Pagelle Udinese – Lazio 1-2: Correa incanta e la Lazio vince!

Primo gol con la maglia biancoceleste per il giocatore arrivato nel mercato estivo e primo gol anche per Acerbi. Ha segno Nuytinck per l’Udinese.

di Voti Fantamagazine

Gara scoppiettante quella che va in scena alla “Dacia Arena” tra Udinese e Lazio: al termine delle ostilità il risultato è di 1-2 in favore degli ospiti che portano a casa il bottino pieno in virtù delle reti messe a segno da Acerbi e Correa. Inutile, se non a fini statistici ed estetici, la gran rete in rovesciata di Nuytinck.

PAGELLE UDINESE

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Udinese

Scuffet 6 – In virtù delle precedenti ottime gare, l’ombra di Musso va via via dissipandosi e lui sembra molto più responsabilizzato. Si fa sentire dai compagni, ed è un bene, non avrebbe potuto respingere meglio la punizione tesa di Alberto ed è incolpevole sulla magia di Correa.

Stryger Larsen 4,5 – Spinge decisamente poco e, quando lo fa, non riesce mai a proiettarsi sul fondo. In fase di contenimento non è costretto a strafare ma, d’un tratto, Correa lo mette a sedere facilmente ed insacca. Maldestro.

T. Ekong 6 – È clamorosamente in vantaggio su tutte le palle aeree e se la cava molto bene anche quando bisogna coprire sulla profondità. Nella ripresa cala insieme a tutta la sua retroguardia.

Nuytinck 6,5 – Non parte benissimo ma cresce sul finire della prima frazione di gioco. Nella ripresa la Lazio preme sull’acceleratore e lui va in difficoltà ma ha il merito di tirar fuori dal cilindro un gesto atletico di pregevole fattura che vale il gol della speranza.

Samir 6 – In fase d’impostazione sbaglia troppo e spesso costringe i compagni agli straordinari in ripiego. Nonostante ciò, sulla corsia di competenza, riesce facilmente ad avere la meglio su uno spento Patric.

Fofana 7 – Signore incontrastato della mediana, recupera una quantità ingente di palloni e riesce a ripartire con poderose falcate. È l’unico, insieme a De Paul, a suonare la carica per i suoi fin dai primi minuti di gioco. Battagliero.

Mandragora 6 – Non è appariscente ma è il cuore pulsante della mediana friulana: smista celermente tutti i palloni che transitano dalla difesa e ostruisce bene la manovra avversaria. Nulla di trascendentale ma la sua gara è sicuramente sufficiente.

Barak 5 – Alterna grandi cavalcate che spaccano in due la retroguardia avversaria a momenti di buio nei quali si eclissa dal gioco. In fase di appoggio non è lucidissimo ma ha la scusante di essere appena rientrato da un infortunio, in occasione del gol di Acerbi non è esente da colpe e qui la scusante non c’è.

Machis 5 – Ha ottimi mezzi tecnici e lo dimostra ogni volta che ha la palla tra i piedi. Il problema è che, quando non ce l’ha, risulta fin troppo anarchico e propenso alle ingenuità: da una di queste nasce la punizione del gol di Acerbi.

Lasagna 5,5 – I compagni lo assistono poco e non è una sua colpa, per quanto possibile prova a mettersi in proprio senza sortire i risultati sperati.

De Paul 6,5 – Sontuoso nella prima frazione in cui regala sprazzi di gran calcio in linea con le ultime, eccellenti, uscite. Strakosha gli nega la gioia del gol e, da quel momento, cala progressivamente fino a spegnersi.

Pussetto 6 – Era in ballottaggio con Machis e, col senno di poi, i suoi guizzi sarebbero serviti anche dal primo minuto. Guadagna falli importanti ma non riesce ad incidere.

Teodorczyk 5,5 – A volte bastano una manciata di minuti per avere sui piedi l’occasione giusta, quella da spingere in rete. Lui ci si avventa, ingolosito, ma la palla finisce fuori di un soffio. Sfortunato.

Vizeu S.V.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 7 – Nella prima frazione risponde presente sulla punizione di De Paul. Nella ripresa è bravissimo più volte su Fofana. Non ha responsabilità sul goal friulano.

Acerbi 7 – Fa a sportellate con Lasagna costringendo l’attaccante a giocare sempre spalle alla porta. Al minuto 60 arriva il primo goal in maglia biancoceleste, sì fa trovare al posto giusto al momento giusto.

Luiz Felipe 6 – Rientra dall’infortunio con voglia e determinazione. Qualche buon intervento in anticipo alternato a qualche entrata più dura.

Wallace 5,5 – La prestazione sarebbe positiva ma c’è la solita amnesia a rovinare tutto, lascia inspiegabilmente solo Nuytinck che riapre la gara con un grande goal.

Patric 5,5 – Inzaghi gli concede un’occasione preziosa ma lo spagnolo non la sfrutta granché. Sembra quasi timoroso nel tentare la giocata.

Parolo 6,5 – La prima potenziale occasione da goal parte da un suo traversone. Poco dopo è proprio lui a essere pescato nel centro dell’area ma non impatta bene di testa. Ottima gara in ambedue le fasi.

Badelj 5 – Soffre particolarmente il pressing friulano. Ammonito per un intervento in ritardo.

Luis Alberto 6 – Gli manca ancora il guizzo di fantasia che lo ha reso noto la scorsa stagione. Il goal che sblocca la gara parte comunque da una sua punizione ben calciata.

Lulic 5,5 – Corre per tre ma spesso crea quasi confusione incespicando anche sul pallone. Machis è molto rapido e lo costringe all’ammonizione. Inzaghi lo vuole per il derby e lo sostituisce per evitare ulteriori rischi.

Correa 6,5 – Nel primo tempo qualche accelerazione e poco più. Cresce come tutta la squadra nella ripresa e realizza un goal da grande giocatore. Promosso.

Caicedo 5,5 – Penalizzato da una Lazio poco offensiva, tocca pochi palloni e non si rende mai pericoloso.

Immobile 6 – Entra e la Lazio passa in vantaggio e subito dopo raddoppia chiudendo la gara. Poco altro da segnalare.

Durmisi 5,5 – Entra bene poi a poco a poco evapora dal match, altro cartellino giallo dopo quello di Empoli.

Bastos 5,5 – Incerto e fin troppo irruento quando commette un brutto fallo in una zona del campo inutile.

Pagelle a cura di Santo Naselli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy