Eder all’Inter, conviene cederlo al fantacalcio?

Eder all’Inter, conviene cederlo al fantacalcio?

L’attaccante è passato dalla Sampdoria alla corte di Roberto Mancini, il cambiamento non comprende soltanto colori e città

La sera del 30 agosto Citadin Martins Eder siglava una doppietta al San Paolo di Napoli, pareggiando nel giro di due minuti quella di Gonzalo Higuain. Seppure i due giocavano, e giocano, in due compagini diverse, sono stati compagni di un reparto speciale sino a fine gennaio. Tale reparto è ai più conosciuto come l’ideale tridente offensivo al fantacalcio. Il trasferimento dalla Sampdoria all’Inter non ha comportato per il nazionale italiano soltanto l’abbandono della città ligure, ma anche quello dalla classe degli attaccanti TOP della nostra Serie A. I suoi possessori verranno assaliti dalla nostalgia, d’altronde non si trovano ovunque calciatori che scuotono 12 volte la rete in 19 presenze nella nostra massima serie calcistica.
La prima parte di stagione di Eder è stata oltremodo eccellente: otto goal sul prato del Ferraris, uno dei quali nel derby della Lanterna vinto 3-2. Non poteva non lasciare la firma nel suo ultimo derby. Fuori casa ne ha messi a segno la metà, tra cui uno a San Siro contro il Milan. Goal poco influente per la Samp, quel giorno perse 4-1, ma fondamentale per gli allenatori d’Italia che hanno goduto del +3 del 23. L’esordio con la maglia dell’Inter è avvenuto proprio contro i rossoneri del suo ex allenatore Mihajlovic, per la serie “il buongiorno si vede dal mattino”.

Dalla Sampdoria all’Inter, cosa è cambiato per Eder?

Lo stacco è stato netto: l’oriundo nazionale è passato da essere il bomber assoluto e principale di una compagine di media-bassa classifica (attualmente molto bassa) a dover giocare come esterno in un tridente che vede al centro Mauro Icardi. Proprio la presenza dell’argentino annulla le possibilità che Eder si presenti dagli 11 metri quando c’è da calciare un calcio di rigore, non certo una banalità per i fantapossessori dell’ex blucerchiato. L’appetibilità viene minata ulteriormente dalla banda dei balcani nerazzurra (il trio composto da Jovetic, Ljajic e Perisic) pronta a battagliare per calciare i piazzati, sia dalla lunga che dalla ravvicinata distanza.
Se le gerarchie neroazzurre non consentono ad Eder di poter portare fiumi di bonus da fermo, non si può dire la stessa cosa se si parla di titolarità. Mancini l’ha fatto esordire come titolare, dopo poche ore dal suo arrivo in Lombardia, nel derby di Milano. La presenza in campo al fischio iniziale dell’arbitro non è mancata neanche nelle partite seguenti.
Tutto si può affermare sull’Inter, tranne che nell’ultimo periodo trasmetta sicurezza e garanzie. La compagine di Roberto Mancini è in evidente declino da diverso tempo, si è passati dai sogni tricolori di inizio stagione all’attuale -4 dal terzo posto valevole per il preliminare di Champions League. Lo stato di forma negativo della squadra è un ulteriore mazzata per l’appetibilità fantacalcistica dell’attaccante. Se l’Inter dovesse riprendersi e contemporaneamente Eder adeguarsi al meglio agli schemi tattici di Mancini, allora le cose potrebbero cambiare radicalmente per i tifosi del Biscione e i fantapossessori dell’italo-brasiliano.

Come considerare Eder al fantacalcio? Conviene cederlo?

L’unico elemento che può garantire Eder in questa seconda parte di stagione è quello relativo alla titolarità, ben diversa dal buon voto. Il fattore casa, che ha contraddistinto positivamente le prestazioni negli ultimi anni dell’oriundo, è totalmente da ricostruire. Non è in discussione il valore del calciatore, ma alcune volte gli ambienti non adatti e le stagioni storte hanno fatto passare campioni come pacchi. E viceversa.  Eder adesso rientra tra i calciatori che oscillano tra la 3 e la 2 fascia.
I casi variano da lega a lega e da squadra a squadra: tenere o cedere Eder dipenderà sicuramente dalla composizione del vostro attacco. Se avete soltanto pochissime unità di calciatori che giocano con costanza e sicurezza, allora l’oriundo vi torna utile e può essere decisivo per le vostre sorti. Se invece potete vantare in rosa 4/5 attaccanti con il dono della titolarità, potete tranquillamente pensare di inserire Eder in qualche scambio per arrivare ad un calciatore che ritenete a vostro gusto più appetibile.
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy