Focus on: Dimitri Payet, lo specialista della Francia

Focus on: Dimitri Payet, lo specialista della Francia

Il centrocampista offensivo del West Ham si candida per essere una delle belle sorprese dell’Europeo

Per chi gioca al nostro Fantasy Premier League quello di Dimitri Payet, centrocampista offensivo del West Ham, non è certo un nome sconosciuto. C’è chi su un dettaglio di una carriera ha tracciato la firma di una vita, e chi su un gesto ha trovato fiducia e speranza. Tra i James Dean dei calci di punizione, entra prepotentemente Payet: cinque calci di punizione telecomandati in porta, cinque meraviglie che l’hanno proiettato nella gallerie d’arte dei migliori a calciare da fermo. Lo stile si può allenare, ma la punizione in sé è una questione di sensazioni.

Dimitri Payet, carriera e caratteristiche tecniche

Sant’Etienne prima, Lille poi, sotto la guida di Rudi Garcia, rappresentano il momento cardine di un’evoluzione che lo porta all’exploit al Marsiglia: Marcelo Bielsa ne plasma aspetti tattici che lo portano a vincere la League 1 avvalendosi delle doti di Payet nel pieno della sua maturità calcistica.

Ala o trequartista, sa riposizionarsi in campo senza alcun tipo di problema, ma nell’ultima stagione al West Ham si è messo in evidenza per i calci piazzati: delle 9 reti messe a segno nella Premier League 2015/2016, ben 5 sono state da calcio da fermo.

“Quando è partito il pallone ero tranquillo, con quella traiettoria sarebbe finito in tribuna”

Ecco le parole del portiere del Crystal Palace, prima di essere trafitto dalla sassata di Payet. Il fattore X nelle punizioni del francese del West Ham è la potenza: 0,9 secondi per arrivare in porta. Una forza che permette al pallone di compiere un arco ampissimo, proprio come nel gol contro la squadra di Pardew, la palla raggiunge un’altezza massima di 3,7 metri. Per intenderci, la traversa è di 2,44. Impossibile fermarlo: l’unico modo di impedirgli di calciare le punizioni è non provocare falli dal limite. Payet e le punizioni ora sono un marchio, un’icona: intramontabile come James Dean.

Dimitri Payet, che utilità al Fantaeuropeo?

Deschamps potrebbe utilizzarlo anche come mezzala, ma Dimitri Payet deve comunque ritagliarsi spazio in una nazionale che vede moltissimi top player tra le sue fila.

Giocare in casa un Europeo a 29 anni, però, rappresenta un’occasione troppo ghiotta per un calciatore che sta affrontando la sua piena maturità calcistica e potrebbe mettersi in evidenza insieme ai “galletti” francesi.

Se volete fare una scommessa su un centrocampista al di fuori dei nomi noti, Payet è certamente il primo della lista!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy