Pagelle Napoli – Lazio 4-1: i biancocelesti offendono, ma gli azzurri volano! – Voti Fantacalcio

Pagelle Napoli – Lazio 4-1: i biancocelesti offendono, ma gli azzurri volano! – Voti Fantacalcio

De Vrji apre le marcature dopo 3 minuti di partita, pareggia Callejon al termine del secondo. Solo Napoli nella ripresa con l’autogol di Wallace, il gol di Mario Rui e Mertens che chiudono l’incontro.

di Voti Fantamagazine

Il terzo match del sabato è subito piano di emozioni con un gol al 3º della Lazio che mette subito in difficoltà la capolista; Squadra che però dopo continue azioni e rischi riesce a pareggiare nel finale di primo tempo.
Il secondo tempo inizia con un Napoli che cambia totalmente registro mostrando le sue qualità e portandosi dopo pochi minuti sul 3-1 dopo due gol un po’ fortuiti. Il Napoli non si spegne e grazie ad una splendida azione in solo di Zielinski che serve un pregevole assist nei confronti di Mertens che non può far altro che metterla dentro e portare il Napoli sul 4-1 e quindi alla vittoria finale del match.

PAGELLE NAPOLI

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Napoli

Reina 5.5 – Colpevole insieme a Hysaj sul primo gol della Lazio a pochi minuti dall’inizio del match.

Hysaj 6 – Non un buon inizio il suo con una diagonale mancata e il vantaggio prematuro della squadra ospite. Nel secondo tempo si riprende con buone coperture e incursioni.

Koulibaly 6 – Qualche incertezza nel primo tempo ma comunque prestazione normale con il compagno di reparto.

Tonelli 6.5 – Tanta grinta per il difensore ex Empoli che non ha grosse colpe sul gol subito e fa il suo mostrando buone cose sia nel primo che nel secondo tempo.

M. Rui 6,5 – Prova a offendere più volte ma senza successo e con pochissima lucidità. Nel secondo tempo è suo il tiro che verrà poi deviato da Zielinski e porterà il Napoli sul 3-1, anche se il gol viene comunque assegnato a lui.

Allan 6 – Partita nervosa per il brasiliano che però usa la sua consueta grinta più per protestare che per giocare nel primo tempo . Nel secondo torna giocare il suo calcio di sostanza.

Jorginho 6.5 – Primo tempo anonimo il suo fino a quando non vede l’inserimento di Callejon e lo premia in modo superbo allo scadere dei primi 45 minuti . Nel secondo si sveglia anche lui con grande grinta e qualità.

Hamsik 5 – Irriconoscibile il capitano partenopeo che non è praticamente sceso in campo ed infatti viene sostituito dopo 45 minuti.

Callejon 6.5 – Prova ad inserirsi continuamente per tutto il primo tempo senza successo , finché nel finale del primo tempo dopo un grande assist di Jorginho riesce a far pareggiare i partenopei. Ci mette lo zampino anche nel gol del vantaggio della capolista molto fortuito.

Mertens 6.5 – Tanti movimenti per il belga che però non riesce ad impensierire veramente la difesa bianco celeste. Bel movimento e gran gol dopo una fenomenale azione di Zielinski che gli appoggia una palla che non può far altro che spingere dentro.

Insigne 7 – Prova ad illuminare il gioco della sua squadra con giocate eccezionali pettinando il palo e la traversa più volte sia nel primo che nel secondo tempo e con continui lanci pericolosi.
Sfortunatamente non riesce a trovare il gol anche se è stato tanto cercato dal gioiello di Frattamaggiore che si mostra in un periodo di forma notevole.

Zielinski 7 – Sua la deviazione che porta il Napoli sul 3-1 sul tiro di Mario Rui, anche se la Lega da gol al difensore. Si fa notare anche per una azione splendida alla quale seguirà un assist sublime per Mertens che porterà il Napoli sul 4-1 e per le continue giocate.

Rog S.V.

Maggio S.V.

Pagelle a cura di Mario Toppola

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 6 – Non può nulla in occasione dei goal azzurri. Si fa trovare pronto sul tentativo di Zielinski prima e su quello di Insigne poi.

Wallace 5 – Rischia la frittata fermando Mertens in maniera sospetta nel cuore dell’area a metà primo tempo, riesce a farla grossa quando spinge in rete il pallone del vantaggio del Napoli. Nel primo tempo non brilla mai per sicurezza, ma mostra buoni spunti soprattutto in anticipo e nella scelta del posizionamento. Nella ripresa la sua prestazione perde completamente di consistenza.

De Vrij 6.5 – Pronti via ed il centrale olandese sfrutta una dormita collettiva della difesa azzurra, portando in vantaggio la propria squadra sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Non ha particolari responsabilità in nessuna delle quattro reti partenopee.

Radu 5.5 – Primo tempo diligente, macchiato da qualche responsabilità in occasione del goal del pareggio. Si fa perdonare con il doppio salvataggio miracoloso in apertura del secondo tempo. Prestazione decorosa, ma al di sotto della sufficienza.

Lulic 5.5 – Vivace in avvio, poco concreto nel resto della partita. Si distingue per la cattiveria agonistica che mette in ogni giocata. Colpevole in occasione del goal di Callejon, si spegne lentamente per poi lasciare il posto a Lukaku dopo 60 minuti.

Parolo 5 – Si dedica a pieno al lavoro sporco che gli impongono mister ed avversario. Incursioni col contagocce, cede completamente col passare dei minuti.

Lucas Leiva 5.5 – Finché le cose vanno bene garantisce equilibrio e sostanza al centrocampo biancoceleste. E’ uno degli ultimi ad arrendersi, ma il risultato parla chiaro.

Milinkovic 6.5 – Utilissimo con i suoi movimenti in fase di costruzione palla a terra, fondamentale nel gioco aereo in mancanza di sbocchi. Quando la squadra difende lui si francobolla su Jorginho. Primo tempo super, ma nel secondo naufraga con il resto della squadra.

Marusic 5 – Contro la famigerata catena di sinistra del Napoli è costretto ad una partita accorta. Troppo timido in fase di spinta, decisamente meno brillante del solito.

Luis Alberto 5 – I primi 45 minuti lo vedono più appariscente per la capigliatura che per le giocate portate a termine. La situazione non migliora nella ripresa, che per lui dura solo un quarto d’ora. Si muove molto, punge molto poco. Prestazione insufficiente.

Immobile 6 – Svaria sin da subito su tutto il fronte offensivo, veste i panni di assistman in occasione del goal di De Vrij. Si defila spesso e volentieri per sfuggire alla gabbia costruita dai difensori avversari. La sua presenza non è però mai davvero un pericolo per la retroguardia azzurra.

Lukaku 5.5 – Subentra per dare una scossa ai suoi, ma senza successo.

Caicedo 5.5 – Buttato nella mischia a risultato compromesso, cerca di mettere la propria fisicità a disposizione della squadra, senza particolare concretezza.

Nani 6 – Rileva Lucas Leiva e ha 20 minuti abbondanti per incidere, senza però dare mai l’impressione di poterci riuscire. Tuttavia si muove molto e sembra uno dei pochi a voler dire la propria fino alla fine.

Pagelle a cura di Marcello Pelosi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy