Roma, Perotti arruolabile: ecco l’arma in più per Di Francesco

Roma, Perotti arruolabile: ecco l’arma in più per Di Francesco

Dopo un lungo calvario l’argentino torna a disposizione del tecnico: col Chievo non verrà rischiato dal 1′, ma le possibilità di subentro sono alte

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Buone notizie in arrivo per Di Francesco: Diego Perotti corre a grandi falcate verso il ritorno in campo contro il Chievo Verona, dopo aver recuperato dalla fastidiosa ricaduta alla caviglia rimediata durante la tournèè americana. Difficile ipotizzare un suo impiego dal 1′, ma le possibilità di subentro sono elevate proprio per porre fine a questo calvario.

ROMA, IL RENDIMENTO DI PEROTTI LA PASSATA STAGIONE

Già nella passata stagione erano arrivate le prime avvisaglie di un calo inaspettato dell’argentino: appena 5 gol in campionato, troppo poco per un attaccante esterno della sua qualità. Anche per tale motivo difficilmente in molti anche quest’anno si punterà forte su di lui, e le già pochine 25 presenze della stagione 2017/2018 potrebbero calare ancora un po’. Se poi ci mettiamo il recupero ed il percorso riabilitativo dall’ infortunio alla caviglia, con interessamento ai legamenti, ecco che andiamo incontro ad un calciatore che non è vivamente sconsigliato ma che  presenta, comunque, numerose incognite legate al Fantacalcio. Quali nello specifico? Scopriamole insieme.

ROMA, IL RIENTRO DI PEROTTI AL FANTACALCIO 

Uno dei calciatori probabilmente più svalutati dopo il mercato estivo. In una recente intervista l’argentino ha dichiarato: ”Segno pochi gol, è vero. A 30 anni devo ancora migliorare sotto questo punto di vista”. Il fatto che sia listato centrocampista in quasi tutte le liste permette di non bocciarne definitivamente l’utilità al Fantacalcio, ed anzi di collocarlo intorno al 5° slot. Però, rispetto agli scorsi campionati disputati a Roma, non è più quell’elemento fondamentale ed il rischio di strapagare o affidargli eccessivi compiti di bonus nel proprio reparto c’è. Chiariamo una cosa: quando sarà in campo manterrà pur sempre lo status di primo rigorista e qualche bonus lo potrà portare, ma quante volte si verificherà quest’evenienza? Probabilmente poche. A riguardo, infatti, aleggiano parecchi dubbi: c’è da tenere in considerazione l’elevata concorrenza nei ruoli d’esterno offensivo (oltre quella ormai ”eterna” con El Shaarawy si è aggiunto anche il giovane Kluivert quest’estate). Concorrenza che gli ha permesso sì di recuperare con calma, ma che adesso dovrà sbaragliare con non poche difficoltà per tornare a far gioire i tifosi giallorossi. Il consiglio definitivo? Quello di prenderlo a prezzi davvero stracciati, senza forzare più di tanto la mano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy