Bologna e l’evergreen Palacio

Bologna e l’evergreen Palacio

A 37 anni el Trenza continua a lasciare il segno in Serie A e il Bologna con lui può aspirare alla salvezza.

di Carlo Cecino, @CarloCecino

“Sembrava Maradona”. Queste le parole usate da Walter Mazzarri per descrivere la gara di Rodrigo Palacio al termine dell’anticipo andato in scena sabato sera tra Torino e Bologna. Forse il mister del Toro ha un tantino esagerato, ma el Trenza ha realmente fatto la differenza nella vittoria esterna degli emiliani sul campo dei granata.

PALACIO, UN FALSO NUEVE INNOVATIVO

Se c’è una cosa che ha sempre contraddistinto Palacio – oltre al grande talento – è la voglia di lottare su ogni pallone e la capacità di non mollare mai, anche a 37 anni suonati e dopo aver corsa migliaia di chilometri durante la carriera. Però i campioni si definiscono tali proprio per questo, e Palacio sta continuando ad essere un fattore decisivo nella compagine felsinea. Esterno alto, centravanti e seconda punta, el Trenza si è fatto trovare pronto e nel match del Grande Olimpico di Torino Mihajlovic ha optato per Palacio falso nueve, a causa dell’assenza di Santander e dell’impossibilità di Destro di reggere fisicamente la gara dal primo minuto. Palacio ha risposto presente come sempre e anzi, nel ruolo di centravanti mascherato ha inciso nel segno non dando punti di riferimento alla retroguardia granata e permettendo gli inserimenti dei compagni, con Poli e Orsolini che ringraziano per i due assist forniti.

PALACIO AL FANTACALCIO

A questo punto della carriera Palacio non è uno da tanti gol e bonus pesanti, però se avete bisogno di un attaccante da buona media voto Rodrigo fa proprio al caso vostro. Si porta dietro qualche acciacco, ma dopo lo stop tra settembre e ottobre per un problema muscolare ai flessori della coscia sinistra, el Trenza ha quasi sempre giocato, realizzando in totale 3 gol e 4 assist. Con l’infortunio di Santander e le precarie condizione fisiche di Destro, che si aggiungono alla voglia di salvezza del Bologna, uno come Palacio può diventare importante non solo per le speranze della società bolognese, ma anche per i suoi possessori al Fantacalcio. La sufficienza è sempre a portata di mano e la titolarità è garantita, soprattutto dopo le dichiarazioni di Mihajlovic, che si coccola il 37enne immortale e ribadisce come Palacio sia fondamentale per il suo calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy