Bacca e Luiz Adriano possono coesistere?

Top o Flop per il nostro fantacalcio?

di Stefano Giustini, @Alobrasil74

Primi botti di mercato per il popolo rossonero che, dopo aver visto sfumare Jackson Martinez, si sono addolciti con gli acquisti di Bacca dal Siviglia e Luiz Adriano dallo Shakhtar Donetsk.

Possono coesistere?

Due colpi in attacco di alto livello, su questo non c’è dubbio. Ma il Milan del nuovo anno rischia di avere un problema di coesistenza tra due punte che generalmente amano agire nelle stesse zone del campo, oltre a provenire da squadre che giocano con un solo riferimento offensivo. Carlos Bacca e Luiz Adriano da oggi dovranno condividere lo spazio dell’area di rigore, alternandosi e trovando un feeling per il bene della squadra. L’arduo compito spetta al mister Sinisa Mihajlovic, che nella sua missione possibile dovrà trovare il modo di far coesistere la verve di Bacca e il senso della posizione di Luiz Adriano, due bomber abituati al 4-2-3-1 e sulla carta poco compatibili tra loro. La logica direbbe che uno può essere l’alternativa dell’altro ma per ora si pensa ad un tandem tutto sudamericano.

Caratteristiche tecniche

luiz-adriano Luiz Adriano: Nello Shakhtar Donetsk ha giocato 265 partite segnando 128 goal e fornendo 43 assist, quindi come potete vedere ha numeri da bomber, con un madia quasi di 1 goal ogni due partite. Luiz Adriano non è mai stato visto come un top player e non ha certo i numeri di un brasiliano doc. Come già scritto poche righe sopra le caratteristiche dell’attaccante sono da vera e propria prima punta: non troppo spettacolare, ma dal rendimento sicuro. Ha una buona tecnica individuale e gode di una discreta freddezza sotto porta. E’ molto bravo spalle alla porta, essendo in grado di usare molto bene la sua importante stazza fisica per prendere posizione ed al tempo stesso per sfruttare una buona base tecnica per giocare di sponda con i compagni. Non sempre al centro della manovra, non entra con grande frequenza nella costruzione della stessa, prediligendo stare alto a fare la “boa” giocando sul filo del fuorigioco. Non dispone di grandi spunti personali in dribbling, ma a “tu per tu” con il portiere raramente sbaglia. Carlos-BaccaBacca: Nel Siviglia gli ultimi due anni ha fatto cose grandiose contribuendo alla grande a suon di goal alla conquista di due europa league con la squadra andalusa. I numeri col Siviglia sono straordinari, 108 partite giocate 49 goal e 22 assist, centravanti, dotato di buona tecnica, abile con entrambi i piedi e nel gioco aereo, sa difendere molto bene palla ed ha un senso del gol innato. Ha 28 anni ed è nel pieno della maturazione, dal mio punto di vista ha bisogno del supporto della squadra, nel Siviglia era il terminale offensivo.

Tra i due può nascondersi un flop?

Potrebbe essere, anche in previsione dell’arrivo di un’altra punta “ingombrante” come Zlatan Ibrahimovic. Ora fare previsioni è azzardato, ma sulla carta entrambi possono raggiungere la doppia cifra, l’estate è appena iniziata e le amichevoli sapranno dirci di più.    

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy