Pagelle Frosinone – Genoa 1-2: Piatek non perdona e raddoppia! – Voti Fantacalcio

Settimo gol in Serie A per il talento genoano. Ciano segna il primo gol in A per il Frosinone su un rigore contestato.

di Voti Fantamagazine
Piatek

Non arriva la prima vittoria stagionale per gli uomini di Moreno Longo che soccombono tra le mura amiche ad un Genoa ben organizzato nel segno, come sempre, del pistolero Piatek. Primo tempo per lo più di marca canarina che però si ritrova sotto per 0-2 dopo uno scellerato infortunio di Salamon che permette a Piatek di firmare la doppietta personale. Nel finale della prima frazione dimezza lo svantaggio Ciano su rigore. Nella ripresa ci prova il Frosinone ma non sfonda il muro genoano. Rimandata ancora la prima vittoria mentre arriva il primo gol della stagione in massima serie.

PAGELLE FROSINONE

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Frosinone

Sportiello 5,5 – Forse un po’ sorpreso sulla prima rete, sulla seconda non può nulla

Goldaniga 5 – soffre le scorribande di Kuoamé, non regge il confronto con Pandev. Altra partita da dimenticare.

Salamon 4,5 – Follia del centrale canarino nel peggior momento della partita, rilancio addosso a Kuoamé che tutto solo poi appoggia a Piatek per la rete dello 0-2. Errore decisivo

Capuano 5,5 – sui gol non ha colpe, per il resto si limita il compitino.

Zampano 5,5 – Le sue folate offensive non producono effetti anche perché la sterilità offensiva di Perica è imbarazzante; Sbuccia malamente il pallone alla fine del primo tempo che poteva rimettere in pari la gara.

Chibsah 6 – Solita grinta e tenacia del ghanese nonostante si veda meno rispetto alla gara di Roma; centra il palo sullo scadere della prima frazione, sfortunato.

Hallfredsson 5 – Vi ricordate tutti i Meme su Montolivo e Thiago Motta sulla loro lentezza? Ecco, da oggi avete un altro bel bersaglio da sbeffeggiare. Lumaca.

Molinaro 5 – semplicemente inconcludente, ennesimi cross sbagliati e diagonali imperfette che mettono spesso il seria difficoltà il Frosinone; unica nota positiva il cross sulla testa di Chibsah con il Genoa che salva il gol sulla linea di porta. Ad maiora.

Ciano 6,5 – unica nota veramente lieta della giornata, delizia il pubblico con giocate degne di nota; forse per la prima volta fa vedere davvero le sue qualità in A. Segna il rigore che riapre la gara.

Campbell 5 – ne carne ne pesce, prova spesso L azione personale ma finisce sempre per perdere il pallone; inoltre, tutti i cross tentati dal fondo sono finiti in curva. Da rivedere.

Perica 5 – non si salva dalla pessima prestazione nonostante si procuri il rigore dell 1-2; sempre fuori posizione e avulso dal gioco canarino; se il Frosinone non ha ancora segnato su azione la colpa è principalmente sua.

Ciofani D. 6 – altra categoria rispetto a Perica, gioca di sponda alla perfezione è la presenza in area è dieci volte più “ingombrante” di quello che aveva fatto il suo compagno di reparto nella prima frazione.

Soddimo 5,5 – entra in campo con la voglia di spaccare il mondo ma si spegne via via con il passare dei minuti.

Vloet 6 – buona la prima per il folletto olandese. Gioca bene in appoggia a Ciofani e lo serve bene in 2 occasioni che però L attaccante stesso non sfrutta

Pagelle a cura di Francesco Zangrilli

PAGELLE GENOA

Redazione Voti Fantamagazine: Le pagelle Genoa

Radu 6 – si mette in mostra con più di un buon intervento tra i pali, ma nel finale buca un’uscita alta su calcio d’angolo: errore che sarebbe potuto costare caro.

Biraschi 6 – bel duello con Campbell nel primo tempo: inizialmente l’ex Arsenal sembra poter prevalere, ma col passare dei minuti Biraschi riesce a prendergli le misure. Nella ripresa il costaricano si spegne definitivamente e a vincere la sfida è proprio il difensore rossoblù.

Spolli 5,5 – lotta con Perica prima e Ciofani poi, senza mai dimostrarsi troppo sicuro in marcatura. Il rigore provocato è senz’altro dubbio, ma l’intervento all’interno dell’area era altrettanto evitabile. Segno di un periodo di non grande lucidità.

Criscito 6 – spesso in difficoltà in marcatura su Ciano quando il Genoa è costretto a difendere basso, mentre mostra un’ottima capacità di anticipo con l’avversario spalle alla porta. Meno brillante del solito, ma sempre efficace.

Romulo 6 – prestazione non appariscente, ma concreta. Dà una mano a Biraschi in marcatura su Campbell e si propone spesso in avanti. Pecca di precisione, sprecando anche una buona occasione nel primo tempo, ma garantisce la solita prestazione di grande sostanza.

Sandro 6 – esordio stagionale dal primo minuto per il brasiliano. Prezioso in fase d’interdizione, ma non sempre nel vivo del gioco in fase di possesso palla. Nella ripresa cala il ritmo e di conseguenza la lucidità, ma appena prima di venire sostituito salva il Grifone dal possibile gol del pareggio.

Hiljemark 5,5 – macina tanti chilometri, ma va sempre in difficoltà con la palla tra i piedi. Mai un passaggio in profondità, cerca sempre l’appoggio più semplice. Scolastico.

Lazović 5,5 – qualche incertezza in fase offensiva, dalla sua parte il Frosinone infatti riesce spesso a sfondare. Si rifa, ma solo parzialmente, con qualche proiezione offensiva.

Pandev 5,5 – per la prima volta quest’anno si vede poco, nascondendosi tra le maglie del centrocampo del Frosinone. Battuta d’arresto dopo un inizio di stagione sopra le aspettative.

Kouamè 7 – inizio sottotono, con qualche errore tecnico anche piuttosto evidente. Poi confeziona tre cioccolatini per i compagni: il primo sprecato da Romulo, gli altri due sfruttati invece a dovere dal compagno di reparto. Nel finale prova a mettersi in proprio ma il palo gli nega la seconda gioia stagionale.

Piatek 7 – ancora lui, stavolta con una doppietta. La sblocca con un gol tanto difficile quanto bello, mentre è un gioco da ragazzi appoggiare il pallone a porta sguarnita sul suggerimento di Kouamè in occasione del 2-0. Gli aggettivi per descriverlo si sono ormai sprecati: il Pistolero non si ferma più.

Zukanovic 6 – Ballardini lo inserisce per contenere le sortite offensive di Zampano dalla sua parte. In effetti con il suo ingresso il Frosinone non sfonda quasi mai.

Pedro Pereira 5,5 – sbaglia qualche appoggio in uscita dalla difesa e in generale non riesce a proporsi con continuità sulla fascia destra. Passo indietro rispetto alla gara col Chievo.

Mazzitelli 6 – sostituisce un Sandro stremato nel finale. Gli si chiede solo di mettere il fisico davanti alla propria area in fase difensiva: è il tipo di lavoro che preferisce e si vede.

Pagelle a cura di Alessandro Vai

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy