Parma, Bruno Alves e l’eterna giovinezza

Parma, Bruno Alves e l’eterna giovinezza

Il difensore portoghese è autore di una stagione straordinaria nonostante i 37 anni di età

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

La seconda giovinezza di Bruno Alves. Così può essere definitiva la stagione del difensore portoghese del Parma che raggiunti i 37 anni di età sta vivendo un campionato fantastico con ottime prestazioni offerte ai fantallenatori che hanno puntato su di lui per la difesa, sia in termini di voti, ottimo per il modificatore di difesa, che per i bonus offerti.

Una carriera iniziata ormai nel lontano 1994 con la maglia dei portoghesi del Varzim, prima a livello giovanile nell’Under 15 e Under 17, poi con la prima squadra. Il primo tassello importante nella carriera di Bruno Alves arriva nella stagione 1999/2000 con il passaggio al Porto, squadra sempre portoghese dove il difensore, campione d’Europa con la nazionale del Portogallo nel 2016, trova finalmente spazio e i primi trofei in carriera nonostante diversi prestiti in giro per l’Europa (Farense, Vitoria Guimaraes e Aek Atene). Nella stagione 2004/05 viene ceduto ai russi dello Zenit San Pietroburgo per la cifra di 22 milioni di euro e da li inizia il “declino” di Bruno Alves. Nelle tre stagioni successive all’approdo in Russia, cambia, infatti, tre maglie con il passaggio al Fenerbache, Cagliari e infine agli scozzesi del Glasgow Rangers. Fino all’approdo al Parma in questa stagione, dove ha ritrovato se stesso.

BRUNO ALVES, LA STAGIONE CON IL PARMA

Il 12 luglio 2018 viene ufficializzato il passaggio di Bruno Alves dagli scozzesi del Glasgow Rangers al Parma, neopromosso in Serie A per la cifra di 500.000 euro. Alves viene designato subito capitano della squadra con la difficile eredità lasciata da Alessandro Lucarelli, club manager del Parma, che si era appena ritirato dopo 10 anni in maglia gigliata conditi da 350 presenze e 22 gol. Bruno Alves non sente la pressione del “ruolo da capitano”, ruolo che si sposa perfettamente con la sua propensione ad essere un leader della difesa grazie alla sua esperienza a livello nazionale e internazionale. Con la maglia del Parma è autore di una stagione fantastica con 26 presenze su 27 giornate, saltando solo una giornata per squalifica a causa delle 6 ammonizioni prese durante la stagione, unica pecca in una stagione da incorniciare. Difensore ottimo per il modificatore di difesa al fantacalcio con una media voto del 6,00 e una fantamedia del 6,40 complici anche i tre gol segnati in stagione, contro Sassuolo, Chievo e Empoli e un assist fornito ai compagni sempre contro la squadra toscana dove ha trovato anche uno sfortunato assist. Sempre prove eccelse per lui che ha portato un 7 in pagella nella partita giocata ieri contro il Genoa, vinta per 1 – 0 dal Parma, fermando due attaccanti molto veloci come il tandem offensivo ligure Sanabria – Kouame. Fisico possente e prestazioni da leader per un difensore, Bruno Alves, che nel mercato di gennaio era stato “vicino” a vestire la maglia della Juventus in sostituzione del partente Benatia, ma che è rimasto al Parma, per fortuna della squadra gigliata e dei fantallenatori che hanno puntato su di lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy