Sassuolo, l’infortunio di Baoteng: tutte le soluzioni di De Zerbi

Sassuolo, l’infortunio di Baoteng: tutte le soluzioni di De Zerbi

Facciamo il punto sulla situazione in casa Sassuolo a poche ore dal match che vedrà i neroverdi affrontare l’Udinese.

di Niccolò Villani, @WillyBlueEyes

L’infortunio di Boateng è certamente un duro colpo per De Zerbi, che perde probabilmente il suo miglior elemento. Stesso discorso vale per i suoi possessori al fantacalcio, dato che l’ex giocatore del Milan ha una fantamedia di 7,4 (nella top 5 dei centrocampisti che hanno giocato almeno la metà delle partite) e una media media voto di 6,18. L’assenza di Boateng si protrarrà per almeno un mese e probabilmente lo rivedremo dopo la sosta di gennaio. In questo arricolo analizziamo le possibili soluzioni che potrebbe adottare De Zerbi in questo periodo.

BABACAR PRIMA SCELTA

È abbastanza scontato dire che il sostituto di Boateng sarà Babacar. Infatti, escludendo il giovanissimo Odgaard e il probabile partente Trotta, le due punte rimanenti sono Babacar e Matri, con quest’ultimo che ha trovato ben poco spazio da inizio stagione, e molto difficilmente verrà preso in considerazione per l’undici titolare. A questo aggiungiamo che Babacar, pur senza trovare un rendimento continuo, fino ad ora è il secondo miglior marcatore del Sassuolo, assieme a Di Francesco e Ferrari, con un minutaggio comunque ridotto (un goal ogni 150′).

Infine, difficilmente sarebbe ipotizzabile un altro giocatore in stile falso nove come Boateng, date le caratteristiche degli altri giocatori in rosa. “Il Boa” è un giocatore tecnico ma anche possente fisicamente, in grado di far salire la squadra, tenendo il possesso del pallone e lanciando gli esterni con precisi tocchi di prima. In rosa manca sostanzialmente un giocatore con caratteristiche simili. L’unico ipotizzabile da falso nove, essendo un giocatore eclettico, è Djuricic, che però non può vantare il fisico di Boateng e, spalle alla porta, rischia di subire i centrali avversari in fase di protezione della palla.

I POSSIBILI MODULI

Senza dubbio le soluzioni adottate fino ad ora rimangono quelle maggiormente percorribili. Spazio quindi al 4-3-3, con Di Francesco e Berardi ai lati di Babacar, o al 3-4-2-1, con Djuricic al posto dell’ex Bologna a completare l’attacco.

Tuttavia è bene non sottovalutare eventuali novità. Oltre all’ipotesi Djuricic falso nove, che rimane un’incognita, non è da escludere che vengano proposti tutti questi giocatori assieme, per compensare la perdita di qualità offensiva dovuta all’assenza di Boateng. In questo caso, avremmo quindi un 4-2-3-1, con Berardi a destra, Di Francesco a sinistra, Djuricic a fungere da trequartista e davanti Babacar. Certamente, si tratterebbe di un’ipotesi non sempre utilizzabile, data la forte propensione offensiva.

Infine, ci sarebbe anche l’ipotesi 3-4-3, che però rischia seriamente di creare difficoltà in mezzo al campo, in quanto il numero dei giocatori in mediana si ridurrebbe a due, senza avere tuttavia alcun giocatore ad occupare la zona centrale della trequarti, cosa che invece accade col 3-4-2-1, dove i due esterni vengono accentrati in modo da riempire quella zona del campo. Una soluzione simile, con Babacar da punta, rischia di mettere in seria difficoltà i centrali di centrocampo, costretti a coprire un’ampia porzione di campo, dovendo sia difendere che impostare; il problema è che non ci sono centrocampisti in rosa in grado di fare egregiamente, e in maniera continua, questo tipo di lavoro, per le diverse caratteristiche che hanno. Potrebbe quindi essere questo l’assetto tattico adatto ad un Djuricic in versione falso nove, più arretrato, quasi a fare da collante tra centrocampo e attacco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy