Pagelle Lazio – Juventus 0-1: Dybala al 93′ e la Juventus espugna l’Olimpico! – Voti Fantamagazine

La Juventus di Massimiliano Allegri batte la Lazio di Simone Inzaghi grazie ad una magia di Dybala nei minuti finali del secondo tempo.

di Voti Fantamagazine

All’Olimpico di Roma va in scena uno dei 3 big match della giornata di campionato. La Juventus si aggiudica una partita ruvida e difficile che non ha visto eccellere nessuna delle due squadre ma riesce a spuntarla grazie a un capolavoro del ritrovato Dybala.

PAGELLE LAZIO

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Lazio

Strakosha 6 – Nel primo lo impegnano solo i suoi compagni con qualche retropassaggio su cui si fa trovare pronto. Nel secondo tempo esce facile sul cross di Lichtsteiner e non può nulla sul gol.

Luiz Felipe 6,5 – Si becca un’ammonizione per un intervento su Mandzukic al 29′, ma è sempre attento e tiene a bada Dybala, che non sembra in giornata. Sempre molto attento. Nel primo tempo dialoga con Lulic, sovrapponendosi e consentendo al capitano della Lazio di crossare senza essere pressato. Mandzukic quando si trova dalle sue parti non passa mai.

De Vrij 6,5 – Si vede più nel primo tempo, attento, ordinato e preciso. Idem nel secondo, nel quale rimedia anche ad un errore di Lucas Leiva che perde pericolosamente palla a centrocampo.

Radu 6,5 – Molto ordinato e sempre in anticipo, ma quando entra Douglas Costa lo impegna di più, costringendolo al fallo.

Lukaku 6 – Spinge bene con costanza, anche se comincia ad incidere nel secondo tempo. Per fortuna Banti annulla il suo goffo autogol. Nelle fasi iniziali del secondo tempo ruba una bella palla sulla fascia innescando una pericolosa azione vanificata da Parolo.

Lucas Leiva 6 – Ottimo in fase di gestione della palla e di interdizione, ma dentro l’area si fa notare in negativo. La Juve reclama infatti un rigore su Dybala, che Benatia restituisce nel secondo tempo entrandogli scomposto, ma per entrambi né Banti né la VAR intervengono. In area si perde prima Mandzukic che spedisce alto, poi Khedira che da ottima posizione non riesce a segnare in un’area molto affollata. Quando però ha il possesso, le sue doti risplendono: al 20′ grandissimo lancio di 50 metri per Milinkovic-Savic, che entra in area ma perde palla sul fondo. Salvato da De Vrij su una palla che perde clamorosamente.

Parolo 5 – Un po’ lento e spesso in ritardo per tutto il match, in area non è pericoloso come spesso ci ha abituati. Dopo un grande recupero sulla fascia di Lukaku, cerca Lulic ma il passaggio è talmente fiacco da essere intercettato da Asamoah. Sul gol di Dybala è disastroso, cerca di fermarlo con un fallo ma Dybala tira fuori il coniglio dal cappello.

Milinkovic-Savic 6 – Da segni della sua capacità di dominio nel primo tempo, chiedere a Matuidi che è costretto al fallo per fermarlo. Al solito un paio di belle percussioni, ma non sfrutta un bel lancio di Lucas Leiva. Risulta comunque il più pericoloso impegnando Buffon con un ottimo colpo di testa. Nel secondo tempo è meno costante e si trova spesso fuori dal gioco, ma tira fuori giocate di ottima qualità. Da un giocatore decisivo ed importante, ci si aspetta di più nelle sfide di questo livello.

Lulic 6 – Comincia aggressivo e compie delle ottime chiusure, ma a destra è impreciso e un po’ compassato. Al cross da rivedere, il destro non è il suo piede ma anche il sinistro non gira. Nel secondo tempo si riprende un po’, soprattutto in fase di spinta, ma non basta. Esce al 88′ per Murgia.

Luiz Alberto 6 – Comincia in sordina, ma al 20′ doppio cross su cui, nel secondo, si avventa Milinkovic-Savic che colpisce di testa impegnando Buffon. Neanche tre minuti e Buffon lo impegna lui, direttamente da calcio d’angolo. Altri tre minuti e si fa ammonire. Prima di lasciare spazio a Felipe Anderson al 70′, ottimo passaggio filtrante per Immobile, che si lamenta perchè effettuato troppo presto.

Immobile 5,5 – Comincia bene, si rende pericoloso con un paio di belle azioni sulla fascia, sulla seconda delle fa esplodere un tiro insidioso sul quale Buffon deve deviare in angolo. Da quel momento lotta ed è il protagonista del pressing dei primi minuti del secondo tempo. Si interstardisce in alcune azioni personali, ma niente da segnalare fino al momento in cui Caicedo lo rileva.

Felipe Anderson 6 – Entrato al 70′ per Luis Alberto, cerca di innescare un Caicedo freschissimo ma la palla è lunga e Rugani copre bene. Continua a sprazzi, ma sono di qualità, come quando mette una palla in area che Parolo non sfrutta.

Caicedo: S.V.

Murgia: S.V.

A cura di Claudio Podda

PAGELLE JUVENTUS

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Juventus

Buffon 6 – Attento sul colpo di testa di Milinkovic nel primo tempo, l’unico intervento che è costretto a fare durante i 90 minuti.

Lichtsteiner 6 – Ex non tanto amato dai tifosi biancocelesti, prestazione tipica dello svizzero negli ultimi anni, poca spinta ma grande attenzione difensiva nonostante il ritorno nel centrocampo a 5 di contiana memoria.

Barzagli 6,5 – Torna a fare il centrale destro in una difesa a 3, come sempre nonostante l’età la risposta è ottima disputando un’ottima partita contro un grande attacco come quello della Lazio.

Rugani 6,5 – Grande passo avanti del giovane difensore bianconero, schierato titolare in un incontro tutt’altro che semplice guida bene la difesa e regge alla grande Immobile, prendendosi addirittura qualche responsabilità in fase di impostazione.

Benatia 6 – A volte troppo irruento, rischia di rovinare una buona gara alzando inutilmente la gamba in area di rigore. Non demerita affatto, ma ha seriamente rischiato di compromettere il risultato.

Asamoah 6 – Attento a difendere, quasi non supera la metà campo però quando la Juve prova ad attaccare. Fa il compitino e nulla di più.

Khedira 6 – La partita si gioca prevalentemente a centrocampo e lui non si sottrae dalla lotta contro i centrocampisti biancocelesti. Poco appariscente ma tremendamente utile in partite ruvide come questa.

Pjanic 5,5 – Ingabbiato dagli avversari, non è libero di impostare come sa e si estranea spesso dal gioco. Ultimamente impreciso sui calci piazzati.

Matuidi 6 – Prova a offrire dinamismo a una squadra che oggi ne avrebbe avuto veramente bisogno, fisicamente non è al top, ma al momento Allegri non può rinunciare a lui.

Dybala 6,5 – Come valutare una partita del genere, fino al 92′ il voto era pienamente insufficiente, eppure il calcio ogni volta ci mostra tutta la sua bellezza, bellezza espressa dal gol dell’argentino, che decide una partita difficilissima e regala 3 punti che pesano quanto l’intero stadio Olimpico. La definizione di campione oggi l’ha data Paulo Dybala.

Mandzukic 5,5 – Non in gran forma per un problema muscolare, torna a fare la punta insieme a Dybala nel 3-5-2 che due anni fa ha rialzato la Juventus. Partita come sempre generosa ma senza mai risultare pericoloso, da prima punta ormai non rende più.

Douglas Costa 6,5 – Ingresso decisivo, dà quella velocità ed imprevedibilità che permette alla Juve di iniziare ad attaccare e metà secondo tempo. Non partecipa al gol, ma è decisivo nello svegliare i compagni.

Alex Sandro 6 – Come Douglas Costa entra e la Juventus cambia. Meno appariscente del compagno ma comunque un ingresso positivo quello del brasiliano.

Sturaro S.V.

A cura di Luca Furfaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy