Juventus, Mandžukić: un caposaldo nel “disordine” di Allegri e del Fantacalcio

Juventus, Mandžukić: un caposaldo nel “disordine” di Allegri e del Fantacalcio

L’attaccante croato è tornato al goal contro il Milan, dimostrando di essere la certezza portatrice di bonus nei big match di Campionato.

di Fabiola Graziano

Sulla faccia il ghigno tipico di chi sa di poter essere decisivo nei match che contano, sulla testa e tra i piedi i palloni di chi effettivamente è in grado di timbrare sempre il cartellino contro avversari di lusso. Può essere sintetizzato così Mario Mandžukić, che non più tardi di domenica sera ha confermato la sua importanza per la Juventus portandola in vantaggio a San Siro contro il Milan di Gonzalo Higuain, sacrificato in estate per lasciare proprio al croato il posto da centravanti da affiancare a Cristiano Ronaldo.

E a giudicare dallo spettacolo calcistico andato in scena nella “Scala del calcio”, la società bianconera non poteva fare scelta migliore decidendo di puntare sul suo personale killer delle big. Già perché, se da un lato il Pipita rossonero ha tradito tutti fallendo il calcio di rigore che avrebbe riportato i suoi in parità e rimediando nel finale una clamorosa espulsione, dall’altro Mandžukić ha dimostrato ancora una volta di saper scegliere con cura le proprie vittime. Da ottimo cecchino infatti, è tornato al goal proprio contro il Milan, a un mese abbondante dalla doppietta contro il Napoli, fornendo il proprio contributo per vincere una partita complicata perché immediatamente successiva all’inaspettata débâcle in Champions League contro il Manchester United.

MANDŽUKIĆ: UN TOP DI REPARTO NEL DISORDINE DI ALLEGRI

La rete inflitta ai rossoneri, un’incornata potente e ravvicinata preceduta da un’elevazione di circa 2,20 metri sulla quale nulla ha potuto la marcatura di Rodriguez, è stata la quinta messa a segno in questa stagione, nonché la prima dopo la distorsione alla caviglia e la conseguente ricaduta che gli sono costate due match (l’andata con il Manchester e l’Empoli) e qualche screzio di troppo con Massimiliano Allegri, che di fatto non ha digerito l’abbandono da parte del croato del ritiro pre-Empoli e lo ha lasciato in panchina anche nel ritorno con il Manchester, buttandolo nella mischia solo nel recupero finale.

Tuttavia, malgrado gli attriti derivati dalle personalità forti di entrambi, per il tecnico della Juve Mandzukic rimane una delle pedine insostituibili di quel trio d’attacco capace, assieme a Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, di dar vita a quello che lo stesso Allegri definisce “disordine letale” per le difese avversarie che, stordite dai continui scambi di posizione tra gli attaccanti bianconeri, sono costrette ad alzare bandiera bianca concedendo loro gli spazi necessari per andare in rete e vincere le partite.

Nel disordine allegriano dunque, nessun punto di riferimento per gli avversari, ma un autentico caposaldo sia per Mister Max che per i fantallenatori che hanno puntato su Mandžukić e che si ritrovano tra le mani un titolare autore fin qui di 2 assist, oltre che delle 5 reti già citate. Un top di reparto insomma, da custodire gelosamente o da afferrare al volo in caso di scambio, oltre che da schierare ad occhi chiusi nei big match. Perché si sa, il disordine crea scompiglio e Mario è la persona giusta per scompigliare il vostro Fantacalcio!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy