Pagelle Fiorentina – Sampdoria 1-2: Caprari – Quagliarella e la Samp vola! – Voti Fantacalcio

Seconda sconfitta consecutiva in campionato per la Fiorentina. Sampdoria avanti con un uno – due firmato da Caprari e Quagliarella, quest’ultimo a segno su rigore. Nella ripresa Badelj accorcia, ma i viola non trovano il pareggio.

di Voti Fantamagazine

La Fiorentina conferma di avere preoccupanti lacune difensive e cede in casa contro una Sampdoria cinica e dalle idee chiare: Caprari e Quagliarella su rigore firmano l’ 1-2 dei blucerchiati, inutile il gol di Badelj per i viola che provano a cambiare ritmo troppo tardi.

PAGELLE FIORENTINA

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Fiorentina

Sportiello 5,5 – Per quanto la sua difesa faccia acqua da tutte le parti, viene chiamato in causa relativamente poco. Sul gol di Caprari la sua respinta non è impeccabile e si divide la responsabilità con Tomovic.

Tomovic 4 – Sempre fuori posizione, si perde Caprari sul primo gol della Sampdoria e solo la clemenza dell’arbitro gli scampa un’espulsione a fine primo tempo. Nella ripresa al suo posto c’è Gaspar e tutta la Fiorentina sembra una squadra diversa. Dannoso.

Pezzella 5,5 – Quagliarella è un cliente scomodo, tuttavia sembra reggere bene il confronto per lunghi tratti. Col passare del tempo, naufraga insieme al resto della difesa.

Astori 5,5 – È l’unico del reparto arretrato a non mollare mai un centimetro. Lotta con tutte le sue forze per limitare le continue offensive blucerchiate ma, essendo il solo a provarci, il suo impegno non basta ad evitare danni. A inizio ripresa tiene pericolosamente in gioco Caprari che, per sua fortuna, sbaglia clamorosamente.

Biraghi 5,5 – Parte molto bene e, mostrandosi molto spigliato in fase offensiva, fa ammoire Praet dopo soli due minuti. Nonostante ciò, qualche sopradica sortita offensiva non può cancellare le sue pericolose amnesie difensive.

Veretout 5 – Non riesce mai a dettare i tempi di gioco e, in fase di interdizione, risulta poco lucido e molto falloso. L’intesa con Badelj è tutta da rivedere.

Badelj 6 – Nel primo tempo sembra molto nervoso e rimedia anche un giallo. Ingabbiato dal centrocampo blucerchiato, non conferisce il solito ritmo arioso alla manovra. Nella ripresa ha il pregio di trovare il gol dell’1-2 e di offrire a Chiesa il possibile 2-2 con un filtrante geniale.

Benassi 5,5 – Nel ruolo di trequartista atipico continua a non essere a suo agio. In fase offensiva è ininfluente ma compensa in parte con qualche buon recupero difensivo.

Eysseric 6 – Sfortunato lui e sfortunata, soprattutto, la Fiorentina: l’infortunio che lo costringe ad abbandonare il campo dopo circa venti minuti priva la squadra di Pioli dei sui guizzi sempre interessanti.

Chiesa 6 – Pur essendo molto giovane, il ragazzo ha la personalità di un veterano e prova a prendere per mano i compagni nei momenti difficili. Un po’ in ombra a destra, con l’ingresso di Gil Dias viene spostato a sinistra e diventa una costante spina nel fianco per la difesa blucerchiata. Unica pecca la troppa leggerezza con la quale calcia a tu per tu con Puggioni al giro di boa della ripresa.

Simeone 5 – La voglia di certo non manca: fa a sportellate con Silvestre per tutto il match ma non riesce mai ad avere la meglio. Sembra ancora un corpo estraneo alla manovra sterile della Fiorentina.

Gil Dias 6,5 – Rileva Eysseric dopo soli venti minuti e, dopo qualche secondo, va già a concludere pericolosamente verso la porta avversaria. Ha una velocità di gambe imbarazzante che gli permette di saltare sempre il diretto avversario, deve solo imparare a concludere meglio l’azione.

Gaspar 7 – Nella ripresa prende il posto di Tomovic e, da solo, cambia il volto alla Fiorentina. Oltre al pregevole l’assist per Badelj, infiamma la fascia con costanti discese. Interessante l’intesa col Dias.

Babacar 6,5 – Ha voglia di spaccare il mondo e lo dimostra subito: in un quarto d’ora crea due occasioni da gol limpide e, su una delle due, Chiesa segna a gioco fermo. Nettamente meglio di Simeone, al momento sembra più adatto del Cholito sia a giocare in coppia che a fare da unico riferimento centrale.

Pagelle a cura di Francesco Quaranta

PAGELLE SAMPDORIA

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Sampdoria

Puggioni 6,5 – I buoni interventi su Chiesa e Babacar valgono buona parte dei 3 punti conquistati oggi dalla sua Samp. Sempre sicuro nelle uscite.

Sala 6 – Chiesa non è un cliente facile ma lui sembra contenerlo con relativa tranquillità. Non si fa sentire molto offensivamente ma vista la partita, può andare bene cosi.

Regini 6 – Sempre pericoloso (per i suoi) con il pallone tra i piedi, si disimpegna bene quando c’è da difendere. Chiude a sinistra per arginare la coppia Dias-Gaspar riuscendovi discretamente.

Silvestre 6,5 – Vince il duello tutto argentino con Simeone limitandone le sortite offensive. Bene di testa nel finale.

Murru 5 – Il pallone sanguinoso perso nel primo tempo è il giusto emblema dell’insicurezza che il terzino mostra in ogni occasione. Dalle sue parti, Gil Diaz è sempre pericoloso.

Linetty 5,5 – Sostituisce a sorpresa Barreto (causa infortunio) e si occupa di dare più quantità che qualità riuscendoci solo in parte. Poco reattivo sul gol della Fiorentina, il polacco appare spesso in ritardo nei raddoppi sulla sinistra.

Praet 5,5 – Ammonito dopo 2 min, tenta di dare qualità al centrocampo blucerchiato riuscendoci solo ad intermittenza. Nel ruolo di mezzala deve ancora migliorare.

Torreira 6,5 – Sempre preciso nella doppia fase d’impostazione e costruzione. Quando nel secondo tempo scende di giri, ne risente la manovra di tutta la squadra.

Ramirez 7 – Dai suoi piedi passano inevitabilmente gran parte delle azioni offensive blucerchiate. Bene in occasione del primo gol, anche se dà l’impressione di non essere ancora al meglio fisicamente.

Quagliarella 6,5 – Fa a sportellate con Astori che non gli concede molto. Bene in occasione del rigore calciato alla perfezione. 3 gol in 2 partite non sono affatto un cattivo inizio.

Caprari 7 – Il più attivo dei suoi, si muove moltissimo intorno a Quagliarella pressando i difensori avversari in fase d’impostazione. Bene nel tap-in vincente su conclusione di Ramirez anche se si divora il possibile 3-0 ad inizio secondo tempo.

Ferrari 6 – Subentra a Murru dopo 10 min del secondo tempo affiancando Silvestre da centrale di difesa. Discreta l’intesa con il compagno di reparto, bene soprattutto sulle numerose palle alte buttate dentro dai Viola nel finale.

Bereszynski 6,5 – Entra nel momento più difficile per i suoi limitando discretamente le sortite offensive di Chiesa. Bravissimo a contenere Simeone sul finale di gara.

Alvarez 6 – Entra per far rifiatare Ramirez. Ci mette gamba, anche se il livello qualitativo rispetto all’Uruguagio è decisamente inferiore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy