Napoli sprecone: in campionato scarseggiano stimoli e bonus al Fantacalcio

Napoli sprecone: in campionato scarseggiano stimoli e bonus al Fantacalcio

Con il Torino è arrivato il terzo 0-0 delle ultime quattro gare di campionato per un Napoli che appare senza stimoli e concretezza sotto porta.

di Patrizia Monaco
Milik Napoli 2019

Il Napoli continua a lavorare a testa bassa verso la trasferta di Parma: non si può essere di certo fieri dopo il secondo 0-0 consecutivo in campionato (arrivati contro Fiorentina e Torino), il terzo nelle ultime quattro gare se consideriamo anche quello registrato contro il Milan a fine gennaio. Quella che fino a qualche mese va veniva considerata come una macchina da gol pressoché perfetta, capace di “bucare” la stragrande maggioranza delle difese avversarie, sembra essersi inceppata o, comunque, non riesce più a funzionare con regolarità.

Per carità, gli uomini allenati da Carlo Ancelotti portano in campo il solito bel gioco che tutti gli amanti del calcio hanno potuto apprezzare negli ultimi anni, ma quello che sembra mancare è soprattutto la lucidità sotto porta. Troppi risultano essere, infatti, i palloni sprecati dagli azzurri, in particolare dal tridente offensivo: Mertens non brilla ormai da tempo e nella sfida al Franchi ha dovuto fare i conti con un super Lafont; Insigne sembra essere tornato a dare segnali di vita, ma domenica sera è stato fermato da un palo clamoroso; Milik assomiglia al lontano parente del bomber infallibile ammirato fino a poco tempo fa.

C’è da dire che i palloni in area avversaria piovono in continuazione, grazie ai guizzi dei vari talenti che il mister ha a disposizione, eppure quando si tratta di segnare, tutto sembra farsi più complicato che mai.

NAPOLI, COSA TI SUCCEDE?

Facendo il punto della situazione, possiamo dire che il Napoli ha iniziato in maniera positiva il proprio percorso europeo, mentre quello italiano sembra essere arrivato ad uno stop ricollegabile ad un ostacolo non da poco: la mancanza di stimoli. Sì perché la classifica parla chiaro ed evidenzia come gli azzurri in queste ore abbiano dovuto dire definitivamente addio al sogno di recuperare lo svantaggio che li separa dalla Juventus. Non solo, anche la rincorsa dell’Inter, attualmente al terzo posto, sembra non impensierire più di tanto Koulibaly e compagni. Insomma, esiste una sorta di “purgatorio” che spinge a fare il minimo indispensabile, con la testa che invece viene proiettata ai prossimi impegni europei, lì dove scenderà in campo la voglia di poter regalare ai propri tifosi una gioia stagionale.

Proprio i tifosi rappresentano un altro tasto dolente della realtà partenopea: costretti ormai ad arrendersi all’evidenza dei fatti, i sostenitori azzurri presenti allo stadio sono diminuiti di netto e questo non può certo aiutare i calciatori in campo. A farne le spese sono anche i fantallenatori che vedono scarseggiare quei +3 che i vari Insigne, Mertens e Milik sembravano poter assicurare con una continuità micidiale. Il polacco, capocannoniere della squadra, è reduce da due insufficienze consecutive, mentre i gol dei colleghi arrivano col singhiozzo.

Nelle prossime due gare il Napoli sarà impegnato nell’insidiosa trasferta di Parma, ma soprattutto nel big match contro la Juventus: proprio in relazione a questa sfida la tifoseria annuncia di voler disertare lo stadio, come forma di protesta per un campionato ormai deciso già a febbraio. Insomma, il periodo opaco degli azzurri non sembra vedere fine, ma la speranza è che i partenopei riescano a ritirare fuori il proprio orgoglio e quindi la voglia di tenere alta la testa per blindare ancora di più un secondo posto di tutto rispetto, conquistato a suon di gol e bonus al Fantacalcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy