Pagelle Sampdoria – Spal: Linetty e Defrel rispondono a Paloschi! – Voti Fantacalcio

Pagelle Sampdoria – Spal: Linetty e Defrel rispondono a Paloschi! – Voti Fantacalcio

La Spal offende trovando il vantaggio con Paloschi, alla prima da titolare, ma la Sampdoria risponde prima con Linetty e poi chiude l’incontro con Defrel.

di Voti Fantamagazine

In una ventosa serata autunnale, la Samp supera di misura la squadra di Semplici con una prestazione decisamente meno brillante rispetto al solito. Dopo il vantaggio di Paloschi, agevolato da un evidente errore di Audero, la Samp trova subito il pareggio grazie ad un potente sinistro di Linetty servito da Quagliarella. Nella ripresa è ancora il numero 27 blucerchiato a servire il pallone del definitivo vantaggio a Defrel che giunge così al quinto centro personale. Finale convulso, con i ferraresi alla ricerca del gol del pari, ma il risultato non cambia e la Samp conquista i 3 punti.

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Sampdoria

Audero 5 – L’errore sul vantaggio spallino è veramente grossolano, poteva costare caro ed incide pesantemente sul giudizio. Per il resto della partita non deve fare gli straordinari per difendere il risultato.

Bereszynski 5,5 – Senza infamia e senza lode. Spinge poco sulla fascia e si limita al compitino.

Tonelli 6,5 – Si riprende una maglia da titolare dopo il turnover di Cagliari. Di testa sono tutte sue. Il più solido e autoritario della difesa blucerchiata.

Andersen 6,5 – Un’altra prestazione sicura al centro della difesa. Non concede quasi nulla agli attaccanti avversari.

Murru 6 – Da punto debole a punto fermo della squadra. Non fa cose eccezionali ma gioca con tranquillità e semplicità, guadagnandosi la sufficienza.

Barreto 6,5 – Inizio vivace, con un’occasione nei primi minuti e una costante partecipazione alle trame offensive. Col passare dei minuti arretra il raggio d’azione e bada perlopiù al sodo.

Ekdal 5,5 – Orchestra i movimenti dei compagni davanti alla difesa, ma stavolta va più di una volta in affanno. Fa il suo, ma a fatica.

Linetty 7 – Dopo un inizio in sordina, lascia la sua prima traccia sul match con un bellissimo sinistro al volo che supera Gomis e rimette la partita in equilibrio. Per il resto si muove molto e cerca di dare un buon contributo in entrambe le fasi di gioco.

Praet 5 – Numero 10 sulle spalle e posizione da trequartista. Gli infortuni e la scarsa condizione di Ramirez concedono al belga una nuova chance nel ruolo che ama di più. Giampaolo però da sempre lo vede mezzala e probabilmente ha ragione. Dennis non riesce mai a sfondare per vie centrali, appare timido tra le linee e tende ad allargarsi. Tanti errori e poca incisività. Deve ritrovare una condizione fisica accettabile.

Defrel 7 – Nonostante le stia giocando tutte, appare vivace e scattante come sempre. Stavolta segna un gol semplice da attaccante d’area, ma è  già il quinto sigillo in campionato e a Roma qualcuno si starà mangiando le mani.

Quagliarella 7 – Nella scorsa stagione risolse da solo la contesa con una doppietta in pieno recupero. Stavolta invece impreziosisce la sua prestazione con due assist altrettanto pesanti. Meno mobile di Defrel, ma sempre pericoloso.

Caprari 5,5 – Entra per far rifiatare Defrel, ma fa fatica a tenere palla mettendo in difficoltà il centrocampo.

Kownacki 5,5 – Forse è ancora condizionato dall’errore dal dischetto di Cagliari. Ci mette foga, ma è impreciso e perde diversi palloni.

Jankto s.v. – Solo scampoli di partita per quello che è l’autentico oggetto misterioso di questo inizio di stagione.

Pagelle a cura di Paolo Muzio

PAGELLE SPAL

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Spal

Gomis 6,5 – Nonostante i due gol subiti – su cui non ha colpe – quella di oggi è una grande prestazione. Al di là di qualche incertezza con i piedi nel primo tempo, i suoi interventi sono fondamentali per mantenere in partita i suoi.

Cionek 5,5 – Partita complicata da giudicare quella del centrale polacco: alterna ottimi interventi, alcuni anche fondamentali, a disattenzioni non da lui. Alla fine scegliamo di punirlo perché le due volte che si perde Quagliarella sono letali (anche se la seconda volta il gol non viene convalidato per fuorigioco).

Djourou 6 – Il migliore fra i suoi dietro. Solido e sicuro, nel primo tempo risolve alcune situazioni spinose in fase di costruzione. Nel secondo tempo soffre come tutta la squadra le fiammate doriane, ma lui non sbaglia molto.

Felipe 5,5 – Altra partita altalenante per l’italo-brasiliano. Un buon primo tempo prima, ma un secondo tempo troppo sottotono. Non è esente da colpe sul secondo gol.

Lazzari 6,5 – Una certezza assoluta con le sue cavalcate lungo tutta la fascia. Murru non riesce praticamente mai a fermarlo ed il gol nasce da un errore di Audero su un suo tiro da fuori area.

Everton Luiz 5,5 – Dura 65 minuti la partita del centrocampista spallino, 65 minuti di tanta corsa e tante randellate a centrocampo, rischiando qualcosa di troppo.

Schiattarella 6 – Buona prestazione per il centrocampista in cabina di regia. Ci mette il suo con la solita grinta che lo contraddistingue. Il riposo del turno infrasettimanale gli fa bene perché arriva fino in fondo molto lucido.

Valoti 6,5 – Buona la prima per l’ex Hellas che fa vedere di avere tanta fame ed ottima qualità. Ottimi gli inserimenti così come le giocate a pescare i compagni. Nel primo tempo va anche vicino al gol.

F. Costa 6 – Non spinge tantissimo, del resto la Spal attacca tantissimo sull’altra corsia, ma non sbaglia praticamente nulla. Sufficienza meritata.

Petagna 6 – Dopo un primo tempo altalenante, nel secondo si vede di più con diverse conclusioni in porta pericolose. Solo Audero gli nega la gioia del gol.

Paloschi 6,5 – Una partita titolare, un gol per Alberto Paloschi che sfrutta la sua qualità migliore: essere un predatore d’area. Non c’è niente da fare contro il suo istinto per le difese avversarie.

Missiroli 6 – Entra al posto di Everton Luiz e la differenza si vede subito. Con la sua qualità porta maggior equilibrio al centrocampo anche se non basta alla sua squadra.

Fares 6 – Entra per giocare gli ultimi 20 minuti in un ruolo non proprio suo. Ci mette tutta la sua velocità, ma solo quello.

Antenucci SV

Pagelle a cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy