Conferenza Benevento – De Zerbi: ”Iemmello e Diabatè insieme dal 1′. Brignola? Gioca perchè merita”

Conferenza Benevento – De Zerbi: ”Iemmello e Diabatè insieme dal 1′. Brignola? Gioca perchè merita”

I giallorossi vogliono chiudere dignitosamente un Campionato non all’altezza delle aspettative: ecco le parole di De Zerbi alla vigilia.

di Claudio Cutuli, @cutuli4

Reduce dalla gagliarda prestazione casalinga contro la capolista Juventus, per il Benevento di mister De Zerbi la testa è già rivolta verso l’impegno esterno contro il Sassuolo. Il tecnico è intervenuto quest’oggi nella consueta conferenza stampa: di seguito i passaggi salienti in ottica Fantacalcio.

DE ZERBI SU IEMMELLO:

Coesistenza con Diabatè? Sí, penso che possano giocare insieme e che si completino l’uno con l’altro. Quando hai un calciatore di questo livello in area di rigore è d’obbligo per un allenatore modellare la squadra anche in funzione alle sue caratteristiche, per farlo rendere al meglio. Riesce a darmi anche maggiore profondità in fase offensiva. Sto pensando di partire con entrambi in campo già contro il Sassuolo. La situazione di Coda? Ultimamente sta trovando poco spazio e questo un po’ mi dispiace, anche perché quando schierato ha fatto sempre bene. Purtroppo si gioca in undici e bisogna capire che qualche volta ci si deve accomodare in panchina”.

DE ZERBI SUI GIOVANI:

”Mi considero un aziendalista: Brignola non me lo ha imposto nessuno dalla società, gioca e continuerà a giocare per meriti propri. Stesso discorso per Volpicelli, che ho premiato dopo tanti allenamenti svolti a buon ritmo con la prima squadra. Voglio una squadra che giochi con orgoglio e spesso i giovani riescono ad incarnare appieno questa mentalità”.

DE ZERBI SULLA CONDIZIONE FISICA:

”Potremo contare su Parigini, che è rientrato in gruppo. Adesso sarà importante gestire a tavolino le forze perché tre partite in sette giorni contro Lazio, Verona e Juve hanno detto che fisicamente un po’ siamo stanchi. Ora dobbiamo preparare al meglio altre tre partite in sei giorni, senza perdere lucidità. Cambi di formazione? Qualcosa dovremo cambiare e sarà giusto, anche perché servirà a tenere tutti dentro a livello mentale come dimostrato da Del Pinto contro il Verona. Chi merita avrà la possibilità di scendere in campo dal 1′, anche se fin qui ha giocato poco. Costa e D’Alessandro? In settimana hanno accusato dei problemini fisici e non li ho voluti rischiare per mia scelta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy