Radja Nainggolan – Scheda Estiva Fantacalcio

Radja Nainggolan – Scheda Estiva Fantacalcio

Dopo un inizio col freno a mano tirato il belga ha tirato fuori una stagione da assoluto top di centrocampo. Perdendo Spalletti perderà anche appeal fantacalcistico?

di Kenny Padulano, @KTeamLegend

Dopo il girone di ritorno straordinario della stagione 2015-2016, coinciso con l’arrivo di Spalletti e il suo nuovo ruolo da trequartista, Nainggolan era chiamato alla sua stagione della consacrazione, calcistica ma soprattutto fantacalcistica. Lui che per tanti anni, specie a Cagliari, era stato un centrocampista dall’ottima media voto ma dai bonus sporadici, era pronto a fare il salto di qualità. Eppure l’inizio di stagione è da incubo. Nelle prime 9 giornate porta ai suoi possessori un solo assist, per di più alla prima di campionato quando molti non avevano ancora iniziato la stagione. Il primo gol arriverà solo alla 10a giornata, lasciando presupporre una stagione da 4-5 gol al massimo. Ma noi anche in quel duro periodo vi abbiamo continuato a dire di crederci, le occasioni arrivavano, spesso il gol veniva negato solo dai legni o da grandi interventi dei portieri. E alla fine i numeri ci hanno dato ragione.

FANTASTATISTICHE 2016-2017


Presenze: 36
Gol: 11
Assist: 2
Media Voto: 6.61
Fantamedia: 7.38
Ammonizioni: 2
Espulsioni: 0


E infatti il Ninja riesce a chiudere la sua stagione in doppia cifra realizzando il suo record personale di gol in Serie A. Una seconda parte di stagione eccellente, dalla 15a alla 38a segna 10 gol, praticamente uno ogni due partite, media quasi da attaccante. Con giornate addirittura di esagerata strapotenza come quella doppietta spettacolare a San Siro contro l’Inter che gli valse anche l’8 in pagella. Ma adesso, senza Spalletti in panchina, per lui si profila un ritorno alla posizione di mezzala. Questo significa che sarà costretto a dire addio a così tanti gol? 

STAGIONE 2017-2018: COSA ASPETTARCI?

Partiamo col dire che, nel primo anno senza Totti, la Roma sembra aver affidato a lui il ruolo di uomo copertina. Protagonista della campagna abbonamenti, Nainggolan rappresenta al meglio lo spirito che i tifosi giallorossi chiedono ai loro calciatori, ecco perché non ci aspettiamo assolutamente una cessione del belga in questa sessione di mercato. Tra l’altro va anche detto che l’ex Cagliari va per i 30 anni, in pochi sarebbero disposti a spendere cifre folli per uno con le sue caratteristiche, e privarsene per offerte ragionevoli non avrebbe davvero senso. Per quanto riguarda la sua nuova posizione in campo, Di Francesco ne ha già parlato nella sua prima conferenza stampa da allenatore della Roma: per lui Nainggolan è una perfetta mezzala. Nel suo modulo base, il 4-3-3, non è previsto il trequartista “Spallettiano”, e dunque è presumibile che Radja debba arretrare di qualche metro il suo raggio d’azione. Non sempre magari, lo stesso tecnico ex Sassuolo ha anche detto che in alcune partite quella posizione può tornare utile, ma di base l’indicazione sarà quella. Però attenzione a lasciarlo andare nelle aste per questo motivo. Nainggolan è un giocatore che ormai è cresciuto molto ed ha acquisito una consapevolezza nei propri mezzi che lo spingerà sempre ad attaccare la porta. E tra l’altro nel gioco di Di Francesco i due intermedi di centrocampo sono chiamati a sfruttare gli spazi che gli esterni devono offrire. In sostanza la nostra sensazione è che anche qualche metro dietro non sarà un ostacolo per Nainggolan per confermarsi centrocampista top del campionato. Continuate a credere in lui, sempre senza fare follie come ogni buon fantallenatore che si rispetti, e siamo certi che potrà ripagarvi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy