Consigli Fantacalcio 22a giornata – I consigliati Fantamagazine

Consigli Fantacalcio 22a giornata – I consigliati Fantamagazine

Da Mandzukic a Quagliarella, da Muriel a Zapata ecco tutti i consigliati per la 22a giornata di campionato

di Stefano Martelli, @Ste1983NO

Mancano poche ore allo scoccare della ventiduesima giornata della Serie A 2018-19, e con essa giungono anche i nostri consigli. La redazione di Fantamagazine, infatti, per ogni turno di campionato vi proporrà gli sconsigliati, le possibili sorprese ed uno speciale per analizzare tutti i consigliati delle schede partita targate Gruppo Esperti (che potete trovare QUI).

CONSIGLI FANTACALCIO 22a GIORNATA – I CONSIGLIATI

In questo appuntamento scopriamo insieme quali giocatori potrebbero essere un dispiacere al Fantacalcio per la 21a giornata della serie A, da schierare a vostro rischio e pericolo. Vi ricordiamo inoltre che potrete seguire i nostri consigli nel modo che più preferite, da comodi messaggi gratuiti sul canale Telegram, sulla pagina Facebook di Fantamagazine e infine nell’ultima novità, FantaHUB, l’app per veri fantallenatori, disponibili negli store iOS e Android.

EMPOLI – CHIEVO

La 22esima giornata si apre con Empoli – Chievo. Caputo due partite alla portata non le sbaglia, intervistato in settimana si è scusato con la piazza per i due gol sbagliati ed è carichissimo per fare molto meglio contro il Chievo. Farias e Oberlin potrebbero avere le caratteristiche di rapidità e velocità ottime per affiancarlo. Alla fine l’unico che sembrava in odore di cessione, Krunic, è anche l’unico rimasto! Peccato per quel lieve infortunio alla mano che potrebbe anche psicologicamente debilitarlo ma in queste partite deve fare la differenza e mostrare a tutti che è un giocatore da squadra di livello superiore. Il polacco Stepinski è stato autore di una grande prova contro la Fiorentina, stavolta dovrebbe essere titolare senza dubbi. Lasciamo il condizionale perché Di Carlo riserva sempre sorprese, ma sembra una follia lasciare in panchina il giovane polacco in questo match decisivo, da ultima spiaggia per i gialloblù. L’eterno Capitano Pellissier, dopo aver trasformato il primo rigore, ha sulla coscienza il pesante errore dal dischetto, quindi avrà gran voglia di farsi perdonare immediatamente. Il Chievo per forza di cose non potrà accontentarsi del pareggio, e l’Empoli subisce molti gol. Le due punte gialloblù possono sicuramente essere schierate in questo turno.

NAPOLI – SAMPDORIA

Zero occasioni per lui nelle due partite col Milan, ma parliamo di un giocatore, Milik, che per caratteristiche ha bisogno di avere palle giocabili e rifornimenti, altrimenti è come avere una sagoma di cartone nell’area di rigore. Resta però l’attaccante azzurro più in forma, il favorito anche per giocare titolare, quindi sono poche le alternative che gli sono superiori. Sperando che il Napoli torni a creare delle occasioni da rete. Quagliarella ha raggiunto Batistuta con 11 partite di fila a rete, adesso arriva la possibilità di poter realizzare un record storico assoluto e peraltro proprio in casa sua a Napoli contro la sua squadra del cuore. E’ mai esistito nella storia del calcio un gol più scritto di questo?

JUVENTUS – PARMA

Il guerriero della Juventus, Mandzukic, dopo uno stop forzato che lo ha tenuto fuori da giochi per tre settimane circa, fa il proprio ritorno in campo. I numeri sono dalla sua parte, ed in questa sfida, davanti i propri tifosi, ha concrete possibilità di ritornare subito al goal. Da mettere obbligatoriamente. La partita sulla carta è proibitiva per il Parma, la più difficile della stagione nonostante la Juventus arrivi dall’inaspettato e duro KO contro l’Atalanta in Coppa Italia e abbia la coppia Bonucci-Chiellini fuori per infortunio. Tutto questo non basta per rendere qualcuno di consigliabile.

SPAL – TORINO

Lazzari è il migliore della Spal in questo periodo nonostante un infortunio lo ha anche tenuto fuori per qualche giornata. Un bonus pesante per lui è quasi impossibile, ma in fase di assist rimane sempre una garanzia. Meité torna dopo due turni forzati di stop e siamo sicuri che avrà voglia di spaccare il mondo. Si può tentare la ”steal” (usando un termine cestistico) mandandolo in campo come quarto centrocampista titolare. A naso pare la partita adatta per vedere far gol Zaza. Dovrà sfruttare la sua fisicità contro una difesa rognosa come quella spallina, ma è arrivato il momento di svegliarsi se vuole conquistare minuti da qui alla fine della stagione. Potete provarlo come terzo attaccante del tridente per l’occasione, tentar non nuoce.

UDINESE – FIORENTINA

La non reazione di Genova, la contestazione della curva, sinceramente consigliare un giocatore dell’Udinese in questo periodo è difficile per tutti. Da quando è arrivato Muriel l’attacco della Fiorentina sembra essersi svegliato dopo un anno e mezzo, dove le difficoltà sotto porta erano ben note a tutti. Chiesa ha messo a segno la sua prima tripletta contro la Roma in Coppa Italia subito dopo aver segnato una doppietta a Chievo nella precedente partita di campionato. Muriel, tranne la prima partita, ha sempre segnato da quando è arrivato a Firenze, sicuramente la sua media goal non potrà essere questa, ma finché il ferro è caldo meglio battere.

GENOA – SASSUOLO

Bessa e Lazovic sono le vere anime offensive del Genoa. La partenza di Piatek e soprattutto la nuova disposizione offensiva li hanno resi il vero fulcro dell’attacco rossoblù, sia in termini di impostazione che di finalizzazione. Entrambi in forma, entrambi responsabilizzati dal nuovo ruolo ricoperto negli equilibri della squadra, entrambi con almeno una buona occasione da gol a partita: un momento che va sicuramente sfruttato. Babacar abbiamo appurato che dovrebbe essere il rigorista ufficiale del Sassuolo. Premesso ciò, è ancora fuori dal gioco di De Zerbi e va troppo a sprazzi. Tuttavia è il miglior marcatore del Sassuolo e un’occasione netta a partita comunque di solito ce l’ha. Ha anche una media di una rete ogni 151′, che non è per niente male. Assolutamente schierabile, perché è il maggior candidato al +3 tra gli emiliani.

INTER – BOLOGNA

“Unico” è l’aggettivo appropriato per descrivere Skriniar. L’unico che ha mantenuto un rendimento costante ai suoi standard. L’unico a non arrendersi, a non farsi travolgere dal caos, a tenere il punto, a crederci. L’unico che incarna lo spirito nerazzurro. L’unico che dà certezze sul campo ed al fantacalcio. Con il Frosinone ha colpito un legno, dopo esserci andato vicino con la Spal più volte, da centrocampista si tratta di è un attaccante aggiunto: se segna vi porta il +3 , altrimenti la probabilità di prendere un’insufficienza è alta. Occhio al cambio modulo a partita in corso, che vedrebbe Roberto  Soriano come trequartista.

ROMA – MILAN

L’unico che al momento si può schierare ad occhi chiusi è Zaniolo, che quando gioca ci mette il cuore. Da trequartista potrà scatenare il suo bagaglio tecnico. Non sappiamo se porterà bonus in questa partita. Siamo però convinti al 100% che ad oggi è l’unico che si merita di vestire questa maglia. Il polacco Piatek ha esordito in rossonero sabato scorso contro il Napoli giocando un buono spezzone di gara. Il meglio di se lo ha dato però qualche giorno più tardi eliminando i partenopei in Coppa Italia: ha fatto ammattire Koulibaly e segnato una doppietta. Adesso è arrivato il momento di regalare le prime gioie fantacalcistiche della sua esperienza al Milan: sulla sua strada ci sarà la Roma, che ha già bucato con la maglia del Genoa, e che difensivamente non sta passando un buon momento. I margini per far bene ci sono, soprattutto se si considera l’importanza della gara.

FROSINONE – LAZIO

Non si prevede una partita facile, soprattutto per il cattivo rapporto con le partite casalinghe del Frosinone contro squadre di primo rango. Ecco perché, come altre volte, l’unico schierabile senza troppe pretese è Chibsah. Fosse solo per un voto decente e per la sua titolarità. Solitamente i suoi voti sono piuttosto buoni, anche quando abbiamo perso con sonore goleade. Questo perché i pagellisti ben vedono la sua abnegazione. Inoltre, mancherà M. Savic, giocatore dominante a livello fisico e questo potrebbe essere sicuramente positivo per lui, che dovrà comunque doversela vedere con Parolo e Leiva. Esterno, regista, mezzala, gli manca solo il ruolo di portiere ormai. Parolo è l’anima della Lazio, e con i suoi inserimenti può fare malissimo alla difesa del Frosinone. È da considerare una delle migliori scelte di giornata nel reparto di centrocampo, considerando anche che sarà tra i più freschi della squadra.

CAGLIARI – ATALANTA

Contro il Sassuolo Pavoletti s’è mangiato un’occasione colossale, anche se sarebbe comunque stata in fuorigioco: sembra che letteralmente non riesca a segnare con i piedi, anche se di testa è sempre pericoloso. Giocatore decisivo come nessuno: in questa nuova posizione Gomez incanta per come riesce a trasformare l’azione difensiva in offensiva in un istante. Gioca più lontano dalla porta in linea d’area, ma la vede maggiormente rispetto a quando veniva relegato sulla fascia, con il risultato che i gol sono già 5 (con 7 assist) a fronte dei 6 realizzati lo scorso anno. Su Duvàn Zapata, non c’è davvero niente da dire. Stato di forma stratosferico, e va avanti così da fine Settembre: ormai sono quattro mesi che non scende sotto il 6, e i gol parlano da soli. Doppietta alla Juventus in coppa italia, unico giocatore quest’anno che è riuscito ad infilare i bianconeri per ben 4 volte. Non credo stiate davvero pensando di panchinarlo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy