Pagelle Juventus – Genoa 4-0: la Juventus strapazza il Genoa e vendica l’andata

Con i gol di Dybala, Mandzukic, Bonucci e l’autogol di Munoz, la Juventus batte il Genoa e si avvicina sempre di più verso lo scudetto.

di Voti Fantamagazine

Allo Stadium finisce 4 – 0 tra Juventus e Genoa. Padroni di casa che chiudono subito la pratica nel primo tempo sbloccando l’incontro prima con un autogol di Munoz e poi raddoppiando, pochi minuti dopo, con Dybala. Mandzukic e Bonucci arrotondano la vittoria in un match mai in discussione. Successo che permette agli uomini di Allegri di mantenere, a cinque giornate dal termine, almeno invariato il distacco dalla seconda in classifica in campionato, facendo un ulteriore e decisivo passo per la conquista del titolo.

PAGELLE JUVENTUS

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Juventus

Neto 6 – Non deve mai compiere interventi degni di nota. Spettatore non pagante.

Barzagli 6 – In quella che doveva essere una difesa a tre si trova invece a dover interpretare il ruolo del terzino destro. Copre la zona con esperienza nonostante la maggior velocità dei diretti avversari.

Bonucci 7,5 – Dopo gli elogi della stampa spagnola ritorna a comandare la difesa anche in campionato. Si francobolla a chiunque provi a dirigersi in porta e supporta con lanci in profondità le ripartenze della squadra. Sigla la quarta rete con una pregevole conclusione dopo un azione personale.

Benatia 6,5 – Riproposto nello scacchiere di partenza disputa un match senza sbavature. Puntuale in anticipo e abile nell’ostruire i tentativi di cross verso l’interno che annullano le velleità genoane.

Lichtsteiner 6 – Alto sulla linea dei centrocampisti contribuisce con le sue sgambate in entrambe le fasi di gioco. Tatticamente applicato nei rientri difensivi aiuta con personalità nei disimpegni.

Marchisio 6,5 – In questo importante finale di stagione Allegri vuole puntare sul miglior Marchisio. Lui risponde mettendosi bene in evidenza sia nel pressing che nell’interdizione nel mezzo. Mette lo zampino sull’autogol che sblocca l’incontro.

Khedira 6,5 – Dinamico nell’accelerare e rallentare il ritmo a seconda dei momenti che la gara richiede. Con i suoi inserimenti porta scompiglio alle marcature di Juric come con l’assist in area per la rete del raddoppio.

Asamoah 6 – Accompagna la manovra dei compagni mettendo la sua velocità a servizio delle azioni davanti. Vigile in copertura nel non far mai partire l’avversario trasmettendo così sicurezza al reparto arretrato.

Dybala 7 – Svaria sulla trequarti eludendo la pressione ad ogni suo tocco palla. Rapido nello sgusciare fra le maglie rossoblù che non trovano le giuste misure per contenerlo. Regala l’ennesima perla prima fintando un tiro a giro e poi trovando la rete con una rasoiata a fin di palo.

Mandzukic 7,5 – Seppur per cuore e spirito di sacrificio oramai non è più una notizia non smette comunque di stupire. Disputa la solita prestazione a tutto campo portando fisicità e centimetri nel riappropriarsi della sfera. Cala il tris trovando un difficile angolo da posizione defilata.

Higuain 6,5 – Con i suoi movimenti crea pericolosi varchi per la finalizzazione della trame offensive. Rimane costantemente nel vivo del gioco partecipando al fraseggio negli ultimi metri. Innesca il primo gol con un delizioso suggerimento.

Rincon 6 – Entra quando la partita era più che indirizzata verso la vittoria. Limita il possesso genoano senza particolari affanni.

Sturaro sv

Mandragora sv

A cura di Andrea Buttari

 

PAGELLE GENOA

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Lamanna 5 – Insicuro in occasione del primo gol e sopratutto poteva fare qualcosa di più sul tiro di Bonucci.

Munoz 5 – Prova con la garra a sopperire alle lacune difensive del Genoa, non basta, sfortunato nel rimpallo che provoca il vantaggio bianconero.

Burdisso 4,5 – Da uno con la sua esperienza ci si aspetta di più, da comandante della difesa naufraga con tutto l’equipaggio.

Gentiletti 4,5 – Questa notte Dybala sarà presente nei suoi incubi, non lo prende mai.

Lazovic 5,5 – Tanta corsa e buona volontà, nulla di più ma almeno ci prova.

Veloso 4 – Vaga per il campo sconsolato, non difende e non imposta, partita da dimenticare.

Cataldi 4,5 – Mezzo voto in più di Veloso giusto perché sembra metterci un po’ più di grinta, ma alla fine anche lui viene surclassato dal centrocampo juventino.

Laxalt 5,5 – Fino a quando la partita ha un senso si mette in mostra per le sue doti atletiche, alla lunga sparisce.

Ntcham 5 – Si fa notare solo per alcune conclusioni dalla distanza.

Palladino 5,5 – Decisamente il più in palla dei suoi, prova a fare quel che può ma è praticamente da solo.

Simeone 5 – È vero che giocare contro la difesa della Juve non è semplice, però ha alcune mezze occasioni e non riesce a sfruttarle.

Biraschi 6 – Entra per Burdisso quando ormai la partita è già segnata, tiene abbastanza bene il campo.

Beghetto 5,5  – Dalla serie B allo Stadium è un bel salto in avanti, questa però non era la sua partita.

Hiljemark sv

A cura di M.Lomolino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy