Pagelle Milan – Fiorentina 5-1: Cutrone ispirato, viola non pervenuti – Voti Fantacalcio

Pagelle Milan – Fiorentina 5-1: Cutrone ispirato, viola non pervenuti – Voti Fantacalcio

Rossoneri che vincono e convincono, centrando l’obiettivo di inizio stagione. Fiorentina mai realmente in partita

di Voti Fantamagazine

Il Milan conquista il sesto posto ed evita i preliminari di Europa League grazie ai tre punti ottenuti contro la Fiorentina, battuta 5-1. Ad aprire le danze è, a sorpresa, Simeone, ma già nel primo tempo ribaltano la contesa Calhanoglu e Cutrone. Nella ripresa arrivano poi le reti di Kalinic, Cutrone (doppietta per lui) e Bonaventura.

PAGELLE MILAN

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Milan

Donnarumma 6 – Incolpevole sul gol. Per il resto zero sbavature in una gara in cui non è stato chiamato a compiere grandi interventi.

Calabria 6.5 – Buon approccio, chiude la stagione con una prova discreta.

Bonucci 5 – In generale molto bene. Influisce sulla sua prestazione l’errore in disimpegno che ha portato alla rete di Simeone.

Romagnoli 6.5 – Ennesima prova superlativa per il centrale difensivo, anche oggi impeccabile.

Rodriguez 5.5 – Sorpreso da Simeone in occasione della rete dei gigliati, poteva sicuramente fare meglio.

Kessié 6.5 – Dinamicità e fisicità a servizio del centrocampo rossonero. Peccato solo che non sia arrivato il gol.

Locatelli 6 – Ordinato in cabina di regia, bene nelle due fasi di gioco. Sufficiente.

Bonaventura 7 – Suo il quinto gol dei rossoneri: l’intesa sulla sinistra con Calhanoglu è ottima, il turco è ispirato e di conseguenza anche l’ex Atalanta offre una prova discreta.

Cutrone 7.5 – Chiude la sua prima stagione in prima squadra con una doppietta. È letale anche partendo dall’esterno.

Kalinic 7 – Tanto lavoro sporco, la sua è una prestazione molto buona, coronata dal gol del momentaneo 3-1.

Calhanoglu 8 – Genio e sregolatezza di questo Milan, quattro delle cinque reti rossonere partono dai suoi piedi. Per il turco un gol (il primo in Italia su punizione) e due assist.

Silva 5.5 – Il contesto di gara non lo favorisce, ma quel gol divorato davanti il portiere avversario gli costa la sufficienza.

Antonelli s.v.

Torrasi s.v.

Pagelle a cura di Ciro Brancone

PAGELLE FIORENTINA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Sportiello 5 – Vuoi per cali di  concentrazione, vuoi per poca propensione alla gestione del possesso, quando deve trattare la palla coi piedi proprio non riesce a trasmettere sicurezza. Decisamente meglio nei frangenti in cui utilizza l’istinto che, però, gli fa scegliere male la posizione in occasione del fendente beffardo di Calhanoglu.
Milenkovic 4,5 – D’indole prettamente battagliera, si presta al ruolo di scudo umano quando neutralizza la conclusione di Bonaventura. Continua a commettere errori di posizione dovuti, forse, alla poca esperienza. Sul finale si lascia palesemente travolgere dalla furia rossonera.
Pezzella 4,5 – Le migliori azioni offensive del Milan sfociano grazie alle sue insicurezze. Fragile come in quella disastrosa gara con la Sampdoria, si perde Cutrone più volte ed offre al Milan la possibilità di godere di buoni piazzati.
V. Hugo 6 – Kalinic è ampiamente controllato dai suoi due compagni di reparto, fa sue tutte le palle alte ma, troppo spesso, arriva in ritardo a raddoppiare sugli esterni. Sostituito anzitempo per infortunio.
Biraghi 5 – La precisione non è quella delle giornate migliori: frettoloso e poco convinto, non si fa mai vedere concretamente con sovrapposizioni che avrebbero garantito ampiezza alla squadra.
Cristoforo 5 – Montagne russe: parte male, dopo il gol di Simeone cresce e prende in mano le redini della squadra, nella ripresa cala talmente tanto da eclissarsi. Sopraffatto.
Dabo 6 – Quando si decentra per andare a sinistra, crea spesso grattacapi alla mediana rossonera. Recupera una mole ingente di preziosi palloni utili a far ripartire con pericolosità la compagine gigliata. Nel gol di Simeone c’è anche il suo zampino. Proficuo.
Benassi 5 – Lavora senza lesinare energie, certo, ma quando si tratta di offendere non riesce più a giocare con la giusta cattiveria. La palla tra i piedi sembra scottargli ed è un guaio per una mezzala dalle sue caratteristiche.
Saponara 5 – Assennato nella gestione del possesso, cerca di far girare la palla sempre in modo sicuro e pulito. Nonostante ciò, oggi sembra  totalmente mancargli quel piglio che spesso permette alla squadra di alzare il ritmo.
Chiesa 6 – Il filtrante con cui manda in porta Simeone certifica la sua grandissima visione di gioco. Se si esclude questa brillante giocata estemporanea, però, la sua prestazione è sicuramente opaca, in linea con quelle delle recenti uscite.
Simeone 7 – Lavora tantissimo in fase di pressing, non è una novità. Mette a segno il quattordicesimo gol stagionale ma, ultimamente, dà l’impressione di essere finalmente diventato più “rapace d’area” e meno “punta operaia poco prolifica”: questa sì, è una novità interessante anche in vista della prossima stagione.
Olivera 5 – A conti fatti, il suo ingresso ha spostato l’equilibrio della squadra facendo sì che il Milan prendesse il sopravvento. Vittima delle circostanze, naufraga insieme al resto della squadra.
Dragowski 5 – Pronti-via, si ritrova a raccogliere in rete il gol dell’ex Kalinic subito dopo aver rilevato un disattento Sportiello. Bravo nel lanciarsi prontamente sul colpo di testa di Cutrone, avrebbe forse potuto respingerlo meglio. In occasione del gol di Bonaventura combina la frittata e getta alle ortiche una chance di mettersi in mostra in un momento “no” di Sportiello.
Bruno Gaspar 5 – Rileva Pezzella nella ripresa e, per quanto ci provi, la Fiorentina è ormai in balìa della furia rossonera. Non evita guai peggiori.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy