Pagelle Verona – Juventus 1-3: Dybala si riprende la Juventus! – Voti Fantacalcio

Pagelle Verona – Juventus 1-3: Dybala si riprende la Juventus! – Voti Fantacalcio

Una doppietta dell’attaccante argentino permette di battere il Verona al Bentegodi. Apre le marcature Matuidi con un sinistro sporco, pareggia l’ex Caceres con un tiro da fuori, poi sale in cattedra Dybala.

di Voti Fantamagazine

Nell’ultimo anticipo del 2017, l’uragano Dybala si abbatte sull’Hellas Verona, che chiude quindi quest’anno con una sconfitta. La Juventus con questi 3 punti resta in scia del Napoli, mentre gli uomini di Pecchia, al giro di boa, occupano ancora il penultimo posto. Nonostante il risultato possa sembrare netto in favore dei bianconeri, la partita ha invece raccontato altro, con Romulo e compagni capaci di recuperare lo svantaggio di Matuidi, mettendo per circa 15′ del secondo tempo in seria difficoltà la retroguardia juventina. Solo due lampi di Dybala risolvono la partita in favore della Juventus, che chiude quindi questo 2017 con una vittoria, sofferta ma importante.

PAGELLE VERONA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Verona

Nicolas 6 – Ad inizio stagione ci si chiedeva se il portiere brasiliano fosse all’altezza di questa categoria e, dopo alcune incertezze nelle prime giornate, l’estremo difensore ha acquisito sicurezza, migliorando in modo notevole il suo rendimento. In questa serata si esalta su un paio di occasioni di Higuain, negando il gol all’argentino. Non può nulla sulla doppietta di Dybala.

Ferrari A. 5.5 – Schierato nel ruolo di terzino destro proprio per garantire più copertura, è vittima del continuo viavai sulla sua corsia, dove Alex Sandro e Mandzukic affondano quasi sempre con facilità. In fase di spinta è praticamente assente, lasciando il compito ai propri centrocampisti.

Caracciolo A. 5 – Il Pipita è un cliente scomodo, soprattutto in questo periodo, e lui, che tuttavia è diventato un titolare fisso della difesa gialloblù, va spesso in difficoltà quando gli attaccanti juventini dialogano in velocità per vie centrali. Con il collega di reparto ha la colpa di essere troppo passivo sui gol di Dybala.

Heurtaux 5 – Ad agosto è stato acquistato per dare esperienza alla difesa veronese, ma dopo 19 giornate sembra ancora spaesato e non nella migliore condizione fisica. È il meno brillante tra i difensori gialloblù.

Caceres 7 – Il difensore uruguagio è uno dei tanti ex di questa sfida e si intuisce: gioca una partita di qualità e grinta agonistica. Si fa vedere spesso e volentieri in zona offensiva, cercando di aiutare i compagni a recuperare il risultato e ci riesce pure con un tiro preciso da fuori area. È l’uomo in più di questa squadra, e se dovesse andare alla Lazio nel mercato di gennaio, sarebbe davvero una perdita enorme. Onnipresente.

Verde 6 – La Juventus ha ritrovato la giusta solidità difensiva, e la partita per gli uomini offensivi dell’Hellas è complicata. Tuttavia l’esterno di proprietà della Roma è uno dei più vivaci, affrontando con coraggio e continuità Lichtsteiner. Dal suo piede sinistro partono dei cross davvero interessanti, poco sfruttati dai compagni però.

Zuculini B. 5 – La sua è una partita solo ed esclusivamente di quantità, ma soffre per tutto il tempo il dinamismo di Matuidi e Khedira, perdendo quasi tutti i duelli in cui è coinvolto.

Buchel 5.5 – Anche lui come il compagno di reparto, soffre oltremodo il centrocampo juventino, dimostrandosi però più lucido, commettendo meno falli ingenui rispetto a Zuculini. In fase d’impostazione non incide, specialmente perché i suoi preferiscono sviluppare il gioco sulle fasce.

Romulo 6 – Il capitano dell’Hellas è come sempre uno dei più propositivi tra i suoi, offrendo tantissima corsa e tanto cuore. Quando spinge lo fa senza timore costringendo Alex Sandro a ripiegare in fase difensiva.

Bessa 6 – Viene schierato alle spalle della prima punta, con il compito di aiutare i centrocampisti in fase di non possesso e lui svolge questo compito come meglio non poteva. Sta crescendo e con meno pensieri difensivi, può rivelarsi un’arma fondamentale per il girone di ritorno e per centrare la salvezza.

Kean 6 – Con la sua fisicità mette in seria difficoltà i due centrali bianconeri. Nel secondo tempo sfrutta ancor di più le sue doti, approfittando di una Juventus che, dopo il pareggio di Caceres, pensava più ad attaccare che a difendere.

Pazzini Sv

Zuculini F. Sv

Calvano Sv

Pagelle a cura di Previderio Matteo

PAGELLE JUVENTUS

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Juventus

Szczesny 6 – Praticamente mai chiamato in causa, se non sul gol di Caceres dove, però non può nulla.

Lichtsteiner 6.5 – Soffre per tutta la partita la velocità di Verde e le sovrapposizioni di Caceres, ma regge abbastanza bene e, prima di lasciare il campo, mette lo zampino nel gol della Joya.

Benatia 6.5 – Il migliore dei suoi in difesa, non va mai in difficoltà ed è sempre perfetto in chiusura, sia su Kean che su Pazzini.

Chiellini 6 – Anche lui sembra più svogliato ed impreciso del solito, ma l’unico vero errore che commette, facendosi saltare troppo facilmente da Kean, se lo fa perdonare andando a riprendere il giovane attaccante scuola Juve con una scivolata da manuale.

Alex Sandro 6 – Si propone bene in fase offensiva mettendo in mezzo all’area qualche palla insidiosa, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo sembra spegnersi un po’ e rischia di emulare Matuidi regalando una palla velenossissima agli avversari.

Khedira 6.5 – Solita prestazione solida per il centrocampista tedesco che con la sua tecnica sublime non sbaglia niente e da solidità al centrocampo juventino.

Bentancur 5.5 – Poca grinta e tantissimi appoggi sbagliati per il classe ’97. Il ragazzo si farà, ma un’altra volta. Lascia il campo alla fine del primo tempo.

Matuidi 6 – Ottima prestazione per il francese e non solo per il gol, corre e lotta come nessuno. Peccato che rovini tutto con un brutto passaggio in orizzontale che regala il momentaneo pareggio all’Hellas.

Dybala 7 – Tornato finalmente titolare, per 71 minuti sembra ancora la brutta copia di se stesso, spento e svogliato, poi la svolta. Se nel primo gol gran parte del merito è di Lichtsteiner, nel secondo salta tutta la difesa veronese prima di metterla in rete. E’ tornata la Joya.

Higuain 6 – Si muove tanto e gioca spesso per i compagni, ma si crea poche occasioni e ha rischiato di pesare non poco il suo errore nel primo tempo quando, a botta sicura, su uno splendido passaggio di Alex Sandro, tira il pallone addosso a Nicolas.

Mandzukic 5.5 – Impeccabile quando, in fase di non possesso, scende ad aiutare i compagni, ma sbaglia troppo in costruzione, dando l’impressione di essere svogliato. Da lui ci si aspetta di più.

Bernardeschi 6.5 – Entra all’inizio del secondo tempo e subito mette in mostra tutte le sue qualità. Corsa e tecnica eccelse, va vicino al gol dopo un uno-due con Higuain, ma Nicolas gli dice di no.

Barzagli 6 – Entra per sostituire Lichtsteiner e per dare maggior sicurezza su quella fascia dove tanto ha sofferto la Juve per tutta la partita e lo fa con la sua solita classe ed umiltà.

Marchisio SV

Pagelle a cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy