiamo se è successo qualcosa di particolare con Inzaghi che abbia decretato il suo accomodarsi in panchina in favore di un Krejci che non sta facendo niente di eclatante per meritarsi il posto.

CALABRESI A SORPRESA, MATTIELLO LA CONFERMA

Al contrario, Mattiello si sta confermando un titolarissimo per Inzaghi. Al Fantacalcio può risultare un buon tappabuchi low cost, visto che finora ha fatto una buona stagione. In particolare, nell’ultima partita di Empoli, ha centrato una buona prestazione piazzando almeno 4 cross giusti in mezzo all’area per Santander e compagni.

Calabresi, se è disponibile, viene sempre impiegato da Inzaghi, sia nel 3-5-2 che nel 4-3-3 come terzino bloccato. Avendo già stupito tutti durante la preparazione, si sapeva che avrebbe avuto le sue chance da titolare, ma ancor di più ha stupito che queste chance siano arrivate così presto. Rimane dunque una buona scommessa, sperando che continui ad essere un titolare anche sul lungo periodo.

Poli ha segnato 2 reti in due partite, ma questo non fa di lui un bomber saltato fuori dal nulla. Ciò che si ipotizzava quest’estate è che dai centrocampisti ci aspettavamo quasi gli stessi gol che dagli attaccanti e finora sono rimasti a secco perché la squadra sta facendo una stagione sottotono. Poli rimane comunque un giocatore affidabilissimo e un ottimo profilo da ultimi slot del centrocampo, se preso a poco.

Nagy è il rovescio della medaglia di Pulgar. Quando chiamato in causa, fa bene e riesce a far salire la squadra e a farla giocare meglio con le sue geometrie. Ovviamente ha caratteristiche meno difensive rispetto ad Erik. Dovesse confermarsi titolare, sarà un buon tappabuchi a basso costo per il vostro centrocampo.

ORSOLINI DI DIFFICILE GESTIONE, OCCHIO A DONSAH

Inzaghi, quando ha bisogno di recuperare lo svantaggio o dare quello sprint in più, manda in campo Orsolini sbilanciando la squadra e Riccardo risponde sempre presente. Un bel prospetto, che in campo dà quell’imprevedibilità in più, ma che è davvero difficile da gestire: listato attaccante, nel 3-5-2 è una mezzala offensiva, mentre nel 4-3-3 agisce da esterno, ma tuttavia sarà difficile capire quando schierarlo e quando partirà titolare.

Donsah è infortunato da inizio stagione ed è tornato ad allenarsi già da un paio di settimane, ma Inzaghi un po’ ha paura di rischiarlo. In particolare, il tecnico teme di inserire un giocatore che finora non ha mai giocato e che quindi non gli dà molte garanzie. Se potete permettervi il lusso di aspettarlo, fatelo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy