Pagelle Spal – Udinese 3 – 2: Rizzo regala la prima gioia ai ferraresi! – Voti Fantacalcio

Doppio vantaggio della Spal con Borriello, 12 gol segnati in A con 12 squadre diverse, e Lazzari. Rimonta dell’Udinese con Nuytinck e Thereau. Nel finale un bel gol di Rizzo regala i tre punti alla Spal.

di Voti Fantamagazine

Dopo 49 anni ritorna a giocarsi una partita di Serie A allo Stadio Paolo Mazza in Ferrara e meglio non poteva andare per la squadra di casa. Una partita al cardiopalma. Il primo tempo parte in sordina, con le due squadre che si osservano, si studiano, fino al gol di un impeccabile Marco Borriello. Da quel momento comincia il dominio della Spal contro un’Udinese spenta. Il secondo tempo sembra cominciare come è finito il primo, con un gol di Lazzari convalidato grazie al sistema VAR che giudica volontario il tocco all’indietro di Danilo, ma poi la svolta. Prima Nuytinck accorcia le distanze con un colpo di testa e poi Thereau su rigore (anche questo assegnato con l’aiuto del VAR) sembra completare la rimonta, ma, quando ormai sembra che tutto sia destinato a chiudersi con un pareggio, Rizzo, entrato sul finire di partita, segna il gol che fa esplodere lo stadio e la gioia di tutta la tifoseria estense.

PAGELLE SPAL

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Spal

A. Gomis 6 – Nel primo tempo si nota per un’ottima uscita su Thereau, per il resto mai impensierito fino al primo gol dell’Udinese sul quale può poco così come sul rigore del pareggio momentaneo.

Vaisanen 5.5 – Gioca una buona partita fino al minuto 87, quando entra in maniera scomposta dentro l’area su Lasagna causando il rigore del momentaneo pareggio.

Vicari 7 – Un vero leader difensivo che non sbaglia niente. Gioca una partita perfetta con la saggezza e la tranquillità tipica di chi da anni calca i campi di Serie A. Da sottolineare il suo intervento su Lasagna nei minuti di recupero e successivo dribbling che probabilmente impedisce all’Udinese di segnare il terzo gol.

Salamon 6 – Ottimo esordio del nuovo arrivato dalla Sardegna. A lui è affidato il compito d’impostare dalla difesa e fa bene il suo compito, ma senza brillare.

Lazzari 7 – La fascia destra è il suo regno e nessuno sembra poterlo spodestare. Con l’appoggio di Schiattarella generano il panico nella retroguardia bianconera. Il gol, convalidato con l’aiuto del VAR, è la ciliegina sulla torta.

Schiattarella 6.5 – Corre senza mai fermarsi. Presente in copertura, ma non fa mai mancare il suo supporto alle incursioni di Lazzari. A destra nulla possono Samir prima e Pezzella dopo. Unica macchia, l’errore sul corner di Jankto che ha permesso a Nuytick di accorciare le distanze.

Viviani 6.5 – Smista palloni e detta il ritmo del gioco in maniera eccellente, il suo apporto al centrocampo è fondamentale per la squadra spallina.

Mora 7.5 – Dominante. Lotta su ogni pallone come un vero guerriero vichingo e il passaggio a Borriello in occasione del gol che ha sbloccato la partita ne è l’esempio. Nessuno può nulla stasera contro di lui.

Mattiello 6 – Esordisce dal primo minuto a causa del forfait di F. Costa e si fa trovare preparato. Corre avanti e indietro per quella fascia sinistra senza remora e senza sosta. Nel primo tempo è anche molto propositivo, un po’ meno nel secondo tempo.

Floccari 6.5 – Altra grande prestazione del veterano di Vibo Valentia. Si cerca e si trova alla perfezione con il suo nuovo compagno di reparto e lotta su ogni palla, contro tutti.

Borriello 7 – Signore e signori ecco a voi: Marco Borriello. Gli è bastata una settimana per diventare il padrone indiscusso dell’attacco estense e stasera lo ha dimostrato dal primo all’ultimo minuto. Il gol è una piccola perla su cui Scuffet non può nulla.

Schiavon 5.5 – Entra in campo al minuto 74, nel momento peggiore per sostituire il migliore in campo e questo certamente non l’ha aiutato.

Rizzo 7 – Era l’uomo più in forma del precampionato e tutti lo stavano aspettando. Entra al minuto 84, quando l’Udinese sembra intenzionata a voler rovinare la festa della Spal per il ritorno in serie A e segna un gol da cineteca.

Antenucci SV

Pagelle a cura di Giovanni Sichel

PAGELLE UDINESE

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Udinese

Scuffet 6 – Incolpevole sui tre gol, bravo invece quando disinnesca Floccari a tu per tu.

Angella 5 – Viene colpevolmente sorpreso in occasione del gol di Borriello, si lascia sfilare dietro di se l’attaccante con troppa facilità. Male anche sul gol di Rizzo che regala i 3 punti alla Spal.

Danilo 5,5 – Il suo tocco involontario permette, tramite Var, di convalidare il gol di Lazzari. Sfortunato nell’occasione, per il resto disputa una gara onesta.

Nuytinck 6 – Festeggiamenti amari quelli per la prima rete in serie per l’olandese, il suo gol non fa altro che aumentare l’amerezza per la sconfitta.

Samir 5,5 – Delneri ha fretta di mandarlo in campo vista la sua importanza, ma il brasiliano è palesemente ancora in ritardo di condizione. Viene sostituito da Pezzella ad inizio secondo tempo.

De Paul 6 – Quando l’Udinese prova a rendersi pericolosa c’è sicuramente il suo zampino, ma in un grigiore generale può poco.

Fofana 4,5 – Il peggiore in campo, sbaglia una quantità di pallone esagerata, come per Samir anche per lui vale l’attenuante del lungo infortunio.

Hallfredsson 5 – Completamente fuori dalla gara, sempre in ritardo su ogni pallone. Eccede troppo spesso con la foga, come in occasione dell’azione che porta al vantaggio della Spal.

Jankto 5 – L’assist per il gol di Nuytinck non cancella una prestazione ampiamente insufficiente.

Thereau 6 – Gioca a tutto campo, ma in maniera inconcludente. È però glaciale a trasformare dagli 11 metri, due gol in campionato entrambi però inutili ai fini del risultato.

Lasagna 5,5 – Passo indietro rispetto all’esordio con il Chievo, ha il merito di conquistarsi il rigore del momentaneo 2-2.

Pezzella 5,5 – Dovrebbe garantire più spinta rispetto a Samir, ma fatica a trovare spazi concedendone forse qualcuno di troppo in fase difensiva.

Barak 6 – Nei 30 minuti abbondanti concessi da Delneri non fa vedere grandi cose, ma almeno non è dannoso come Hallfredsson il che è sicuramente un pregio.

Perica 6 – Prova a dare un po’ di peso all’attacco, non riuscendo però ad incidere molto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy