Juventus, dov’è finito il vero Mandzukic?

Juventus, dov’è finito il vero Mandzukic?

Il croato non segna da tre mesi ed è visibilmente provato dalla mancanza di riposo, riuscirà Allegri a lucidarlo a nuovo per il finale di stagione o verrà dato più spazio a Dybala e Kean?

di Alessio Giaccari

Mario Mandzukic è il classico calciatore per cui prima di criticarlo devi sciacquarti la bocca (oltre che metterti paura), gioca da esterno a tutto campo o da punta generosa in base alle scelte di mister Allegri e non si lamenta mai nonostante combatta da vero guerriero in ogni match.

IL CALO DI FORMA

Nonostante Mandzukic somigli più a terminator che ad un essere umano, bisogna ricordarsi che è fatto di carne e ossa. Mario non riposa da oltre un anno e mezzo, infatti l’enorme sforzo fatto per portare la sua Croazia in finale al mondiale si è alla fine fatto sentire. L’ultima rete risale al 22 dicembre, non banale in quanto regalava tre punti contro la Roma, ma pur sempre tre mesi sono passati e il giocatore non sembra nemmeno cosi tanto lucido in campo. Contro il Genoa la Juventus è arrivata scarica, priva di motivazioni per via di un campionato già praticamente vinto e senza stimoli, in quanto aveva già dato tutto nel ritorno di Champions contro l’Atletico Madrid. E’ dunque sicuramente giustificabile il calo di forma fisica di Mario, che a detta di Allegri non è un calo fisico ma mentale e non solo del croato ma di tutta la squadra, compreso il mister.

NUOVE CHANCE?

E’ presumibile pensare che Max Allegri possa far riposare Mandzukic nonostante la famosa frase in cui dichiarava che sia Dybala che CR7 hanno bisogno del croato per completarsi. Dunque, se è vero che è indispensabile, Mario sarà risparmiato per la Champions ed occhio alla possibile squalifica di Ronaldo per il gesto dei “cojones”, il 21 marzo ci sarà il responso della UEFA a riguardo. I giochi verranno quindi definiti a ridosso della gara di andata contro l’Ajax del 10 aprile, con un probabilissimo maggiore impiego in campionato sia di Dybala vista la stagione difficile, sia di Kean che scalpita per guadagnare minuti in campionato. Infatti, la Juventus deve arrivare alla doppia sfida con gli olandesi in piena forma, perché adesso, considerato il campionato in cassaforte, è l’ultimo grande obiettivo della stagione, soprattutto con un CR7 cosi inarrestabile. Per il finale di stagione vedremo quindi molto turn over da parte di mister Allegri, Kean su tutti è in rampa di lancio e verrà sfruttato moltissimo per sopperire ai riposi di Mario e Cristiano a turno.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy