Pagelle Genoa – Napoli 2-3: in rimonta il Napoli espugna Marassi! – Voti Fantacalcio

Partita pazza quella andata in scena a Genova fra la squadra di Juric e la squadra di Sarri. Ancora una volta, per i partenopei, sale in cattedra Dries Mertens!

di Voti Fantamagazine

Va in scena a Marassi il match tra Genoa e Napoli, una sfida rocambolesca che parte a ritmi vertiginosi: la partita si sblocca dopo pochi minuti con un’azione della coppia Galabinov-Taarabt, con il marocchino che spiazza Reina con un gran tiro sul secondo palo. Con il passare dei minuti gli ospiti prendono la misura sul Grifone e vengono trascinati dalle prodezze del protagonista assoluto della partita: Dries Mertens. Il suo goal su punizione e una grande azione personale portano gli azzurri in vantaggio. Nella ripresa è ancora lui a dettare le regole, sfrutta un passaggio fine di Insigne e il suo tiro viene deviato da Zukanovic che infila in rete il doppio vantaggio. Il Genoa accorcia le distanze con un colpo di testa di Izzo, ma il Napoli di Sarri è nettamente superiore e riesce a controllare il risultato fino allo scadere del match.

PAGELLE GENOA

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Perin 6,5 – Sulle prodezze di Mertens può rimanere solamente spettatore. Quando può intervenire, invece, risponde presente.

Izzo 6 – Azzarda spesso delle uscite molto alte, si propone con dei lanci per cercare di scardinare gli ospiti quando le soluzioni tendono a mancare. Molti errori, ma il colpo di testa in tuffo che accorcia le distanze salva la sua partita.

Rossettini 5 – Stasera troppe incertezze. Sul secondo goal del belga viene bruciato in velocità, e da quel momento può solo guardare la palla toccare la traversa e finire in rete. Buco nell’acqua dopo la grande prestazione con il Milan.

Zukanovic 5 – Utile come sempre in fase di impostazione, oscura la porta ad Hamsik su un tiro a botta sicura nell’area piccola, impedendo al Napoli di allargare il vantaggio di due goal. Nel secondo tempo la deviazione sul terzo goal di Mertens e un giallo ingenuo macchiano pesantemente la sua prestazione.

Lazovic 5,5 – Rientra poco nel vivo del gioco dei suoi, ha un’occasione molto importante verso la fine del primo tempo, sulla quale Reina si impone con una gran parata. Per il resto del match rimane silenzioso e impreciso.

Bertolacci 5,5 – Tanto movimento, ma pochi palloni giocati. La catena di destra del Napoli lavora poco cosicché lui rimane poco coinvolto su entrambi i fronti di gioco.

Veloso 6 – Nel centrocampo del Grifone è una sorta di “lavatrice”: tocca molti palloni e fornisce il suo onesto contributo in fase di impostazione. Viene sostituito da Juric per dare spazio a Omeonga, che fornisce maggiore copertura e corsa nel finale di partita.

Rigoni 6,5 – Parte in marcatura fissa su Diawara, finisce per lottare con quasi tutti gli azzurri. I suoi strappi sono manna dal cielo per i rossoblu, il goal di Izzo nasce da una sua iniziativa che si conclude con un assist vincente.

Laxalt 5,5 – Mette poco in difficoltà Hysaj e si mantiene basso, quasi in linea con il terzetto di difesa, per evitare gli spinosi tagli di Callejon che stasera comunque tendono a mancare. Non una delle sue prestazioni migliori.

Taarabt 7 – Autore di una partenza roboante come contro il Cagliari, sul goal sfrutta il passaggio di Galabinov e con un colpo da biliardo a fil di palo batte Reina.
La sua inventiva è fondamentale per l’intera squadra, una mina vagante per l’intera difesa partenopea.

Galabinov 6,5 – L’intesa con Taarabt sta dando dei risultati notevoli, inoltre è autore di sponde e movimenti interessanti. Partita generosa.

Lapadula 6,5 – Al suo ingresso tenta dopo pochi minuti un colpo da eurogoal su un lancio di Rigoni. È ancora fuori forma, ma il suo contributo lo dà con dei tocchi pregevoli.

Omeonga 6 – Entra per fornire corsa e pressione sui giocatori azzurri nel secondo tempo.

Pandev s.v.

PAGELLE NAPOLI

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Napoli

Reina 6.5 – Inutile il miracolo che salva risultato poco prima della rete della seconda rete della squadra di casa. Non molto coinvolto, nessuna responsabilità in occasione dei goal.

Ghoulam 5.5 – Meno brillante del solito in fase offensiva. Poco reattivo nel coordinarsi con il proprio reparto sulla rete che manda il Genoa sopra di una rete a zero. Troppo blando il suo intervento nel corso dell’azione che porterà al goal del 3-2.

Koulibaly 6 – Buona prova da parte del centrale senegalese. Provvidenziale in chiusura su Lapadula, lanciato a rete in un momento cruciale della partita.

Chiriches 6.5 – Incolpevole sui goal, sempre precisissimo in fase d’impostazione. Diverse chiusure degne di nota, impercettibili e poco rilevanti le sbavature. Pecca nello scatto e spesso subisce nel breve la velocità dell’avversario, ma compensa egregiamente con le abilità nel sapersi posizionare. Soffre negli ultimi minuti, un po’ come tutta la squadra.

Hjsay 5 – Non mantiene la linea come avrebbe dovuto in occasione del goal di Taarabt. Inconcepibile il cambio di gioco sbagliato che regala a Lazovic l’occasione di cambiare storia alla partita.
Si perde l’uomo in occasione della seconda marcatura rossoblù. Completa il quadro la sua pochezza in fase offensiva.

Zielinski 6 – Quando viene schierato contemporaneamente ad Hamsik appare sempre tatticamente limitato. La partita di questa sera non ha fatto eccezione. Non sono mancate comunque giocate di classe e buoni interventi in fase di interdizione.

Diawara 6.5– Abile nel corso dei novanta minuti a smistare il pallone nel migliore dei modi. Alla distanza cresce anche fisicamente ed in fase di interdizione. Delizioso il tocco che pesca Mertens in occasione del 2-1.

Hamsik 5 – Poco incisivo, tenta senza successo qualche tiro dalla distanza. Si eclissa lentamente fino alla sostituzione arrivata puntuale ad un quarto d’ora dalla fine.

Insigne 6.5 – Partita certamente non memorabile per lui. Prestazione di sostanza impreziosita dal passaggio chiave che porta gli azzurri a segnare la rete del 3-1.

Mertens 8 – I primi due goal del Napoli sono frutto della sua classe immensa. Le capacità tecniche e la reattività messe in mostra questa sera lasciano intendere perché sia considerato uno dei migliori attaccanti del momento.

Callejon 5.5 – La difesa a tre orchestrata da Juric lo rende nullo o quasi. Partita di sacrificio e sofferenza.

Giaccherini S.V.

Rog 6 – Sarri gli concede 20 minuti abbondanti per portare in campo nuova freschezza e forza fisica. Regala buoni strappi e qualche accelerazione considerevoli.

Allan 6 – Rileva uno spento Hamsik per garantire quella fisicità necessaria in quel particolare frangente del match. Riesce a dare il suo prezioso contributo per il conseguimento del risultato.

Pagelle a cura di Marcello Pelosi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy