Pagelle Chievo – Verona 3 – 2: Pellissier e Inglese le gioie del Chievo – Voti Fantacalcio

Pellissier segna il gol del 3-2 nel finale dopo il vantaggio del Verona con Verde, la doppietta di Inglese e il nuovo pareggio di Pazzini su rigore. Espulso Zuculini nel primo tempo.

di Voti Fantamagazine

Nel lunch match, il Chievo e l’Hellas danno vita ad un derby spettacolare, al contrario dei precedenti. Dura appena 20 minuti la paura del Chievo di perdere questa gara, quando Inglese, nel giro di pochi minuti ribalta il risultato, prima di testa su una palla inattiva, e poi su un rigore concesso per un’ ingenuità di Zuculini. Nel primo tempo l’espulsione di un disastroso Zuculini, pare agevolare il compito dei clivensi, che però nel corso del secondo tempo, si fanno riprendere da Pazzini. L’ingresso di Pellissier risulta decisivo e consente al Chievo di conquistare il derby di Verona e consolidare la propria posizione in campionato.

PAGELLE CHIEVO

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Chievo

Sorrentino 5.5 – Viene chiamato in causa poche volte, ma sul primo gol respinge malamente in area un cross di Romulo e consente a Verde di portare in vantaggio l’Hellas.

Cacciatore 6.5 – Prova più che sufficiente per l’ex della gara. Spinge tantissimo, a volte effettuando dei cross imprecisi, ma la sua presenza in fase di proposizione è costante. Non sbaglia l’assist decisivo per Pellissier, che vale i 3 punti.

Dainelli 6 – Guida con sicurezza tutto il reparto arretrato, senza particolari problemi. Un vero leader che imposta e difende con grinta e concentrazione.

Gamberini 5.5 – Partita tranquilla per lui, anche se, a differenza del compagno di reparto, causa il fallo da rigore nel secondo tempo, quando su un colpo di testa in area di Caceres, si oppone con un fallo di mano.

Gobbi 6 – Come il collega sull’out di destra, spinge tantissimo ed è altrettanto efficace in fase difensiva. L’età avanza, ma lui su quella corsia è una garanzia.

Castro 5.5 – Rispetto alle altre gare è apparso abbastanza sottotono, sbagliando spesso e volentieri appoggi, stop e inserimenti.

Radovanovic 6.5 – Partita importantissima per il mediano clivense. Imposta, difende e trova la porta con il tiro da fuori in almeno due occasioni. Preziosissimo in quella zona del campo.

Hetemaj 6 – Ennesima prova di quantità per il centrocampista finlandese. Gioca a tutto campo ed è utilissimo alla causa, vincendo una quantità infinita di contrasti.

Birsa 6.5 – Buona prova per il fantasista sloveno, che regala un assist da fermo sul momentaneo pareggio di Inglese ed è presente in quasi tutte le azioni offensive dei suoi.

Pucciarelli 6 – Come detto tantissime volte, i suoi numeri non sono quelli di una punta. È molto più utile in fase di non possesso e di aiuto ai centrocampisti. Un solo tiro in porta per una punta è troppo poco.

Inglese 7 – Con una doppietta si regala una domenica a dir poco perfetta. Aiuta i compagni, corre, pressa ed ha anche la lucidità per farsi trovare pronto sul dischetto in occasione del 2-1. Se a gennaio dovesse partire, sarebbe una grande perdita per Maran.

Pellissier 7.5 – È lui l’uomo decisivo di questo derby. Da un po’ di tempo non trovava il gol e per farlo non poteva scegliere una partita diversa. Sfrutta al meglio il cross di Cacciatore e regala ai suoi 3 punti fondamentali.

Stepinski 6 – Anche lui in campo nella ripresa per dare freschezza al reparto avanzato. Trova il gol che per una questione di cm, viene annullato, ma dai pochi minuti giocati, sembra essere un giocatore dalle grandi doti fisiche.

Pagelle a cura di Previderio Matteo

PAGELLE VERONA

Redazione voti Fantamagazine: Le pagelle Verona

Nicolas 6 – Incolpevole nei tre gol subiti, addirittura nel rigore di Inglese ha anche intuito il lato. In generale si è disimpegnato bene quando ha potuto; paga caro un pacchetto difensivo piuttosto distratto.

Caceres 6.5 – Forse la prestazione migliore da quando indossa la maglia scaligera sfonda Hellas; si riscopre terzino dei tempi d’oro ed è un costante pericolo per il fianco sinistro del Chievo. Grande assist a Verde nel vantaggio, nel finale accusa un problema muscolare ma in maniera esemplare stringe i denti e termina il match in campo.

Caracciolo 5.5 – Tanta fatica nel marcare sia Inglese che Pucciarelli; distratto nelle palle alte e sempre preso in controtempo dai cross dalla trequarti di Birsa.

Souprayen 5.5 – Anello debole della coppia difensiva; troppi errori in uscita e d’appoggio.

Fares 6 – Anche oggi spinge più che può in un ruolo che probabilmente gli pesa, ma che lui interpreta con la massima professionalità.

Romulo 6.5 – L’ultimo a mollare, come sempre. Corre su e giù per tutto il campo confermandosi anche il più in forma in termini fisici ma soprattutto psicologici.

Zuculini B. 4 – Derby assolutamente da cancellare per il centrocampista argentino, reo di aver causato il rigore del Chievo, e di aver commesso poco dopo un fallo ingenuo e piuttosto pericoloso che ha generato il secondo giallo (il primo su palese strattonamento a Hetemaj).

Bessa 6 – Oggi subisce un po’ troppo lo schermo di Radovanovic e la costante scalata di Hetemaj che di fatto va a spegnere la principale fonte di gioco di Pecchia.

Cerci 6 – Continuità di rendimento rispetto alla discreta prova offerta contro il Benevento; ha il merito di lavorare bene il pallone nell’occasione dell’iniziale vantaggio di Verde. Tanto sacrificio anche in fase di copertura; sostituito a causa dell’inferiorità numerica.

Pazzini 6.5 – Il solito lavoro sporco da centravanti vero; anche questo pomeriggio il capitano dell’Hellas fa a sportellate con la difesa avversaria. Lavoro prezioso in fase d’attacco con la capacità di tenere la squadra alta; segna ancora su rigore, freddo e preciso nella realizzazione.

Verde 6.5 – In palla già nei minuti finali contro il Benevento, questo pomeriggio titolare e ripaga pienamente la fiducia di Pecchia. Ha il merito di sbloccare la partita, ma nel corso del match cala di intensità, e conseguentemente all’espulsione di Zuculini continua a subire le scorribande di Cacciatore e Castro. Intanto mette a referto il primo gol in carriera in Serie A.

Buchel 5.5 – Entra nella ripresa per favorire il palleggio vista l’inferiorità numerica, ma realmente non entra mai nel vivo del gioco.

Kean Sv.

Lee Sv.

Pagelle a cura di Antonio Capizzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy