Pagelle Spal – Lazio 2-5: poker di Immobile ed è festa biancoceleste! – Voti Fantacalcio

Pagelle Spal – Lazio 2-5: poker di Immobile ed è festa biancoceleste! – Voti Fantacalcio

Luis Alberto apre le danze con una azione solitaria, Antenucci rimedia su rigore, ma poi si scatena Immobile con 4 gol. Sempre Antenucci segna il secondo gol per i padroni di casa.

di Voti Fantamagazine
Immobile Lazio

Al ‘Paolo Mazza’ una straripante Lazio schianta senza mezze misure una Spal impaurita e spesso incapace di costruire gioco. Le 5 reti realizzate soltanto nei primi 45′ ci consegnano una partita scoppiettante fin dai primi minuti, complici anche le amnesie difensive di Vicari e Salamon. A griffare la vittoria laziale sono Luis Alberto e un pokerissimo di Immobile. Del solito Antenucci le due reti spalline, che ammorbidiscono un, comunque, pesante passivo casalingo.

PAGELLE SPAL

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Spal

Gomis 5,5 – Non ha particolari colpe sui gol, ma il passivo è comunque molto pesante: assiste impotente allo show corale della Lazio.

Salamon 5 – Sostituito nell’intervallo, non era in condizioni fisiche ottimali: Immobile gli scivola via liscio come l’olio e non si oppone con il fisico alla finta di Luis Alberto in occasione del vantaggio laziale. Lento ed impacciato.

Vicari 4 – Sbaglia tanto quest’oggi: ha sulla coscienza il secondo e terzo gol biancoceleste.  Nel primo si fa anticipare ingenuamente dal tocco di Luis Alberto; sul secondo si perde completamente l’imbucata di Immobile. Completa la giornataccia rimediando un’ammonizione per un fallo tattico. Bocciato.

Felipe 5 – A partita chiusa Strakosha gli nega il gol, con un gran intervento sulla linea di porta. Tolta questa fiammata, partecipa pienamente al naufragio difensivo spallino con una prestazione molle e poco cattiva. Lascia scorrere in maniera ingenua il pallone del quarto gol ospite. Irriconoscibile

Lazzari 6,5 – Solito dinamismo e polmoni sulla destra, dove riesce senza troppe difficoltà a saltare l’uomo e ribaltare l’azione da difensiva ad offensiva. Dai suoi piedi nascono le due reti di Antenucci, è il migliore tra i centrocampisti quest’oggi.

Schiattarella 5,5 – Prova sempre a ragionare,  mettendo palla a terra e verticalizzando il più delle volte. Non demerita, ma la sua prova rimane insufficiente.

Viviani 5 – Anonimo in mezzo al campo, perde il duello con Leiva e viene sostituito poco dopo l’ora di gioco da Costa. Si fa schiacciare troppo nei primi minuti di partita, abboccando come un pesce alla finta di Luis Alberto. Colpisce un palo direttamente da calcio di punizione: da lui ci si aspetta sempre quel qualcosa in più.

Grassi 5,5 – Regge bene l’urto con gli avversari, proponendosi come di consueto in avanti. Sparisce nella ripresa, anche per via dei ritmi bassi di gioco che non favoriscono i suoi strappi palla al piede.

Mattiello 5 – Concede troppo spazio a Basta in occasione del quarto gol Laziale, lasciandolo libero di calibrare il cross a centro area. Non fa nulla per scrollarsi di dosso quest’errore, neanche col cambio modulo. Periodo no per lui.

Paloschi 5 – Preferito a Floccari: di buono c’è che si guadagna con astuzia il rigore trasformato da Antenucci. Di negativo praticamente tutto il resto, in quanto fatica sia a ricevere palla sia a girarsi verso lo specchio della porta.

Antenucci 6,5 – Prova da vero rapace d’area quest’oggi: non sbaglia dal dischetto quando viene chiamato in causa e, col fiuto del bomber di categoria, si fa trovare al posto giusto e nel momento giusto sulla sciagurata respinta corta di Wallace. Bravo a far salire la squadra, anche quest’oggi, purtroppo, i suoi gol non servono a portare a casa i tre punti.

Rizzo 6 – Si impegna molto e dai suoi piedi nascono diversi pericoli per la Lazio, ma entra quando la gara è già praticamente in ghiaccio. Sufficienza per lo spirito di sacrificio dimostrato.

Costa 6 – Altra nota positiva di giornata: rientra dopo più di un mese d’assenza e, tutto sommato, si disimpegna bene. Serviranno la sua corsa e la sua tecnica per centrare l’obiettivo salvezza.

Bonazzoli s.v.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 6.5 – Partita più impegnativa del previsto per il portiere biancoceleste che forse potrebbe fare di più sul secondo gol spallino, ma che fa una parata miracolosa su Felipe che avrebbe potuto riaprire la partita.

Wallace 5 – Il peggiore in campo per i biancocelesti. Sempre impreciso e insicuro e l’assist per Antenucci ne è una dimostrazione.

De Vrij 6.5 – Tra i difensori è sicuramente il migliore. Sempre perfetto in copertura, è decisivo nel primo tempo, sull’1-2, contro Paloschi.

Radu 6 – Incolpevole in entrambe le azioni dei gol della Spal, gioca una partita accorta e precisa. Unico, insieme a De Vrij, a salvarsi nella difesa biancoceleste. Esce per un leggero affaticamento muscolare.

Basta 5.5 – Fornisce un assist bellissimo per Ciro Immobile, ma il fallo in area era assolutamente evitabile. Per il resto controlla abbastanza bene la fascia contro Mattiello nel primo tempo, ma soffre l’ingresso prima di Rizzo e poi di Costa.

Parolo 6 – Tanta corsa per il capitano della Lazio, ma anche qualche errore di troppo, sia sottoporta – tirando addosso ai difensori biancoazzurri a portiere battuto – sia in fase difensiva, con un fallo al limite dell’area assolutamente da evitare.

Lucas Leiva 6.5 – In assoluto controllo, l’ex Liverpool, non va mai in difficoltà e fornisce una buona prestazione.

Milinkovic-Savic 7 – Ogni volta che il serbo ha la palla sui piedi per la difesa ferrarese è un pericolo. L’assist per Immobile è di una precisione assoluta.

Lukaku 7 – Scende in campo con qualche problemino fisico, ma non sembra influenzarlo in alcun modo. Corre avanti e indietro per 90′ minuti, proponendosi in avanti anche a risultato acquisito, facendo respirare i suoi.

Luis Alberto 7.5 – In assoluto stato di grazia, con il pallone fa quello che vuole e l’azione del gol ne è la prova: stop, finta di suola, doppio dribbling e gol.

Immobile 9 – La partita perfetta e non solo per i quattro, splendidi, gol. Insegue gli avversari fino al limite della sua area e dialoga sempre con i compagni: incontenibile.

Felipe Anderson 6 – Entra a risultato acquisito e non ha molte occasioni per farsi vedere.

Luiz Felipe 6 – Entra quando la Lazio ha già segnato il quinto gol e lascia il pallino del gioco alla Spal, ma non sbaglia quasi niente.

Lulic 6 – Entra per portare energie fresche e meglio contenere la disperata rappresaglia ferrarese.

Pagelle a cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy