Pagelle Milan – Spal 2-0: Rodriguez e Kessiè consegnano al Milan una vittoria ”di rigore” – Voti Fantacalcio

Decisivi i due rigori trasformati da Rodriguez e Kessie. Rossoneri in palla, biancazzurri poco intraprendenti.

di Voti Fantamagazine
Ricardo Rodriguez Milan

Seconda vittoria consecutiva per il Milan, che a San Siro si impone per 2-0 sulla Spal. Decidono la gara, con un gol per tempo, i rigori trasformati con freddezza da Rodriguez prima e  poi. Biancazzurri contratti in diverse fasi del match ed eccessivamente disattenti in fase difensiva.

PAGELLE MILAN

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Milan

G. Donnarumma 6 – Spettatore non pagante, si consola con la porta inviolata.

Zapata 6 – Poco sollecitato, ordinaria amministrazione.

Bonucci 6,5 – Guida la difesa come meglio non si potrebbe. Salva sulla linea quello che sarebbe stato il gol del momentaneo pareggio.

Romagnoli 6 – Non è al meglio e si vede: qualche imprecisione, ma comunque sufficiente.

Abate 6 – Ritorno alle origini per lui. Sfiora anche il gol.

Kessie 7 – Il solito leone in mezzo al campo: guadagna il  secondo calcio di rigore e lo trasforma con personalità.

Biglia 6,5 – Da geometrie al centrocampo rossonero. Indispensabile il suo apporto.

Calhanoglu 6 – Non bene come le altre volte, ma sufficiente. Poteva fare di più.

Rodriguez 7 – Monopolizza la fascia sinistra. Ci mette il suo zampino nell’azione che causa il rigore del vantaggio, da lui stesso segnato con freddezza.

Silva 5,5 – Non incide, troppo evanescente e troppi errori in fase offensiva.

Kalinic 6 – Gara non brillante, si guadagna con furbizia il primo dei due calci di rigore assegnati.

Suso 5,5 – Non incide. Deve ancora calarsi nella sua nuova dimensione.

Bonaventura S.V.

Locatelli S.V.

A cura di Ciro Brancone

PAGELLE SPAL

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Spal

Gomis 5.5 – Il portiere senegalese fa un paio di ottimi interventi, soprattutto uno su Abate nel primo tempo. Non può nulla sui due rigori, ma è davvero sciocco il fallo con cui atterra Kalinic nel primo rigore.

Salamon 5.5 – Altra prestazione discreta per l’ex Cagliari che copre abbastanza bene gli spazi ma commette una grave sbavatura sul tiro di Rodriguez, sulla quale respinta nasce il primo calcio di rigore.

Vicari 6 – Una delle poche note positive è che sembra essere tornato il difensore sicuro e pulito apprezzato nelle prime uscite: peccato, però, che questo non basti ad evitare i due rigori.

Felipe 5.5 – Buona prestazione nel primo tempo, dove fornisce sicurezza ad un reparto un po’ troppo ballerino nelle ultime uscite. È grave il suo errore sul secondo rigore che regala il 2-0 alla squadra di Montella. Esce per far spazio a Schiavon.

Lazzari 6 – Questo ragazzo sta veramente facendo la differenza in una squadra che ha un po’ perso la rotta. Corre più di tutti e crea più di tutti. Le azioni pericolose del primo tempo vengono quasi tutte dai suoi piedi. Nel secondo tempo soffre un po’ la fatica, ma non rinuncia mai a lanciarsi sulla fascia alla ricerca della giocata giusta.

Mora 5 – E’ il fantasma di se stesso. Non riesce ad incidere e non combatte, passeggia per il campo forse più alla ricerca di se stesso che altro.

Viviani 5.5 – Bene a centrocampo, forse dei centrali è il migliore, ma troppi errori in fase d’impostazione e sui calci piazzati. Da lui ci si aspetta un rendimento decisamente diverso

Grassi 5.5 – Gioca dal primo minuto al posto di Schiattarella, ma non incide come ha fatto il compagno fino ad oggi e si vede dall’intesa non perfetta con Lazzari sul binario di destra. Esce al 57′ proprio per Schiattarella.

Mattiello 5 – Soffre tantissimo le incursioni di Abate e Kessie, ma cerca di tenere botta più che può senza il sostegno di Mora a centrocampo.

Antenucci 6 – Alla prima da titolare in questa stagione, si trova a giocare una partita non facile che però interpreta abbastanza bene. Non è sostenuto dai compagni, ma, come Lazzari, sembra essere l’unico a volerci provare veramente.

Paloschi 5 – Come al solito parte voglioso di riprendersi, di spaccare il mondo e confeziona la prima occasione della partita. Si spegne e naufraga insieme al resto della squadra durante i secondi 45′.

Schiattarella 5.5 – Entra al 57′ per sostituire Grassi e dare maggior aggressività e sicurezza al centrocampo, non riuscendoci appieno. Troppi errori e troppe palle perse permettono al Milan di ripartire.

Borriello 5.5 – Sostituisce Paloschi al minuto 63. Dovrebbe dare una scossa e far cambiare il ritmo della partita, ma finisce per perdersi. Da un giocatore d’esperienza come lui, sulla linea del fuorigioco milanista, ci si aspetta decisamente di più.

Schiavon 5.5 – Entra al 70’e ci mette tanta grinta, ma solo questa non può bastare ad una Spal impaurita.

A cura di Giovanni Sichel

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy