Big match 4a giornata, Napoli-Fiorentina: Milik vs Simeone

Big match 4a giornata, Napoli-Fiorentina: Milik vs Simeone

Napoli-Fiorentina passa dai loro gol, dalla loro condizione fisica, dal momento che stanno attraversando. Chi vincerà questa sfida personale tra il 9 e il 99?

di Matteo Previderio

In questa sezione analizzeremo il big match della giornata di Campionato, con i due giocatori che potrebbero trovare il +3 vincente, in una sorta di “duello”. La scelta della partita e i giocatori inseriti saranno totalmente a discrezione dell’autore, a seconda delle sue idee e delle sue valutazioni.

NAPOLI: MILIK

Carlo Ancelotti ha puntato forte su di lui e le prime tre giornate sono più di una prova. Nel suo 4-3-3, la punta centrale fisica è ormai una regola, con Mertens, almeno inizialmente, relegato in panchina. L’unico gol realizzato all’esordio contro la Lazio però non è abbastanza, e il centravanti polacco, al di là della fiducia incondizionata del mister, è quasi obbligato e chiamato ad una prova convincente, condita magari da un gol. I voti di Milik nelle prime tre? 7 all’esordio con la Lazio, 6,5 contro il Milan e 5,5 nella sconfitta di Marassi. Nelle grandi squadre, i momenti d’astinenza dal gol possono costare caro, soprattutto quando alle tue spalle hai un giocatore come Mertens, che negli ultimi due anni, tra Campionato e Champions League ha realizzato ben 54 gol.

FIORENTINA: SIMEONE

Nella passata stagione si sbloccò alla terza giornata, mentre quest’anno, con il gol all’esordio contro il Chievo, ha già lasciato intendere che superare i 14 centri della stagione 2017/2018 è il suo principale obiettivo. Il Cholito dunque, si avvicina a questa sfida candidandosi prepotentemente al ruolo di protagonista. L’umore è sicuramente alle stelle, grazie all’esordio con gol nella nuova Argentina del CT Scaloni. La viola vanta al momento il secondo miglior attacco del Campionato − ricordiamo, con una partita in meno, in attesa del recupero della prima giornata contro la Sampdoria − soprattutto per l’exploit casalingo contro il Chievo, in cui gli uomini di Pioli realizzarono ben 6 gol. Una buona dose di fiducia quindi, sia per il reparto avanzato, sia per tutta la formazione.

NAPOLI-FIORENTINA: MILIK vs SIMEONE

La sconfitta subita dal Napoli nella passata stagione contro la Fiorentina, è ancora viva nei ricordi dei tifosi e dei giocatori partenopei, come dichiarato in conferenza da Allan. Quel 3 a 0 allontanò definitivamente il sogno scudetto, e diede un duro colpo al morale della squadra. La partita contro la Sampdoria di due settimane fa è sembrata un po’ la replica di quella sfida, con la “piccola differenza” che, in questo momento, nulla è compromesso per gli uomini di Ancelotti, anzi. Serve però una sterzata decisa, per evitare di perdere ulteriori punti nei confronti delle dirette concorrenti.

Sponda viola invece il momento è più che buono, con una formazione che, con il giusto mix tra giovani giocatori ed esperti, sta mettendo in mostra un buon calcio. Dopo le gare casalinghe contro Chievo ed Udinese, la trasferta di Napoli è senza alcun dubbio più complicata, e servirà a Pioli per capire le ambizioni della sua Fiorentina in questa stagione. 

Arriviamo al dunque. Per questa giornata, pensiamo che la voglia del Napoli di non fallire davanti al proprio pubblico possa essere più forte della voglia di stupire ancora da parte della Fiorentina. Ovviamente, nel caso in cui la fortuna e la bravura in sede d’asta, vi abbia portato ad avere sia Milik che Simeone in rosa, non esitate, schierate entrambi!

Sia Milik che il Cholito sono giocatori giovani, ma il polacco in Nazionale non ha giocato neanche un minuto, rientrando prima a Castel Volturno, mentre Simeone ha disputato 90 minuti contro il Guatemala. Questo non vuol dire nulla sia chiaro, ma l’argentino potrebbe accusare un po’ di stanchezza nel corso del match rispetto al polacco, ragion per cui, se dovessimo arrivare ad una scelta per cercare il +3, diremmo Milik.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy