Atalanta, k.o. Zapata: scocca l’ora di Muriel e Malinovskyi

Atalanta, k.o. Zapata: scocca l’ora di Muriel e Malinovskyi

I due acquisti principali del mercato bergamasco si sono ben inseriti, senza trovare però molto spazio. Adesso, con Zapata fermo per almeno tre settimane, gli spazi per i due si ampliano.

di Giuseppe Ronco
Atalanta, k.o. Zapata: scocca l'ora di Muriel e Malinovskyi

Dopo un anno di gol a profusione e record stracciati, Duvàn Zapata è costretto ai box da una lesione muscolare all’adduttore destro. Infortunio rimediato in Nazionale, con la sua Colombia conquistata proprio grazie alle reti messe a segno con la Dea. La prognosi più probabile è quella che lo vede fuori per tre settimane, con un rientro possibile per la sfida di ritorno contro il Manchester City. Ma potrebbe anche darsi che per rivedere in campo la punta ex Sampdoria diventi necessario attendere la sosta di novembre. Insomma, non una buona notizia per i possessori dell’attaccante e, soprattutto, per Gian Piero Gasperini.

ATALANTA, CHANCE PER MURIEL E MALINOVSKYI

Il problema di sostituire la punta colombiana è concreto, e sarà il grattacapo maggiore per Gasperini nei prossimi giorni. Considerando che difficilmente sia Gomez che Ilicic potranno giocare 7 partite da 90 minuti in poco meno di tre settimane, sarà necessario attingere a fondo dalla rosa in tutta la sua interezza. Ed ecco che saltano fuori i nomi di Malinovskyi e Muriel, i due acquisti principe della sessione di mercato estiva. Caratteristiche diversissime, senz’altro, ma una vocazione offensiva che, in una situazione come questa, risulta essenziale.

L’impatto dei due è stato egualmente positivo: già tre reti per Muriel e un buon bottino di presenze e ottime prestazioni per l’ucraino, oltre alle quattro reti in Nazionale siglate nelle due soste. Ma da un lato una condizione non ottimale, dall’altro la necessità di assimilare i fondamenti del mister, ne hanno convertito l’impiego in qualcosa di più simile ad una riserva di lusso.

ATALANTA, ZAPATA K.O.: SOLUZIONI TATTICHE

A partire da questa giornata si darà dunque il via al tour de force. Ed è lì che con gli spazi aperti dall’assenza di Zapata i due possono far vedere i primi segnali di crescita.

Muriel ha le caratteristiche ideali per sostituire Duvàn senza alterare il microcosmo tattico del reparto avanzato: lui e Ilicic davanti, con Gomez a suggerire, è una soluzione che vedremo spesso. E occhio, perché con i rigori dalla sua lo score di Luis non può che aumentare.

D’altro canto però, i tantissimi impegni ravvicinati imporranno di avere almeno un’alternativa. E in tal senso, Malinovskyi è la carta ideale. Posizionarlo sulla trequarti liberebbe Gomez dal ruolo di fantasista, avanzandone il raggio di azione e permettendogli di sostituire talvolta Muriel, talvolta Ilicic.

Tuttavia, è anche possibile un tridente iniziale, con Malinovskyi a suggerire per Ilicic e Muriel. Insomma, comunque la si veda, le alternative e le soluzioni offensive passano attraverso i loro piedi. Starà a loro esprimere il massimo calcio possibile per non far rimpiangere il “bomberone” bergamasco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy