Coppa Italia 2018-2019: il riepilogo della 2a giornata degli ottavi di finale

Coppa Italia 2018-2019: il riepilogo della 2a giornata degli ottavi di finale

Cronaca e tabellini di Torino-Fiorentina, Inter-Benevento e Napoli-Sassuolo.

di Fabiola Graziano

Nuovo appuntamento con la Coppa Italia, che attende di conoscere il nome di altre tre squadre che si uniranno a Lazio, Milan e Juventus ai quarti. Vediamo qui di seguito come si sono concluse le tre partite degli ottavi di finale in programma in questa fredda domenica di gennaio e quali sono stati i loro protagonisti tra goal, assist e buone prestazioni.


TORINO-FIORENTINA 0-2

All’Olimpico di Torino, la Fiorentina ha agguantato la qualificazione ai quarti battendo il Toro grazie a una doppietta di Federico Chiesa.
Clamorosa l’esclusione di Simeone nell’undici titolare di Stefano Pioli, che nell’ormai classico tridente ha preferito inserire il neo-arrivato Muriel accanto ai già collaudati Mirallas e Chiesa. Tali scelte di formazione però, non hanno premiato il tecnico viola, con la sua squadra che nel primo tempo ha continuato a mostrare mancanza di personalità sotto la porta avversaria, al contrario della compagine di Walter Mazzarri che, priva di particolari novità di formazione, è partita subito forte, con le due conclusioni tentate da Ola Aina e da Belotti.
Nella ripresa poi, Pioli ha ridisegnato il suo attacco: fuori Mirallas e Muriel, dentro Gerson e Simeone. Mentre il primo si è reso protagonista in negativo con un retropassaggio da incubo intercettato ma non sfruttato al massimo da Iago Falque, Simeone si è fatto propiziatore dell’azione che all’86’ ha sbloccato il match, con un’accelerata non contenuta dall’intera difesa granata e con un tiro respinto da Sirigu e poi ribattuto e concretizzato da Chiesa, con la complicità del rimpallo su Djidji. Nel lungo recupero poi, il giovane talento italiano ha servito la doppietta approfittando di un errore di Lyanco e chiudendo i conti con lo sguardo già proiettato al prossimo match di Coppa Italia, dove la Fiorentina se la vedrà con la vincente di Roma-Virtus Entella.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou (72′ Lyanco), Djidji; De Silvestri, Meitè, Rincon, Baselli (78′ Lukic), Aina (88′ Berenguer); Iago Falque, Belotti. Allenatore: Walter Mazzarri.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi (88′ Dabo), Fernandes, Veretout; Chiesa, Muriel (64′ Simeone), Mirallas (52′ Gerson). Allenatore: Stefano Pioli.

Marcatori: 86′ e 93′ Chiesa (F).

Ammoniti: Milenkovic, Benassi, Veretout, Pezzella, Aina.


INTER-BENEVENTO 6-2

Esito scontato a San Siro, dove l’Inter si è sbarazzata presto del Benevento e ha agguantato i quarti dove l’attendeva la Lazio.
Protagonista della serata nerazzurra è stato Antonio Candreva, che nei primi dieci minuti del match prima si è guadagnato il calcio di rigore trasformato da Capitan Icardi e poi ha sfoderato di destro un gran missile imprendibile per Montipò sulla respinta del palo dopo il colpo di testa del solito Icardi. L’altro tiro imparabile è arrivato sullo scadere del primo tempo da Dalbert, che ha finalizzato nel migliore dei modi l’assist del compagno Perisic, che nella ripresa ha aiutato la sua squadra a dilagare servendo Lautaro Martinez prima per il poker e poi per la cinquina. Nel mezzo Roberto Insigne, il migliore della squadra ospite, ha realizzato il primo dei due goal dei suoi con una bella punizione a giro, mentre il secondo è nato dal colpo di testa di Bandinelli su assist di Improta.
Infine, in pieno recupero finale, Candreva si è ripresentato dalle parti di Montipò per la doppietta personale.

Inter (4-2-3-1): Padelli; Vrsaljko, Ranocchia, Skriniar, Dalbert; Gagliardini, Brozovic (83′ Joao Mario); Candreva, Lautaro Martinez, Perisic (67′ Borja Valero); Icardi (46′ st Politano). Allenatore: Luciano Spalletti.

Benevento (3-5-2): Montipò; Tuia (83′ Billong), Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Buonaiuto (85′ Sanogo), Bandinelli, Improta; Coda (75′ Ricci), Insigne. Allenatore: Cristian Bucchi.

Marcatori: 3′ Icardi (I, rig.), 7′ e 95′ Candreva (I), 46′ pt Dalbert (I), 48′ e 66′ Lautaro Martinez (I), 48′ Insigne (B), 74′ Bandinelli (B).

Assist: 46′ pt, 48′ e 66′ Perisic (I), 74′ Improta (B), 95′ Joao Mario (I).

Ammoniti: Vrsaljko, Gagliardini, Montipò.


NAPOLI-SASSUOLO 2-0.

Al San Paolo il Napoli di Carlo Ancelotti si è imposto su un buon Sassuolo e ha ottenuto il passaggio del turno, dove dovrà vedersela con il Milan. I padroni di casa, orfani di un Mertens acciaccato e di un Allan finito in panchina tra voci di mercato e aggregazione tardiva alla squadra, hanno sbloccato la gara al 15′ grazie all’accelerazione sulla fascia di Insigne a cui si è opposto Pegolo, che però ha finito per recapitare il pallone dalle parti di Milik che con un tocco d’anca fortuito ha depositato in rete. Il Sassuolo di De Zerbi ha lottato per ristabilire la parità raggiunta poi al 38′ con Locatelli, ma il direttore di gara ha annullato la rete con l’ausilio del Var perché l’azione era nata da un controllo col braccio dello stesso centrocampista neroverde. Nella ripresa diverse occasioni da ambo le parti, ma tra queste l’unica a concretizzarsi è stata quella di Fabian Ruiz su assist di Milik.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Diawara; Callejon (82′ Younes), Ounas (71′ Allan), Insigne; Milik (90′ Gaetano). Allenatore: Carlo Ancelotti.

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Lirola, Magnani, Peluso, Rogerio (82′ Dell’Orco); Locatelli, Sensi, Duncan; Berardi, Boateng (70′ Boga), Djuricic (70′ Babacar). Allenatore: Roberto De Zerbi.

Marcatori: 15′ Milik (N), 74′ Fabian Ruiz (N)

Assist: 74′ Milik (N)

Ammoniti: Maksimovic, Berardi, Magnani, Locatelli, Peluso, Ounas, Mario Rui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy