Pagelle Lazio – Napoli 1-4: trionfo del Napoli contro la Lazio! – Voti Fantacalcio

In questa 5a giornata del campionato di Serie A va in scena, allo Stadio Olimpico, il match fra la squadra di Simone Inzaghi e quella di Maurizio Sarri. Il primo tempo va alla squadra biancoceleste, con un gol di De Vrij, ma il secondo a quella partenopea che vince ai punti grazie ai gol di Koulibaly, Jorginho, Callejon e Mertens.

di Voti Fantamagazine

Partita a due facce quella tra Lazio e Napoli. Primo tempo in tinta biancoceleste, con il vantaggio targato Stefan De Vrij. Proprio l’uscita dal campo del centrale olandese causa il ribaltamento del risultato da parte della squadra di Sarri, con le reti di Koulibaly, Callejon, Mertens e Jorginho. Da rivedere la condizione atletica della squadra di Inzaghi, vittima di ben tre infortuni muscolari.

PAGELLE LAZIO

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 6.5 – Dopo una bella parata su una conclusione impegnativa di Mertens, si supera con una grande prodezza su Callejon. Qualche colpa sul capolavoro di Mertens, non sugli altri gol.

Bastos 6 – Vince il duello con Insigne per i primi 20 minuti, per poi arrendersi ad un infortunio muscolare.

De Vrij 7 – Sontuoso in fase difensiva con le sue eccellente lavoro in copertura, si rende anche decisivo con la rete dell’ 1-0. Esce al 45′ per infortunio.

Radu 5,5 – Contiene bene i numerosi inserimenti di Callejon e le sgroppate di Allan nel primo tempo, crolla nella ripresa.

Basta 5,5 – Dopo 20 minuti di spinta sulla fascia destra, si sposta tra i centrali di difesa causa infortunio di Bastos, reggendo bene il confrondo con un avversario ostico come Insigne. Nel secondo tempo affonda con il resto della squadra, per poi uscire infortunato.

Lucas Leiva 5 – Il meno appariscente del centrocampo biancoceleste. Inizalmente lavora bene davanti la difesa, commettendo pochi errori e cercando sempre la giocata semplice. Scompare nel secondo tempo, con il Napoli che fa quello che vuole a centrocampo.

Parolo 5,5 – Tanta corsa per il centrocampista laziale, recupera diversi palloni e si rende propositivo in fase d’impostazione. Come il resto della squadra, però, non scende in campo nel secondo tempo.

Lulic 6 – Il capitano della Lazio unisce corsa e copertura sulla fascia sinistra, dove il Napoli attacca poco.

Luis Alberto 6 – Sembra davvero un altro giocatore rispetto alla passata stagione: grandi giocate da trequartista puro fanno ammattire la retroguardia azzurra. Si spegne nella ripresa e non riesce più a rendersi pericoloso.

Milinkovic 6 – Vero fuoriclasse della squadra, crea giocate di altissimo livello e mette in grande difficoltà la difesa del Napoli. Cala nel secondo tempo e viene sostituito.

Immobile 6,5 – Partita di grande sacrificio per lui: aiuta la squadra lottando come un leone ed arretrando per aiutare i compagni in fase d’impostazione. Fornisce anche l’assist sull’ 1-0 con un’ azione fantastica.

Marusic 6 – Entra al 20′ per sostituire Bastos, soffre un po’ la catena di sinistra del Napoli, ma fornisce una prestazione tutto sommato sufficiente, considerando anche il valore deglj avversari.

Murgia 5,5 – Qualche inserimento pericoloso per lui, viene però sopraffatto dai centrocampisti azzurri.

Lukaku 6 – Tanta corsa per l’esterno belga, non riesce a sfruttarla per rendersi pericoloso.

PAGELLE NAPOLI

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Napoli

Reina 5,5 – Poteva fare di più in occasione del vantaggio laziale, ma le colpe principali non sono le sue.

Maggio 6,5 – La mossa a sorpresa di Mr Sarri che ormai mostra di fidarsi sempre più di lui venendi ripagato da una prestazione ordinata ed attenta.

Albiol 6,5 – Nel primo tempo, come tutta la squadra, ha sofferto la maggiore verve laziale con un Immobile in grande spolvero. Nel secondo tempo la sua prestazione sale di tono permettendogli di strappare la sufficienza. Solo una grande parata di Strakosha gli nega il gol del pareggio per i suoi poi segnato in tap in da Koulibaly.

Koulibaly 7 – Nel primo tempo Immobile e compagni hanno fatto venire il mal di testa a tutta la squadra azzurra, ma il gigante senegalese ha il merito di non aver perso la bussola sfoderando una buona prestazione, diventata ottima nel secondo quando ha avuto il merito di aver annullato Immobile e segnato il gol del pareggio.

Ghoulam 6 – Dopo la grande prestazione sfoderata contro il Benevento l’algerino oggi si è limitato al compitino, meritando comunque la sufficienza.

Allan 6 – Il centrocampista più in forma del Napoli oggi ha garantito la solita corsa ma non la stessa qualità cui ultimamente ci aveva abituato. La sua prestazione oggi è stata comunque sufficiente.

Jorginho 5,5 – Il peggiore degli azzurri, male sia nel primo tempo, quando il Napoli ha sofferto, che nel secondo, quando gli azzurri hanno sovrastato gli avversari vincendo la partita. Mezzo punto in più per il rigore.

Hamsik 6,5 – Il Capitano pian pianino si sta ritrovando. Dopo i segnali di ripresa dati contro il Benevento oggi lo slovacco era l’uomo più atteso e, dopo un pessimo primo tempo, suo e dei compagni, è salito di tono nel secondo regalando a Callejon l’assist per il gol del vantaggio azzurro.

Callejon 7 – Dopo aver sonnecchiato durante tutto il primo tempo divorandosi incredibilmente il gol del pareggio negato da un miracolo di Strakosha, si è svegliato nel secondo segnando il gol del vantaggio azzurro.

Mertens 7 – Anche oggi l’animale è stato sfamato. Incredibile la rete segnata con un gesto tecnico che meriterebbe la standing ovation di tutto l’Olimpico. Ormai ha il senso del gol e la fame dei migliori centravanti del mondo, buon per Jorginho che in occasione del rigore il belga fosse già uscito….

Insigne 6,5 – Altra buona prestazione del talento di Frattamaggiore che pur non regalando assist o gol ha disputato un buon secondo tempo, dopo una prima frazione di gioco inguardabile, sua e di tutti i compagni. La sua importanza per questa squadra è testimoniata anche dal profondo ripiegamento difensivo su Ciro Immobile nel finale di partita. Vero uomo ovunque degli azzurri.

Zielinski 6 – Entrato per far rifiatare capitan Hamsik quando ormai la partita era conclusa e i ritmi blandi, di conseguenza ha avuto poche occasioni per mettersi in mostra. Suo comunque il merito di essersi guadagnato il rigore del 4 a 1 finale.

Milik S.V.

Rog S.V.

Pagelle a cura di Francesco Sperlì

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy