Preparazione all’asta: I giocatori da non strapagare – Parte 2

Preparazione all’asta: I giocatori da non strapagare – Parte 2

Su quali giocatori mantenersi “freddi” in sede d’asta

di Lorenzo Casciscia

Continua la nostra disamina riguardante quei giocatori che per diversi motivi rischiano di essere pagati molto (troppo) nel corso delle prossime aste. Premettiamo ancora una volta che il nostro obbiettivo non è quello di sconsigliare il loro acquisto, quanto piuttosto evitare che ve ne innamoriate troppo finendo, pur di acquistarli, per minare il sottile equilibrio che tiene in piedi ogni squadra vincente. Dopo avervi messo in guardia sulla possibilità che giocatori del calibro di Pazzini (appena sbarcato al Verona), Valdifiori, Romagnoli e Thereau possano rendere al di sotto delle vostre aspettative (e dei crediti spesi per averli in squadra), vediamo quali sono gli altri possibili calciatori eccessivamente inflazionati.

5.MENEZ

Menez Jer Classico giocatore da tutto o niente. La scorsa stagione fu “tutto”. Listato da centrocampista Jeremy collezionò 33 presenze (causa squalifica che lo tenne fuori le ultime giornate), 16 reti e 2 assist con una FM di 7,23. Una manna per chi scelse di puntare sul francese ad inizio anno. Siamo sicuri che sarà cosi anche quest’anno? Lo spazio sembra essersi ridotto – e di parecchio – dopo gli arrivi di Luiz Adriano e Bacca, il ruolo da rigorista è in dubbio (8 delle 16 reti Menez le ha segnate dagli 11 metri) e il feeling con Sinisa… beh, diciamo che forse non è stato amore a prima vista. La nostra previsione? La prossima potrebbe essere una stagione da poco o “niente”.

6.BARZAGLI

barza 26 presenze nella stagione 2013/2014, appena 9 la scorsa. Il valore di Barzagli non si discute, purtroppo però la sua tenuta fisica negli ultimi anni ha destato più di una preoccupazione. Prenderlo a poco (pochissimo) come scommessa potrebbe rivelarsi un buon colpo; al contrario fare affidamento su di lui come titolare delle vostre fantasquadre potrebbe rivelarsi un rischio.

7.KONDOGBIA

kondo Qui dipende un po’ dall’influenza che le valutazioni estive hanno sui partecipanti delle vostre leghe. Kondogbia sembra avere tutto per sfondare, ma l’etichetta di “uomo da 40 milioni” potrebbe pesare non poco sulle sorti (in campo e nelle vostre leghe) del ragazzone francese. Inoltre, riflettendo sulla futura configurazione dell’Inter manciniana, ci viene da pensare che in un centrocampo a 4 con Kovacic e Hernanes a supporto di Icardi e Palacio (Jovetic), ci sarà pur qualcuno, Medel a parte,  a dover fare legna?

8.ILICIC

ilicic Forse non c’era nemmeno bisogno di dirvelo, noi però ci sentiamo comunque di farlo. Giocatore dal grande, grandissmo potenziale… Un potenziale pari solo alla sua indisponenza. Lo scorso anno ha trotterellato per il Franchi e per tutti gli altri stati d’Italia per 32 giornate di campionato. Alla 33esima, quando avevamo ormai esaurito speranze – ed insulti – ha deciso di dare il suo contributo alla causa viola. 7 gol e 1 assist in 6 giornate corrispondenti ad altrettante vittorie della sua squadra. Il rapporto con Sousa sembra buono e le prestazioni nelle prime amichevoli stagionali sono incoraggianti. Sarà finalmente l’anno della svolta per il nostro Josip? Ancora non lo sappiamo, nel dubbio, non strapagatelo.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy